News Cinema

Taxi Driver, Martin Scorsese spiazza: la battuta più famosa di Robert De Niro non era sul copione

"Stai parlando con me?" Chi non associa immediatamente questa battuta a Taxi Driver, uno dei più celebri film di Martin Scorsese? Il regista ha svelato un clamoroso retroscena che riguarda proprio il leggendario monologo di Robert De Niro allo specchio: a quanto pare, la scena cult è frutto dell'improvvisazione dell'attore.

Taxi Driver, Martin Scorsese spiazza: la battuta più famosa di Robert De Niro non era sul copione

A quasi cinquant'anni dall'uscita di Taxi Driver (1976), Martin Scorsese ha rivelato un'inaspettata curiosità sul cult con protagonista Robert De Niro. La confessione riguarda il famosissimo monologo di Travis Bickle. In particolare, il momento in cui il personaggio interpretato dall'attore Premio Oscar, con pistola alla mano, immagina un dialogo davanti allo specchio. “You talkin’ to me?"

In Taxi Driver, Travis Bickle (De Niro) è un tassista notturno reduce dalla guerra del Vietnam. L'uomo è profondamente segnato dagli eventi vissuti durante il conflitto e completamente incapace di riadattarsi al contesto sociale.
Le psicosi del protagonista, prigioniero di una monotona routine, degenerano giorno dopo giorno, fino a convincerlo di essere destinato alla missione di giustiziere. Il salvataggio della prostituta minorenne Iris (Jodie Foster) dal suo protettore (Harvey Keitel) sarà solo l'inizio di un crescendo di violenza, perpetrata in nome dell'idea che il tassista ha di giustizia e vendetta.

Giovedì 25 gennaio Scorsese, ospite di Stephen Colbert al The Late Show, ha commentato la scena più famosa del film, nonché una delle più celebri nella storia del cinema. Quella in cui Travis, guardandosi allo specchio, immagina di minacciare qualcuno con la pistola. Questo momento, iconico nella filmografia del regista, a quanto pare fu farina del sacco di Robert De Niro.

"Non era sul copione. L'ha improvvisata - ha svelato Scorsese - Eravamo in ritardo sulla tabella di marcia. Eravamo davvero nei guai". I produttori, ha raccontato il cineasta, stavano facendo pressione affinché De Niro tagliasse corto. Così da passare celermente a girare un'altra scena. Il regista, però, non li ascoltò, incoraggiando il suo pupillo a continuare.

Stavano bussando alla porta e io andavo ad aprire dicendo: 'Questo è bello. Questo è buono. Datemi altri cinque... due minuti. Ancora una ripresa, ancora una ripresa.' Ero ai piedi [di De Niro, ndr], perché all'epoca non c'erano assistenti video. E io gli dicevo: "Fallo di nuovo, fallo di nuovo!" E stava facendo quella cosa con le mosse e la pistola.

"Quindi - ha incalzato il conduttore - se fossi rientrato nei tempi previsti per le riprese, non ci sarebbe stato 'Stai parlando con me?'" Scorsese ha risposto senza esitare: "Esatto. Non era nella sceneggiatura, è venuto da lui".



Taxi Driver, scritto da Paul Schrader, ottenne quattro nomination agli Oscar: miglior film, miglior attore, miglior attrice non protagonista e miglior colonna sonora. A tal proposito, ricordiamo che Martin Scorsese sarà tra i protagonisti assoluti della 96esima edizione dei Premi Oscar.

Il suo Killers of the Flower Moon è nominato in 10 categorie, tra cui Miglior Film e Miglior Regia. Candidature che hanno fatto sì che il film entrasse nella storia dell'Academy per ben due ragioni (per scoprire quali, vi rimandiamo al nostro articolo dedicato). Robert De Niro è a sua volta in lizza per la statuetta come Migliore Attore non Protagonista. L'attore ha già vinto due Premi Oscar. Il secondo lo deve proprio a Scorsese e al ruolo di Jake LaMotta in Toro Scatenato (1980).

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming