News Cinema

Il Regno: la vera storia della tangentopoli spagnola che ha ispirato il thriller

Il Regno, il film spagnolo che ha vinto sette premi Goya, interpretato da uno straordinario Antonio de La Torre, non specifica di cosa parla ma tocca nervi ancora scoperti della recente storia politica iberica: un clamoroso caso di corruzione.

Il Regno: la vera storia della tangentopoli spagnola che ha ispirato il thriller

Nel 2019 Il thriller politico Il Regno di Rodrigo Sorogoyen ha fatto giustamente incetta di premi Goya, vincendone 7, tra cui miglior regista, miglior attore protagonista (Antonio De La Torre) e sceneggiatura originale. Racconta una storia di ordinaria corruzione all'interno di un non definito partito politico e la lotta disperata del braccio destro del presidente per non essere l'unico capro espiatorio di uno scandalo che coinvolge tutti. Potrebbe essere accaduto ovunque e a chiunque, ma gli spettatori spagnoli sanno bene a cosa si riferisce la storia del film, avvenuta nella realtà dieci anni prima, ma le cui sentenze definitive sono arrivate contemporaneamente all'uscita del film.

Il caso Gürtel: la tangentopoli spagnola che ha ispirato Il Regno

Al centro dello scandalo che ha ispirato la storia de Il Regno, c'è il cosiddetto caso Gürtel, che coinvolse il Partido Popular, conservatore, a cui apparteneva il premier Mariano Rajoy. Si tratta di un'indagine, iniziata nel 2007, che ha dato vita a un faldone enorme e a numerose e pesanti condanne per tangenti, traffico di influenza, riciclaggio, finanziamenti illeciti versati al nero direttamente ai dirigenti del partito da costruttori ... tutto il consueto armamentario dei casi di corruzione politica. L'ex tesoriere del partito Luis Bàrcenas (a cui si ispira il protagonista del film) è stato condannato a 33 anni di carcere, la moglie a 15 e il responsabile del piano per il finanziamento illegale del Partito, l'uomo d'affari Francisco Correa Sanchez, a 13 anni. A far scoprire queste pratiche illecite è stato, nel  periodo delle elezioni municipali del 2003 nei comuni madrileni di Pozuelo de Alarcòn e Majadahonda, l'ex consigliere del PP in quest'ultimo comune e amico di Correa, José Luis Peñas, che denunciò di aver ricevuto illegalmente più di 260.000. Nei quasi dieci anni che hanno portato alla condanna dei principali imputati è successo di tutto: alcune intercettazioni invalidate, giudici licenziati e indagati defunti. A Bàrcenas è ispirato il film spagnolo B, la pelicula, di David Ilundain. La parola che dette il nome al caso, Gürtel, significa cintura e somiglia allo spagnolo Gurt, che ha lo stesso significato e che in spagnolo si dice anche Correa.

Antonio De La Torre: il protagonista de Il Regno

Nato a Malaga come Antonio Banderas, De La Torre è un ex giornalista sportivo la cui prima prova di attore al cinema arriva nel 1994, quando ha 31 anni, nel film I peggiori anni della nostra vita. Il primo premio Goya lo vince nel 2006 per Azuloscurocasinegro. Il pubblico italiano lo ricorda sicuramente per i suoi ruoli in Volvér e Gli amanti passeggeri di Pedro Almodòvar e per la sua collaborazione con Alex De La Iglesia, per cui ha interpretato Il giorno della bestia, La comunidad, Ballata dell'odio e dell'amore per cui è stato di nuovo candidato al Goya, e per la sua interpretazione nella miniserie inglese The Night Manager. Parlando de Il Regno, in occasione della presentazione al festival di San Sebastian, dove il film ha vinto la Concha de Plata, Antonio De La Torre ha dichiarato: "Per me è un riflesso della società. Non capisco chi non si interessa alla politica. Non esci per strada, non cammini sul marciapiede, non vai in ospedale? Questo è denaro pubblico o privato, è politica. Vivere nel 21esimo secolo è politico. Come adulti abbiamo la possibilità di puntare il dito o di assumerci la nostra responsabilità. Abbiamo provato a fare questo film per cambiare qualcosa. Il Regno non è il ritratto di un partito politico, ma quello di un'intera società attraverso un politico corrotto".

Il Regno: trama ufficiale e trailer del film

In un sistema corrotto che sopravvive e perdura negli anni, essere un politico è un privilegio per coloro che sanno giocare bene le proprie carte.
Una città costiera. 2007. Un gruppo di amici e colleghi di un partito politico si gode la bella vita, tra yacht lussuosi e ristoranti esclusivi. Le loro attività quotidiane includono riciclaggio di denaro, ridefinizione della funzione dei territori, brevi viaggi a Madrid e scambi di favori con uomini d'affari della zona.
Manuel è un influente vice segretario regionale che ha tutte le carte in regola per diventare il nuovo Presidente della Regione e di conseguenza fare il gran salto e arrivare a Madrid, alla politica nazionale. Ma vede il proprio mondo sgretolarsi a causa di una fuga di notizie che incastra lui e Paco, amico e collega del partito in uno scandalo per corruzione...



  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming