News Cinema

Le verità nascoste, un Harrison Ford mai visto nell'omaggio a Hitchcock di Robert Zemeckis

37

Harrison Ford e Michelle Pfeiffer interpretarono Le verità nascoste, con cui Robert Zemeckis rese omaggio alla suspense di Alfred Hitchcock.

Le verità nascoste, un Harrison Ford mai visto nell'omaggio a Hitchcock di Robert Zemeckis

Le verità nascoste (2000) di Robert Zemeckis, interpretato da Michelle Pfeiffer e Harrison Ford, è un film più amato dal pubblico che dalla critica, ma rimane una produzione curiosa per almeno due buone ragioni, sulle quali vogliamo concentrarci in questo pezzo. Una riguarda la regia, l'altra proprio il protagonista maschile. Il film è un giallo-thriller con venature horror, quindi vi sconsigliamo di procedere nel caso temiate spoiler.

Le verità nascoste: la trama e il trailer del film

Nel Vermont, in una bella casa sul lago, si trasferisce Norman Spencer (Harrison Ford), famoso scienziato e ricercatore universitario, e sua moglie Claire (Michelle Pfeiffer), violoncellista in pensione. Per la coppia ha inizio così una nuova fase della loro vita, poiché Caitlin, figliastra di Norman, li lascia per frequentare il college. Inoltre Claire, un anno prima, è stata coinvolta in un grave incidente automobilistico e soffre di vuoti di memoria e di attacchi di ansia: la nuova casa sembra quindi il posto giusto per vivere in serenità.
Tutto procede tranquillamente, fino a quando Claire riferisce al marito di aver sentito voci e di aver visto nell'acqua sulle rive del lago il volto di una giovane. L'ansia della donna cresce quando associa questi inquietanti fatti all'improvvisa scomparsa della vicina di casa Mary, che le era sembrata, tempo prima, terrorizzata dal marito Warren...

Le verità nascoste e l'omaggio ad Alfred Hitchcock di Robert Zemeckis

Nonostante Le verità nascoste fosse stato concepito come omaggio ad Alfred Hitchcock, diversi critici hanno rimproverato Robert Zemeckis per il suo "omaggio", dato che la massiccia presenza dell'elemento sovrannaturale rende instantaneamente diversa l'anima di questo lungometraggio da quelli di Hitch. E' bene ricordare però che, senza negare che possa aver commesso un'ingenuità, Zemeckis puntava a omaggiarlo nell'uso avanguardistico della tecnica cinematografica, poi in secondo luogo con qualche ammiccamento.
"Come avrebbe girato Hitchcock avendo a disposizione la tecnologia digitale?" è stato il mantra di Zemeckis nell'allestimento delle riprese. Un esempio molto sottile per esempio sta in movimenti di macchina che sarebbero impossibili senza l'uso di fotomontaggi con elementi ricreati in CGI: celebre la ripresa di Michelle Pfeiffer caduta di faccia contro il pavimento, inquadrata da sotto la superficie dello stesso pavimento. In quel caso il pavimento era di vetro trasparente, e la sua superficie era simulata in computer grafica. Più avanti c'è un altro movimento di macchina impossibile fisicamente: un dolly che parte da un totale dell'auto in cui si trova Michelle e finisce all'interno dell'abitacolo: l'auto in realtà è scoperta, la parte superiore dell'abitacolo è un modello 3D. Come al solito apripista, Zemeckis fu subito imitato da David Fincher con gli impossibili piani sequenza all'inizio di Panic Room. In definitiva, la sfida consisteva del liberare la ripresa dalle costrizioni fisiche e quindi dalle convenzioni che ne derivavano: da questo punto di vista, è un bell'omaggio al regista di Nodo alla gola, realizzato in una decina di piani sequenza quando le cineprese Technicolor a fine anni Quaranta erano ingombranti e poco maneggevoli!
Gli ammiccamenti sono un aspetto meno sottile dell'omaggio, ma possono divertire chi ama il citazionismo: il personaggio di Ford si chiama Norman, la protagonista è bionda come piaceva a Sir Alfred, le musiche di Alan Silvestri riprendono gli archi sincopati di Bernard Herrmann, Michelle che esce dalla vasca strappa via la tendina.
Se poi avete il culto di Zemeckis oltre che di Hitchcock (saremmo d'accordo con voi), vi ricordiamo al margine che Le verità nascoste fu girato durante una pausa delle riprese di Cast Away, per consentire a Tom Hanks di dimagrire abbastanza.

Le verità nascoste: Harrison Ford come non lo si vede spesso

La principale sorpresa di Le verità nascoste non è tanto nello svelamento dell'abisso morale di Norman. La sorpresa è vedere Harrison Ford che interpreta un personaggio crudele e sadico, il villain della situazione. Ricordiamo bene che all'epoca dell'uscita lo stesso Harrison ammise di aver superato lo scoglio del suo manager, che gli sconsigliava di accettare una parte negativa, così in controtendenza con la maggior parte dei ruoli interpretati nella lunga carriera, all'insegna dell'eroismo hollywoodiano. Zemeckis però aveva sempre pensato specificamente a lui per Norman, sostenendo che Ford avesse un che di "non detto" vagamente minaccioso, che nessuno aveva pensato a esplorare.
Ma davvero Harrison Ford non aveva mai interpretato un villain? Bisogna capire cosa s'intende con la parola. Se pensiamo a un cattivo bidimensionale, senza possibilità di redenzione, in effetti bisogna tornare all'American Graffiti del 1973, dov'era il gradasso Bob Falfa amante delle corse. Se pensiamo tuttavia a un "personaggio negativo", concetto più sofisticato e più profondo, non si può dimenticare la presunzione invasata del protagonista nel curioso Mosquito Coast (1986) di Peter Weir, su copione di Paul Schrader. E si rivelò dopo assai ambiguo anche il personaggio del Colonnello Graff in Ender's Game (2013). In generale sembra proprio che Le verità nascoste abbia il primato: no, un Harrison Ford così irrimediabilmente bastardo, senza ironie o attenuanti, non l'avevamo mai visto prima nè l'abbiamo rivisto dopo. Per ora.
Ad ogni modo, la scommessa di Ford, desideroso di mettersi alla prova con qualcosa di diverso, pagò: Le verità nascoste è stato infatti il suo ultimo grande successo di pubblico slegato dai franchise con i quali è identificato, come Star Wars e Indiana Jones. Dopo il 2000, complici scelte di opere sottotono e l'età che già avanzava, Ford è uscito dal mondo dei grandi incassi.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming