News Cinema

Bridget Jones 4, Hugh Grant è entusiasta della sceneggiatura: "La migliore dell'intera saga, ecco perché"

10

Hugh Grant fa slittare alle stelle le aspettative per Bridget Jones: Mad About the Boy. Il quarto capitolo cinematografico delle disavventure della single nata dalla penna di Helen Fielding, secondo l'attore, sarà il migliore dell'intero franchise.

Bridget Jones 4, Hugh Grant è entusiasta della sceneggiatura: "La migliore dell'intera saga, ecco perché"

Il quarto film della saga dedicata alla single più pasticciona di sempre inizierà con un gran colpo di scena. O meglio, un capovolgimento rispetto a Bridget Jones's Baby (2016). In quest'ultimo, infatti, la protagonista (Renée Zellweger) partecipava al funerale del playboy incallito Daniel Cleaver (Hugh Grant), per poi coronare il suo sogno d'amore con il romantico Mark Darcy (Colin Firth). L'imminente Bridget Jones: Mad About the Boy si prepara, si diceva, a sparigliare le carte: il perfido Cleaver tornerà a tentare la vulcanica Bridget mentre Darcy è tristemente passato a miglior vita.

Hugh Grant, intervistato da Entertainment Tonight, ha confermato il proprio coinvolgimento nel sequel targato Universal e Working Title. Non solo: ha regalato ai fans grandi aspettative sul film, atteso nelle sale di tutto il mondo e su Peacock per il 14 febbraio 2025. L'attore ha letto la sceneggiatura e l'ha trovata semplicemente entusiasmante.

È molto commovente e allo stesso tempo divertente. È in parte basato sull'esperienza di Helen Fielding, autrice del Diario di Bridget Jones, di aver allevato due figli da sola dopo la morte del marito. E così Bridget sta allevando due figli e si chiede se dovrebbe ricominciare ad uscire con qualcuno... È un'ottima sceneggiatura.

In effetti, ha aggiunto la star di Notting Hill, potrebbe essere lo script migliore dell'intero franchise: "Vi dirò una cosa, penso che questa sceneggiatura sia la migliore delle quattro. E, in effetti, una delle migliori sceneggiature che abbia letto da molto tempo". Raggiunto da People, inoltre, il divo inglese ha svelato che lui e Renée Zellweger, nel corso degli anni, sono rimasti in contatto: "Ho incontrato Renée di tanto in tanto negli ultimi 10 anni. Sembra che ci connettiamo sempre a meraviglia."

Bridget Jones: Mad About the Boy seguirà la trama del romanzo dal quale è tratto, così come i precedenti Il Diario di Bridget Jones (2001) e Che Pasticcio, Bridget Jones! (2004). La Jones ha 51 anni ed è madre di due figli, che cresce da sola dopo la scomparsa del suo amato marito Mark. Incoraggiata dagli amici, proverà a rimettersi in gioco nel mondo degli appuntamenti e, dopo una serie di 'match' disastrosi, incontra online il 29enne Roxster, col quale inizia una relazione.

È difficile immaginare Bridget senza il suo Mark. Chissà se il ritorno in scena di Daniel Cleaver sarà sufficiente per tirare su i fans dal mancato lieto fine per la loro beniamina. Una cosa è certa: Hugh Grant non si aspettava che il quarto film andasse in porto. Né che il suo personaggio, che si presumeva morto in un incidente aereo, sarebbe tornato in pista. Malgrado, alla fine del terzo film, un articolo di giornale confermasse il ritrovamento dell'uomo vivo e vegeto. "Tutto è nato all'improvviso - ha commentato Grant - Helen Fielding ha scritto un altro libro. Se tutto va bene, non siamo troppo vecchi. Non faccio molto stavolta, ho solo alcune scene."

Il lungometraggio in arrivo vedrà Michael Morris dietro la macchina da presa e, nel cast, un altro apprezzatissimo comeback. Si tratta di Emma Thompson, che nel terzo capitolo (di cui ha anche co-scritto la sceneggiatura) ha prestato il volto alla dottoressa Rawling, ginecologa della Jones. Segnaliamo poi le new entry Chiwetel Ejiofor e Leo Woodall.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming