News Cinema

Limitless: spiegazione dettagliata del finale del thriller fantascientifico con Bradley Cooper

La conclusione del geniale film di Neil Burger interpretato anche da Robert De Niro si presta a svariate interpretazioni.

Limitless: spiegazione dettagliata  del finale del thriller fantascientifico con Bradley Cooper

La prima volta che abbiamo avuto il piacere di conoscere e intervistare Bradley Cooper, tanto American Sniper quanto A Star is Born dovevano ancora essere girati e perfino pensati, soprattutto il film con Lady Gaga, anche se, già all'epoca, il Phil di Una notte da leoni ci aveva messo a parte della sua intenzione di passare dietro alla macchina da presa. Era il 2011 e l'attore venne in Italia, paese di cui è originaria la sua mamma, per presentare Limitless, un film di Neil Burger che ha una premessa davvero interessante.
Thriller fantascientifico o tecno-thriller, Limitless racconta infatti la scalata al successo dello squattrinato Eddie Morra, che da scrittore in crisi di ispirazione diventa un uomo di successo brillante, elegante e poliglotta. Il merito è di una pillolina in cui si nasconde l'NZT-48, una droga che permette di amplificare il potenziale intellettivo e impiegare al 100% le capacità della nostra mente. Come nelle storie di sostanze illecite e stupefacenti, la dipendenza crea complicazioni e l'incauto Eddie si trova in un mare di guai.
Di Limitless, che è tratto dal romanzo di Alan Glynn "Territori oscuri", si è fatto un gran parlare in questi anni. L'argomento più dibattuto è certamente il finale. Se ancora non avete visto il film, leggete quanto segue non prima della conclusione dei titoli di cosa, altrimenti procedete indomiti con l’articolo. Intanto ecco il trailer del film, in cui noterete Robert De Niro - che con Bradley Cooper ha recitato anche nei tre film di David O. Russell Il lato positivo, American Hustle e Joy e Abbie Cornish.

Limitless: come finisce il film

A un anno di distanza dal disgraziato giorno in cui Eddie riesce prodigiosamente a liberarsi del mafioso russo Gennady e dei suoi due sicari, ritroviamo il personaggio di Cooper in splendida forma. E’ nel bel mezzo di una campagna elettorale che quasi certamente si concluderà con la sua nomina a senatore e indovinate un po’ chi incontra? Il number one di Wall Street Carl Van Loon (De Niro), che con aria di sfida gli confessa di aver capito il segreto del suo successo, di aver rilevato l'azienda che produce l'NZT di aver fatto chiudere il laboratorio che Eddie aveva finanziato per riuscire a produrre il "farmaco" in proprio. Eddie però ne sa una più del diavolo e dice a Van Loon di aver aperto altri laboratori e soprattutto di aver perfezionato l'NZT in modo da eliminare tutti gli effetti collaterali. Gli confida quindi di essere "pultito", ma di aver comunque conservato tutte le nuove connessioni e sinapsi che si erano create nel suo cervello assumendo il farmaco. Infine, per provare quanto ha detto, Eddie riesce a prevedere un incidente stradale un istante prima che accada e diagnostica un problema al cuore a Van Loon solo utilizzando il tatto.

Ma non finisce qui. Dopo aver dato una bella lezione a Van Loon, Eddie va al ristorante dove lo aspetta la sua splendida fidanzata (Abbie Cornish), le dice che le cose potrebbero andare meglio, dopodiché parla in mandarino con il cameriere del ristorante. Nel libro di Alan Glynn "Territori oscuri", invece, il protagonista andava incontro a un destino ben diverso: si rinchiudeva in una stanza d'albergo per terminare il suo libro aspettando di morire. Eddie, inoltre, di cognome non faceva Morra ma Spinola e, invece di combattere la mafia russa e il potere economico, si opponeva alla politica e all'FBI. Anche la droga aveva un altro nome: MTD e non NZT.

Eddie Morra si è davvero disintossicato dall'NZT-48?

Eddie ha giurato al Van Loon di Bob De Niro di essere diventato un genio anche senza la preziosa sostanza. Dobbiamo credergli? Alla sua bella l'aspirante senatore dice: "Sono un uomo nuovo". Sta mentendo? E se davvero l'uomo non si droga più, perché mai dovrebbe continuare a produrre l'NZT? Ora che si è buttato in politica, potrebbe anche abbandonare l'attività, a meno che non voglia avere un piano b nel caso le cose gli andassero male.
Secondo i più, Eddie ha mentito a Van Loon e continuerebbe a "farsi", e quegli occhi azzurri azzurri la dicono lunga. Come scrive Alessandro Zoppo sul sito nospoiler, "Questa teoria alternativa sul finale sarebbe resa esplicita dal primo episodio della serie TV spin-off Limitless realizzata da Leslie Dixon per CBS. Nell'episodio pilota, infatti, Eddie salva il giovane protagonista Brian (Jake McDorman) e gli confessa: Ho preso l'NZT negli ultimi 4 anni senza effetti collaterali, soltanto un mal di testa ogni tanto".
Esistono anche diverse teorie sulla maniera in cui Eddie possa aver assunto l'NZT. La più interessante suggerisce che Morra si serva di iniezioni in vena e prende spunto dalla scena della visita di Gennady, che è anche lui NZT-dipendente ma che, invece di fare uso di pasticche, utilizza una siringa. "Vedi" - dice a Eddie che praticamente rantola sul pavimento - "io la sciolgo in una soluzione, me la sparo, così va dritta al sangue e al cervello, e dura molto di più".
Qualcun altro è convinto che, sempre tramite una siringa, Mr. Morra si impianti la droga "all'interno del bulbo, dove si innesta la papilla dermica dei capelli, una zona ricca di vasi sanguigni e terminali nervosi". Questo spiegherebbe forse la frase che la sua ragazza Lindy gli dice al ristorante: "Non riesco ad abituarmi a quei capelli".



  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming