News Cinema

Big Eyes: la vera storia dietro al film di Tim Burton con Amy Adams e Christoph Waltz

10

Big Eyes di Tim Burton ha raccontato la storia vera di Margareth e Walter Keane.

Big Eyes: la vera storia dietro al film di Tim Burton con Amy Adams e Christoph Waltz

Big Eyes di Tim Burton è la storia di una relazione decisamente disfunzionale, quella tra il pittore Walter Keane (Christoph Waltz) e la pittrice Margaret Keane (Amy Adams), sua moglie tra il 1955 e il 1965: in questo periodo scoppiò il fenomeno dei quadri che ritraevano persone, soprattutto bambini, con occhi grandi e sproporzionati. Walter divenne celebre per queste opere, ma in realtà era stata Margaret a realizzarle. Il film del 2014 ha narrato appunto questa situazione e la conseguente, crescente tensione tra i due, diventata poi pubblica. Amy Adams ha anche portato a casa un Golden Globe come miglior attrice in una commedia. Come andarono effettivamente le cose?

Big Eyes, Walter e Margaret prima di incontrarsi

Margaret (Peggy Doris Hawkins), nata nel 1927, aveva cominciato a dipingere già a dieci anni, abbracciando l'arte del tutto a 18 anni, lavorando su soggetti kitsch: donne, bambini, animali da compagnia. Dopo aver seguito per un anno la Traphagen School Of Design di New York, si specializzò in ritratti. Prima di conoscere Walter Keane, sposò Frank Richard Ulbrich, dal quale ebbe una figlia (la Jane del film) e dal quale divorziò nei primi anni Cinquanta.
Walter Keane invece, nato nel 1915 in Nebraska, non ebbe da subito la vocazione di artista: si guadagnò da vivere inizialmente vendendo scarpe, poi si tuffò nel mercato immobiliare insieme alla sua prima moglie Barbara, negli anni Quaranta. Nel 1948 i due ebbero l'idea di fondare una piccola azienda di giocattoli educativi finalizzati a insegnare francese ai più piccoli: parte dell'offerta erano dei pupazzi dagli occhi larghi, guardacaso. Ogni attività commerciale terminò nel 1952, quando Walter decise di darsi del tutto alla pittura e divorziò. 


Big Eyes, Walter e Margaret insieme

Walter e Margaret s'incontrarono nel 1953. L'episodio raccontato nel film, l'incontro sulla North Beach, quando Walter apprezza il quadro che lei sta realizzando, è stato ricostruito secondo i ricordi dello stesso Walter: il film lo sposta più in avanti nel tempo, nel 1958. La prima mostra in cui Walter spacciò i dipinti della moglie come suoi ebbe luogo nel 1957 a Manhattan, con un apprezzamento via via crescente fino al 1965, quando Walter fu addirittura intervistato e celebrato dalla rivista LIFE, paragonandosi addirittura a El Greco. Persino Andy Warhol ebbe parole di rilievo per le capacità commerciali di Keane nel piazzare la sua arte e farla diventare fenomeno di massa. In effetti i critici d'arte avevano un basso apprezzamento per il lavoro che ritenevano di Walter, al punto che l'enorme quadro "Tomorrow Fever" realizzato per la New York's World Fair del 1964, con i tipici bambini dai grandi occhi moltiplicati su una grande superficie, portò al sarcasmo diversi specialisti: nel film diventa l'episodio scintilla che fa degenerare del tutto la violenza domestica dei due coniugi, tanto che in effetti divorziano l'anno successivo.
A questo punto nel lungometraggio i tempi sembrano comprimersi: nella realtà Margaret dichiarò in radio di essere sempre stata l'autrice dei quadri solo nel 1970, ed ebbe luogo nel 1986 il famoso processo in cui il giudice chiese a Walter e Margaret di dipingere i quadri nell'aula di tribunale. Peraltro quattro anni dopo, nel 1990, in appello le fu negato il risarcimento di quattro milioni di dollari stabilito in quel procedimento, ma fu confermata la condanna per diffamazione a Walter, che come nel film non fu in grado di dipingere alcunché durante il processo, millantando scuse.

Big Eyes, Walter e Margaret lontani

Dopo il divorzio, Margaret si spostò alle Hawaii e divenne Testimone di Geova, sposandosi nel 1970 col giornalista sportivo Dan McGuire. Continuò a lavorare e accettò commissioni per ritratti da famosi divi di Hollywood come Natalie Wood e Jerry Lewis: nel 1990, a questo punto non del tutto per caso, eseguì un ritratto della top model Lisa Marie, per conto del suo allora compagno... Tim Burton! Attualmente in una casa di riposo, è tuttora proprietaria di una sua galleria a San Francisco.
Anche Walter Keane si risposò nel 1965, avendo altri due figli nei primi anni Settanta a Londra, ma non ebbe modo di proseguire con alcuna carriera: è morto in California nel 2000, a 85 anni.



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming