News Cinema

Daniel Day-Lewis si è davvero ritirato? Parla il regista Jim Sheridan, suo grande amico

5

Jim Sheridan, che l'ha diretto tre volte, incluso in Il mio piede sinistro, è triste come il pubblico: pare proprio che il ritiro di Daniel Day-Lewis sia questa volta definitivo. "L'esperienza degli spettatori è cambiata".

Daniel Day-Lewis si è davvero ritirato? Parla il regista Jim Sheridan, suo grande amico

Dopo il bellissimo Il filo nascosto, sappiamo che Daniel Day-Lewis ha tenuto fede alla sua promessa: ha smesso di lavorare, non ha più accettato alcun impegno. Erano anni che lo prometteva, per poi tornare sui suoi passi, ma alla fine ha abbracciato questa necessità sul serio. Tanti appassionati di cinema sperano che ci ripensi, ma il sentimento è condiviso da chi ha lavorato con lui, come Jim Sheridan: l'autore irlandese l'ha diretto tre volte, per tre film di grande valore, e ha detto a ScreenDaily come stanno le cose. Leggi anche Gangs of New York: Daniel Day-Lewis e la preparazione maniacale per diventare Bill il Macellaio

Jim Sheridan su Daniel Day-Lewis: "Dice che ha chiuso, io continuo a parlargli"

Jim Sheridan ha diretto Daniel Day-Lewis in Il mio piede sinistro, Nel nome del padre e The Boxer, forieri per l'attore di due nomination all'Oscar come miglior attore protagonista, con la statuetta vinta per il primo. Day-Lewis non si è visto più sullo schermo dopo Il filo nascosto del 2017, diretto da Paul Thomas Anderson. A W Magazine anni fa l'attore, oggi sessantaseienne, disse: "Volevo tracciare una linea. Non volevo essere risucchiato in un altro progetto. Per tutta la vita avevo bofonchiato che volevo smettere di recitare, e non so perché questa volta è stata diversa, l'impulso ha preso piede, è diventata una compulsione. Dovevo farlo." Nessuno nella sua cerchia però l'ha dimenticato, né Martin Scorsese, che ha da poco ricevuto dalle sue mani il premio della National Board of Review e gli ha espresso il desiderio di tornare a lavorare con lui, se volesse. Non demorde appunto nemmeno Sheridan, che dice:

Dice che ha chiuso. Io continuo a parlare con lui. Mi piacerebbe fare ancora qualcosa con lui. È come tutti noi. Apre le piattaforme streaming e ci sono settemila scelte, nessuna buona. Il cinema è uscito dalla dimensione pubblica ed è entrato in quella privata: hai il telecomando, puoi fermarlo. È un'esperienza diversa. Sarebbe bello rivedere Daniel impegnato in qualcosa, perché è troppo bravo.
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming