Timothy Spall biografia

Qui puoi conoscere la carriera e le curiosità sulla sua vita privata, leggere le notizie più recenti, trovare tutti i premi vinti e guardare le foto e i video.

share
Ha 60 Anni

NASCE A: Londra, Gran Bretagna
NASCE IL: 27/02/1957

Timothy Spall

Timothy Spall nasce il 27 febbraio del 1957 a Londra, nel quartiere di Battersea. Sua madre fa la parrucchiera e suo padre lavora alle poste. Pur appartenendo a una famiglia che non può contare su grandi risorse economiche e che non appartiene a nessuna élite culturale, il futuro attore scopre in giovane età la passione per la recitazione, entrando a far parte prima del National Youth Theatre e poi della Royal Academy of Dramatic Art, dove ottiene ruoli da protagonista in alcune pièce shakespeariane fra cui "Macbeth" e "Otello".
Nel 1979 si unisce alla Royal Shakespeare Company, che gli offre la possibilità di accostarsi al mondo di Cechov e di altri autori non inglesi.
Nello stesso anno, Spall debutta al cinema in Quadrophenia, nel quale interpreta un personaggio secondario. Subito dopo inizia a cimentarsi in diverse produzioni televisive che gli attirano le simpatie del pubblico: valga per tutte Auf Wiedersehen, Pet, una serie incentrata su sette operai di varie regioni dell'Inghilterra che si ritrovano a lavorare in Francia. Timothy Spall sorprende tutti con la sua interpretazione del goffo e imbranato elettricista Barry Spencer Taylor.
Grazie al successo ottenuto sul piccolo schermo, nella seconda metà degli anni Ottanta l'attore lavora intensamente sui set cinematografici. Fra i suoi film più significativi segnaliamo Gothic (1986), in cui è uno dei cinque protagonisti nei panni dello scrittore e medico John William Polidori.

Il decennio successivo è per Timothy Spall un periodo di fervida attività. Nel 1990 si fa dirigere da Clint Eastwood in Cacciatore bianco, cuore nero, dove si ritaglia un ruolo minore. Ricordiamo anche Hamlet (1996) di Kenneth Branagh, che gli dà l'occasione di interpretare Rosencratz.
L'incontro più importante di questo periodo è però quello con Mike Leigh, che in Dolce è la vita - Life is Sweet (1991) lancia a Spall la sfida di impersonare un uomo iperattivo ma fragile. La collaborazione prosegue con Segreti e Bugie (1996), in cui Timothy ottiene una parte significativa, guadagnandosi una nomination ai BAFTA come miglior attore protagonista. Il film si aggiudica la Palma d'Oro al Festival di Cannes, ma Timothy non può andare in Costa Azzurra a festeggiare perché malato di una grave forma di leucemia, dalla quale fortunatamente si riprende. Riacquistate le forze, si getta a capofitto nel lavoro. Nel 1998 è l'Ispettore Healey in Brivido di sangue e nel 1999 ritrova Mike Leigh, per cui recita in Tospy-Turvy, ottenendo una candidatura ai BAFTA come miglior attore non protagonista. E se il 2001 è per lui l'anno di Lucky Break e soprattutto di Intimacy, il 2002 gli regala il personaggio del tassista Phil, indimenticabile protagonista (insieme a Lesley Manville) di Tutto o niente, ancora un film di Mike Leigh.

Nel 2004 Timothy Spall si accosta al franchise di Harry Potter. Il primo film in cui recita nel ruolo di Peter Minus detto Codaliscia è Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, seguito, negli anni successivi, dagli altri lungometraggi tratti dai libri di J.K. Rowling. Sempre restando nel genere film per ragazzi, non possiamo non menzionare Lemony Snicket - Una serie di sfortunati eventi (2004) - in cui Spall è Arthur Poe, tutore provvisorio degli orfani Baudelaire - ed Come d'Incanto - Enchanted (2007), nel quale è un servitore viscido e doppiogiochista.

Gli anni Duemila segnano per Timothy Spall anche l'inizio della collaborazione con Tim Burton, che in Sweeney Todd (2007) gli affida la parte di Beadle Bamford, l'aiutante malvagio del giudice Turpin. Spall darà poi la voce al Mastino Sanguinario nella versione originale di Alice In Wonderland (2010).

Fra i sodalizi più recenti ricordiamo anche quello con Tom Hooper, che ne Il maledetto United (2009) gli fa interpretare l'assistente del calciatore e allenatore Brian Howard Clough, mentre ne Il discorso del re (2010) lo trasforma in Winston Churchill.
Il 2014 ha regalato a Timothy Spall il ruolo forse più importante della sua carriera. L'amico Mike Leigh l'ha voluto protagonista di Turner, portandolo dritto fino al premio per la migliore interpretazione maschile al Festival di Cannes.

Filmografia
The Party (The Party)
  • ANNO: 2017
  • Attore
Alice attraverso lo specchio (Alice Through the Looking Glass)
Il viaggio (The Journey)
Lascia un Commento