News Cinema

Quel che sapeva Maisie: Julianne Moore rockstar nel film sul divorzio da un romanzo di Henry James

La storia di una bambina e un divorzio difficile al centro di Quel che sapeva Maisie, adattamento moderno di un romanzo di Henry James del 1897, con Julianne Moore, Alexander Skarsgard e Steve Coogan.

Quel che sapeva Maisie: Julianne Moore rockstar nel film sul divorzio da un romanzo di Henry James

Nel 2012 arriva al cinema il film Quel che sapeva Maisie, adattamento contemporaneo di un romanzo dello scrittore Henry James pubblicato nel 1897. Il film è diretto a quattro mani da Scott McGehee e David Siegel, di cui è il quinto e al momento ultimo lungometraggio, e interpretato dall’attrice premio Oscar Julianne Moore, da un Alexander Skarsgård non ancora così famoso e dall’attore inglese Steve Coogan. La storia è quella di una rockstar e un gallerista, la cui bambina di 6 anni subisce le conseguenze del loro tempestoso divorzio e della loro nuova vita.

Quel che sapeva Maisie: la trama del film

Maisie (Onata Aprile) è una bambina di sei anni, che si trova nel mezzo del turbolento divorzio dei suoi genitori. La madre è una rockstar newyorkese, Susanna, e il padre Beale un gallerista, che lottano per la sua custodia. Dopo il nuovo matrimonio del genitori con Lincoln (Skarsgard) e Margo (Joanna Vanderham) la bambina continua a fare la vita di un pacco postale, sballottata da una casa all’altra, senza comprendere cosa succede nell’incomprensibile mondo degli adulti e usata come pedina per un gioco di ripicche e potere tra i suoi genitori. Maisie, però, riesce a trovare serenità proprio coi nuovi partner dei suoi.

Curiosità su Quel che sapeva Maisie

Per creare il suo personaggio, Julianna Moore dichiarò all’epoca di essersi ispirata a Courtney Love e a Patti Smith, due rockstar che sono anche madri. La sceneggiatura del film, scritta da Carroll Cartwright e Nancy Doyne, risale al 1995. All’epoca il primo era impegnato in una battaglia per la custodia della figlia ed era perciò particolarmente sensibile all’argomento affrontato nel libro di James. Secondo il regista McGehee, lo sceneggiatore ha preso a pretesto il romanzo, usandolo come una lente attraverso la quale raccontare la sua storia, e anche per questo l’ambientazione è contemporanea. Il problema principale nel riuscire a realizzarlo è stato quello di trovare produttori disposti a investire in un film con al centro una bambina piccola, che avrebbe comportato a causa sua ore ridotte di lavoro e tempi di lavorazione più lunghi. Alla fine, grazie all’interesse del produttore Charles Weinstock, sono stati coinvolti i due registi, convinti a realizzare il film dal fatto che la prospettiva sulla storia fosse quella della bambina e non dei genitori. Per trovare Onata Aprile ci sono volute otto settimane e oltre un centinaio di provini, e la scelta è stata fatta solo tre settimane prima delle riprese, con un breve periodo di prove assieme agli attori del film. Le canzoni cantate da Moore nel film sono di Alison Mosshart, cantante dei The Kills, con cui l’attrice si è preparata per la parte musicale.

Alla base del film: Il romanzo di Henry James "Ciò che sapeva Maisie"

All'origine del film c'è il romanzo dello scrittore americano naturalizzato britannico Henry James, intitolato “Ciò che sapeva Maisie” e pubblicato nel 1897 in due puntate nella rivista "The Chap-Book" e in una versione ridotta su "The New Review", e nello stesso anno, ma successivamente, in volume. Nel libro, che ebbe un grande successo, l'autore di "Ritratto di signora" e “Giro di vite” racconta appunto la storia di Maisie, figlia di genitori immorali e frivoli (qua sta la differenza principale coi personaggi del film) che dopo il divorzio se la rimpallano senza prestarle attenzione e tradiscono anche i loro nuovi compagni.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo