News Cinema

Siccità, l’incontro delle solitudini raccontato da Paolo Virzì

19

Incontro con il regista livornese Paolo Virzì, che in Siccità presenta fuori concorso al Festival di Venezia la storia corale di personaggi soli e in cerca di risposte in una Roma prosciugata in più sensi. Il film arriverà al cinema il 29 settembre con Vision Distribution.

Siccità, l’incontro delle solitudini raccontato da Paolo Virzì

Sono in quindici, e si aggirano fin dalle prime ore della mattina al Lido di Venezia, nei luoghi della Mostra del Cinema. Sono “quelli di Siccità”, il nuovo film di Paolo Virzì che ripropone una coralità di personaggi e racconto che non frequentava dai tempi di Ferie d’agosto. All’epoca però i vacanzieri schierati politicamente fra destra e sinistra non avevano poi troppe angustie esistenziali, mentre in Siccità l’umanità non se la passa troppo bene. Specie a Roma, dove non piove da oltre un anno e il conto alla rovescia per l’interruzione dell’erogazione dell’acqua pubblica è ormai arrivato agli sgoccioli.

Mentre riguarda il presente, per ora ad altre latitudini, lo scontro fra chi affoga e chi muore di sete, la satira fin troppo realistica di Virzì arriva sull’onda dell’attualità, come dimostra la secca del Po. Anche se al regista livornese non piace la parola “dispotico”, mentre continua ad amare i suoi personaggi. Un film arrivato in un “momento difficile e molto ambizioso, anche un po’ pazzo”, come ha dichiarato incontrando con la consueta travolgente arte affabulatoria la stampa italiana. “Nelle condizioni in cui eravamo, in piena pandemia con l’Italia a colori, era difficile immaginarlo. Invece il produttore Mario Gianani ci ha subito incoraggiato e spinto per girarlo subito, anche se sembrava impossibile, mentre tutti eravamo soli nelle nostre case. Da cineasti sentiamo una piccola missione, raccontare il nostro tempo, le nostre vite e la nostra società. Come farlo con una formula giusta? Abbiamo cercato di rispondere a questa domanda mettendo al centro una visione fantascientifica, quella della Roma di dopodomani, non troppo spinta nel futuro. Tra le strade vuote ci sono venute nuove angosce indecifrabili, rabbia ma anche una paura costante: quella di non essere amati”.

Per metterlo in scena, Virzì, insieme agli altri sceneggiati Francesco Piccolo, Paolo Giordano e Francesca Archibugi, ha affollato “un disegno narrativo non semplice da gestire di personaggi in cui c’erano le risposte dalle nostre domande. La salvezza è immaginare interconnesse queste solitudini, il nostro destino è legato a quello degli altri. Se c’è una cosa che la pandemia ci ha insegnato è come sia ridicolo pensare in termini di confini nazionali, di “prima gli italiani”. I virus non vedono le frontiere. L’estinzione o meno dell’homo sapiens riguarda tutto il globo, accompagna le nostre vite, ma la politica non sa raccontarlo. Il nostro compito ci sembrava quello di costruire un mosaico narrativo che avesse la potenza del cinema. Dare risposte emozionando, arrivare a goderci insieme questa storia in sala, davanti al grande schermo”. Sarà possibile, dopo la presentazione a Venezia, farlo nei cinema italiani dal 29 settembre. Siccità sarà distribuito da Vision.

Parlando degli effetti speciali, il regista ha poi spiegato come il Tevere in secca sia stato girato “prima con dei droni dall’alto che hanno risalito il fiume, poi facendo lo stesso percorso sopra delle cave di sabbia nel quartiere romano della Magliana, per poi sovrapporle. Detto così sembra facile, ma ci hanno lavorato molte persone per mesi.”

Siccità ha senz’altro una dimensione spirituale che Virzì riconosce. “Qualcuno più religioso di me, che sono un livornese bestemmiatore, ha visto in questo film un’aria di preghiera e fede. Sempre viste da un laico senza certezza che ci sia un padre che si salva e ci ama, ma in fondo ci spera disperatamente”.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming