News Cinema

Effie Gray: La storia vera dello scandalo vittoriano raccontata nel film con Dakota Fanning

3

Effie Gray - Storia di uno scandalo, film del 2013 scritto da Emma Thompson e diretto da Richard Laxton, con Dakota Fanning, Greg Wise, Tom Sturridge, Claudia Cardinale e Riccardo Scamarcio, racconta la vera storia della ribellione di una donna ad un matrimonio senza amore e senza sesso.

Effie Gray: La storia vera dello scandalo vittoriano raccontata nel film con Dakota Fanning

Effie Grey, film del regista inglese Richard Laxton racconta la storia vera di Euphemia "Effie" Gray, una giovane nobildonna inglese protagonista in epoca vittoriana di uno dei più grandi scandali del mondo dell'arte. Laxton non è l'unico ad aver raccontato questa vicenda, ma il primo a farlo in un lungometraggio, scritto e prodotto da Emma Thompson, che interpreta anche Lady Eastlake, e con un un cast eccezionale: oltre alla protagonista Dakota Fanning, ci sono Greg Wise (John Ruskin), Tom Sturridge (nel ruolo di Millais) e grandi nomi del cinema inglese come Robbie Coltrane, Derek Jacobi, Julia Walters, James Fox e i nostri Claudia Cardinale e Riccardo Scamarcio nella parte ambientata a Venezia. Ma vediamo chi era Effie Gray e perché si parla ancora di lei.

Effie Gray e l'insolito triangolo

Vissuta tra il 1828 e il 1897, Euphemia Chalmers Gray, conosciuta come Effie Gray, era una nobildonna scozzese, moglie in seconde nozze del grande pittore pre-Raffaellita John Edward Millais, di cui tutti conosciamo almeno l'Ophelia. Il suo “triangolo” amoroso fece scalpore perché avvenne dopo quasi sei anni di un matrimonio bianco e alla fine lei si ribellò alle convenzioni dell'epoca vittoriana e piuttosto che passare una vita infelice al fianco del rinomato e ricco critico d'arte, saggista, filosofo, filantropo, incisore e acquarellista John Ruskin, chiese e ottenne l'annullamento delle nozze. Ruskin era figlio di un amico di famiglia ed Effie lo conosceva da tempo. Pure se molto diversi nel carattere e nelle aspirazioni, finirono per sposarsi quando lei aveva 20 anni e lui 29. Il matrimonio li vide frequentare insieme la società e viaggiare, ma mentre lei si recava a feste e balli, lui si rinchiudeva in camera a lavorare senza curarsi di quello che faceva la moglie. A dividerli per sempre, all'insaputa di chi li conosceva, era il patto - che lui le aveva imposto - di non avere rapporti intimi per cinque anni.

Un matrimonio senza sesso

Il motivo principale portato da Ruskin a sostegno di questa bizzarra decisione era che non voleva distrazioni dal lavoro. Ma, come scrisse lei alla fine in un'accorata lettera al padre, c'era di più: “Addusse varie ragioni: l'odio verso i bambini, motivi religiosi, il desiderio di preservare la mia bellezza e infine quest'ultimo anni ha rivelato il vero motivo: che aveva immaginato le donne molto diverse da quello che vide che io ero, e il motivo per cui non fece di me sua moglie fu perché fu disgustato dalla mia persona quella prima sera”. Questa la versione di lui: “Può sembrare strano che mi sia astenuto da una donna che per tanti era molto attraente. Ma, anche se il suo viso era bello, il suo corpo non era formato in modo da suscitare passione. Al contrario, c'erano certe circostanze nel suo fisico che la cancellavano completamente”. Sulla sessualità di Ruskin sono state ovviamente fatte molte ipotesi, tra cui quella che fosse un pedofilo, attratto da donne non ancora sviluppate. A dare corpo a questa voce la sua dichiarazione riferita a Rose La Touche, una giovane ragazza che lui aveva chiesto di sposare dopo la fine del suo matrimonio con Effie, di essersi innamorato di lei quando aveva 9 anni. I genitori di Rose si informarono direttamente da chi lo conosceva meglio, Effie, e lei dipinse un ritratto tanto negativo dell'ex marito che negarono il consenso. Non si conoscono comunque relazioni intime di John Ruskin con una donna.

Effie Gray e l'amore della sua vita, John Edward Millais

Mentre era ancora "nominalmente" sposata con Ruskin, Gray fece da modella per il volto della donna nel quadro di John Everett Millais, The Order of Release. La relazione tra i due nacque quando Millais li accompagnò in un viaggio in Scozia per dipingere il ritratto di Ruskin, che li lasciava continuamente soli, concentrato esclusivamente sui suoi studi. Tornata a Londra, Effie scappò e chiese l'annullamento del matrimonio, concesso nel 1854 per “incurabile impotenza” di lui. La nobile società dell'epoca, in cui Ruskin e Gray erano ben inseriti e molto presenti, dopo l'annullamento del matrimonio discriminò soprattutto lei, che fu per sempre bandita dagli eventi in presenza della regina Vittoria. Nel 1855 Effie sposò John Edward Millais ed ebbero insieme 8 figli. Lei gli fece da modella e da manager, e quando Millais abbandonò lo stile preraffaellita dipinse spesso la sua famiglia, figli e nipoti. Effie morì sei mesi dopo il suo grande amore, all'età di 69 anni.

Leggi anche Effie Gray: Dakota Fanning ci racconta la sua esperienza nel film in costume

Effie Gray - una storia vera che ha affascinato il cinema e non solo

Effie Gray di Richard Laxton è l'ultimo in ordine di tempo a raccontare la storia di questa eroina vittoriana. Esiste addirittura un cortometraggio del 1912 (non troppo lontano dall'epoca della storia) intitolato The Love of John Ruskin. Nel 1975 ne ha parlato una serie della BBC dedicata ai pittori pre-Raffaelliti intitolata The Love School. Nel 1983, nel dramma radiofonico Dear Countess, Derek Jacobi - che è nel film di Laxton - interpretava John Ruskin. È del 1994 il cortometraggio di Alex Chappel The Passion of John Ruskin, dove Effie Gray è interpretata da un'altra americana come Dakota Fanning, Neve Campbell. Nel 1995 sulla storia di Ruskin, Gray e Millais viene composta un'opera lirica di David Lang, intitolata Modern Painters. Effie compare poi in un altro radiogramma, del 1994, intitolato Parrots and Owls. A teatro la pièce The Countess di Gregory Murphy parla della fine del matrimonio tra Ruskin e Gray. In un terzo radiodramma, del 1998, intitolato The Order of Release (dal nome del quadro in cui per la prima volta Millais raffigura Effie), David Tennant interpreta il pittore. Del 2003 è la pièce teatrale Mrs. Ruskin di Kim Morrissey, incentrata sulla fine del matrimonio e il rapporto di Gray con l'invadente madre del marito. Sempre la BBC torna a visitare la storia in forma di serial in sei parti intitolato Desperate Romantics, del 2009, dedicato ai pre-raffaelliti, dove Grey è interpretata da Zoe Tapper. Dal punto di vista letterario è del 1970 il romanzo di Eva McDonald “John Ruskin's Wife”, mentre in una raccolta di racconti del 2002 di Emma Donoghue compare la storia “Come, Gentle Night”, incentrata proprio sull'infelice prima notte di nozze di Ruskin e Gray.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming