News Cinema

Emergency e il lato oscuro della Sanità al Pesaro Film Festival

L’impegno sociale di Emergency al centro della serata a Pesaro, con la proiezione di un corto documentario sull’intervento della onlus in Calabria durante la pandemia di Covid-19.

Emergency e il lato oscuro della Sanità al Pesaro Film Festival

In equilibrio precario, con dei tagli che anno dopo anno la mettono a dura prova con constante cocciutaggine. Benvenuti nella Sanità italiana, ma anche in quella europea. Nonostante un parziale rimbalzo di finanziamenti, dovuti al dramma della pandemia, si riduce la portata d’intervento di quello che è (era?) uno dei migliori servizi sanitari al mondo. 

Tutto questo è stato raccontato al Pesaro Film Festival in una serata speciale in Piazza a cura di Emergency, charity partner della manifestazione dopo una collaborazione lunga anni, nel corto documentario The Dark Side of Noon di Federico Greco e Mirko Melchiorre, già autori (insieme ad Adriano Cutraro) nel 2017 di Piigs, sulle “cause e i riflessi dell’austerità sulla società europea, in particolare del Sud Europa”.

Uno spaccato sulla condizione della sanità pubblica italiana, il corto raccoglie anche una testimonianza da parte di Gino Strada, fondatore di Emergency e scomparso lo scorso anno. “In Italia c’è un problema con i cittadini che non sono registrati, chiamati stupidamente irregolari, che di fatto non hanno accesso alla sanità. Sono invisibili. C’è anche un problema di diversi milioni di italiani, più di cinque, che non possono permettersi di curarsi come dovrebbero per ragioni economiche. Non ce la fanno a pagare per la propria salute”.

Così ci hanno raccontato la genesi del progetto gli autori. “Nel novembre 2020 abbiamo avuto l’opportunità di seguire un’operazione di Emergency all’Ospedale di Crotone, entrando con le telecamere nelle unità subintensive. Da lì è nata l’idea di realizzarne un corto documentario, anche se abbiamo in progetto di sviluppare poi anche un lungo. Abbiamo cercato di mettere in luce il paradosso vissuto con l'arrivo del Covid-19: lo stato non è riuscito a gestire l’onda d’urto e ha dovuto chiedere aiuto a Emergency. Nel corto parliamo della situazione in due realtà parallele apparentemente opposte, una ricca e una in difficoltà come Lombardia e Calabria. Con quest'ultima che, insieme ad altre realtà del sud, che è origine di emigrazione sanitaria verso le regioni del nord. Un giro d’affari di 5 miliardi ogni anno. Quando un calabrese va a farsi curare a Milano, la regione di origine paga quella di destinazione. Questo è, tecnicamente, parassitismo sanitario”.

Federico Greco e Mirko Melchiorre denunciano la sempre maggiore "libertà che viene data alle privatizzazioni della sanità", supportando questa visione con una serie di dati. "Dal 2010 al 2017 la sanità pubblica italiana è stata definanziata di 37 miliardi di euro, con colori politici diversi, da Monti a Conte. Eravamo intorno al 6,6 % di investimento pubblico sul Prodotto Interno Lordo, poi durante la pandemia è stato alzato di 0,5%, ma adesso nel 2023 si progetta di tornare a una spesa inferiore al periodo precedente all’ondata di Covid-19, fino al 6,1 o 6,3 per cento. Questo allarme che solleviamo era una delle grandi battaglie di Gino Strada, inascoltato. Ha sempre detto che la salute deve essere svincolata dal profitto, permettendo un accesso universale alle cure, gratuito e di qualità”.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • critico e giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo