News Cinema

Wild Roots vince il Riviera International Film Festival

9

Si è concluso il 15 maggio con la partecipata masterclass di Casey Affleck il Riviera International Film Festival, riservato ad opere di registi under 35 e vinto dal film Wild Roots. Tutti i premi del Festival.

Wild Roots vince il Riviera International Film Festival

Si è concluso con la premiazione, dopo una partecipatissima masterclass del regista e attore premio Oscar Casey Affleck il RIFF - Riviera International Film Festival, che ha portato a Sestri Levante opere di finzione e documentarie realizzate da autori under 35. A vincere il premio principale e quello del pubblico, oltre a quello per il miglior attore a Gusztáv Dietz, è stato il film di Hajini Kis Wild Roots. Ma vediamo nel dettaglio i premi e gli eventi dell'ultimo giorno di questo interessante e seguitissimo festival.

Tutti i premi del RIFF - Riviera International Film Festival

È l’ungherese Wild Roots della regista Hajni Kis il film trionfatore del Riviera International Film Festival 2022, vincitore sia del premio principale per il miglior lungometraggio conferito dalla giuria, sia dell’Audience Award attribuito dal pubblico, nonché del riconoscimento al miglior attore, l’ex wrestler Gusztáv Dietz, alla sua prima esperienza davanti alla macchina da presa. Il successo di Wild Roots segue quello di un altro film ungherese, As far as I know di Nandor Lorincz e Balint Nagy, impostosi lo scorso anno. Tornando ai premi di questa sesta edizione del Riff, bottino doppio per il russo Unwanted, a cui vanno la menzione speciale ed il riconoscimento alla miglior regista, Lena Lanskih che ha partecipato alla cerimonia in collegamento diretto da Mosca, mentre migliori attrici ex aequo sono Mia Giraud e Antonija Belazelkoska, giovanissime protagoniste del macedone Sisterhood. Infine, va al francese The Braves, di Anaïs Volpé, lo Students Award attribuito dai ragazzi dell’Accademia09 che, con il loro entusiasmo, hanno letteralmente inondato la città contribuendo ad accrescere il successo del Riff 2022. Detto della sezione film che, da sempre, il Riff riserva ai registi under 35, il miglior documentario è Amuka, produzione belga ma realizzata dal filmmaker italiano Antonio Spanò, mentre lo Sky Nature Award, consegnato da Roberto Pisoni, Sky Entertainment Channels Senior Director, va al britannico Ride the Wave diretto da Martyn Robertson, e la menzione speciale è per Dead Sea Guardians degli israeliani Ido Glass e Yoav Kleinman.

Durante la cerimonia di premiazione, ospitata dall’ex convento dell’Annunziata in riva alla Baia del Silenzio, sono stati conferiti anche i premi speciali agli ospiti del Festival: la giornalista e attivista Rula Jebreal ha ritirato lo Human Star Award, all’ambientalista Andy Lipkis è andato il Planet Star Award mentre l’attore premio Oscar Casey Affleck e la costume designer Joan Bergin sono stati insigniti dell’Icon Award e Alessandro Gassmann, già in occasione della proiezione all’Ariston del suo ultimo film Il silenzio Grande, aveva ricevuto il Career Award, consegnato dalla dott.ssa Chantal Sciuto. Erano presenti tanti degli ospiti che si sono avvicendati nei giorni del Festival, tra cui Chiara Francini, Paolo Ruffini, Anna Safroncik. Nel complesso sono stati oltre 5mila i biglietti staccati per assistere alle tre masterclass, ai tredici talk, ai dieci film e altrettanti documentari in gara, ai nove film fuori concorso e per vedere da vicino i sedici grandi ospiti internazionali accorsi a Sestri Levante in questi sei giorni, per un’edizione che segna il definitivo salto di qualità e il consolidamento del Riviera International Film Festival nel panorama dei festival del cinema italiani.

Le dichiarazioni del presidente e del direttore esecutivo del Riff

Stefano Gallini Durante, presidente del Riff: "Sono molto soddisfatto di questa sesta edizione che ha letteralmente abbattuto tutti i record degli anni precedenti. Abbiamo avuto un riscontro di pubblico incredibile con moltissimi giovani presenti grazie, soprattutto, alla collaborazione con Accademia 09. Durante i giorni del Festival, Sestri Levante ha registrato alberghi, appartamenti e ristoranti pieni, e la gran parte degli eventi del Riff erano sold-out già da settimane. Un incremento significativo che, spero, possa sensibilizzare ancora di più il territorio e le istituzioni a credere con maggiore convinzione nel Riff, evento eccezionale che vuole rimanere e che vuole coinvolgere sempre di più la Riviera. Abbiamo avuto film di grandissima qualità e due giurie di assoluto prestigio, con nomi come Rula Jebreal, Casey Affleck, Chiara Francini e Andy Lipkis, e ospiti del calibro di Luca Zingaretti, Gabriele Muccino, Alessandro Gasmann e Paolo Ruffini. Queta è la dimostrazione che anche il cinema italiano si è accordo del Riff". Vito D’Onghia, direttore esecutivo del Riff: «Il record di ingressi certifica il successo del Festival e lo rilancia anche come volano turistico in vista delle prossime edizioni. In questi anni abbiamo portato a Sestri Levante ospiti internazionali, film di qualità e un calendario di eventi sempre più ricco. Dati che ci spingono a far crescere ancora il Riff mantenendo inalterato il tema che l’ha sempre caratterizzato: assicurare una vetrina di prestigio ai giovani registi in rampa di lancio".

(nella foto, Casey Affleck consegna alla regista di Wild Roots, Hajni Kis, il premio per il miglior attore a Gustav Diétz)

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo