News Cinema

French Kiss: i segreti della rom-com con Meg Ryan che ha paura di volare

Nel 1995 ottenne un grande successo la commedia con Meg Ryan e Kevin Kline French Kiss, diretta da Lawrence Kasdan. Dietro le quinte e curiosità del film con quella che era allora la fidanzatina d'America.

French Kiss: i segreti della rom-com con Meg Ryan che ha paura di volare

Nel 1995 uscì al cinema con grande successo French Kiss, un'avventurosa commedia romantica firmata da Lawrence Kasdan con quella che all'epoca era la fidanzatina d'America, Meg Ryan, in coppia con un attore brillante come Kevin Kline che aveva già mostrato le sue virtù comiche in Un pesce di nome Wanda, per cui aveva vinto l'Oscar. Il fidanzato di lei nel film è interpretato da un altro premio Oscar, Timothy Hutton, e - dal momento che il film si svolge per lo più in Francia - nel cast ci sono anche due grandi comédiens francesi come Jean Reno (l'ispettore) e François Cluzet (il ladro Bob).

French Kiss: la trama e il trailer del film

Kate, una meticolosa e salutista insegnante di storia, vive in Canada col fidanzato Charlie (Hutton), un medico. Mentre aspetta che le arrivi la cittadinanza canadese, prepara il matrimonio e l'acquisto della sua prima casa, con tanto di staccionata bianca. Quando Charlie le chiede di accompagnarlo a Parigi per una conferenza, rifiuta per la sua paura di volare e l'intolleranza ai latticini, al fumo passivo e ai francesi in generali. Ma quando Charlie da Parigi le chiama per dirle che si è innamorato di una bellissima dea francese, Juliette, e non tornerà a casa, decide di partire. Sull'aereo è seduta vicino a un francese piuttosto indiscreto Luc, (Kline) la cui sola presenza le dà sui nervi. Ma a forza di vodka e di inviti a godersi la vita riesce a farla rilassare. L'uomo è in realtà un ladro che, a insaputa di lei, una volta sbarcati a Parigi, le infila nella borsa una collana di diamanti e un tralcio di vite con cui intende iniziare un proprio vigneto...

Meg Ryan - La Doris Day degli anni Novanta

In una recensione dell'epoca di French Kiss sul Washington Post, un critico piuttosto severo scriveva:

In French Kiss riconosciamo un genere inconfondibile. Quello dei film di Meg Ryan. Qualunque sia la storia, qualunque sia la situazione, Ryan – la Doris Day degli anni '90 – trova l'amore e la felicità. Come avviene con Julia Roberts, quasi tutti provano simpatia per Ryan col suo nasino tondo e le sue fossette. Emana carineria come da una glandola pituitaria iperattiva. È così briosa che dovrebbe pattinare sul ghiaccio in rappresentanza dell'America. E nell'ultimo film di Lawrence Kasdan ci dà né più né meno che se stessa.

Per quanto espresso con troppa acrimonia, in quello che scrive questo signor Desson Howe, c'è del vero. Negli anni Novanta Meg Ryan era la ragazza più graziosa e amata d'America, e la sua vivacità conquistava i cuori degli spettatori che la volevano protagonista di sempre più commedie romantiche, spesso con partner più anziani e neanche lontanamente avvenenti come lei. Tutti ricorderanno la Carol di Top Gun, ma a lanciarla definitivamente fu la deliziosa commedia sci-fi di Joe Dante Salto nel buio, remake alla lontana di Viaggio allucinante, dove affiancava quello che nel 1991 sarebbe diventato suo marito, Dennis Quaid. Nel 1989 la consacrazione definitiva le arrivò da Harry ti presento Sally, una commedia capolavoro, dopo di che, con qualche breve deviazione (come in The Doors di Oliver Stone), fu protagonista di una lunga serie di rom-com: Insonnia d'amore con Tom Hanks, Genio per amore con Tim Robbins, Innamorati cronici, C'è [email protected] con te ancora con Hanks. Negli anni Duemila Meg è riapparsa decisamente cambiata per gli interventi di chirurgia plastica subiti e ha mostrato di prediligere la tv al cinema (o forse è il cinema che non la vuole più). Ma è sempre bello e divertente vederla in film come French Kiss e gli altri, quando era davvero la fidanzatina d'America.

French Kiss: alcune curiosità sul film che forse non conoscete

  • Il bravissimo interprete maschile del film, Kevin Kline, non ha difficoltà con le lingue, come aveva dimostrato esibendosi in italiano in Un pesce di nome Wanda (purtroppo diventato spagnolo nel doppiaggio) e in Ti amerò... fino ad ammazzarti, dello stesso Kasdan, dove era un italiano. È dunque perfettamente in grado di parlare francese, che ha studiato al liceo e in seguito ha perfezionato. In French Kiss subentra a un attore francese doc come Gerard Depardieu, prima scelta per il ruolo.
  • La paura di volare, come ben sa chi ha letto un po' di Freud e il classico femminista “Paura di volare” di Erica Jong, è essenzialmente paura del sesso o in generale di lasciarsi andare alle proprie pulsioni più istintive. Nella realtà sono in molti a soffrire di questa fobia, che costringe coloro che ne sono affetti seriamente a viaggi lunghissimi via terra e nave pur di non salire nell'alto dei cieli.
  • Il regista Lawrence Kasdan all'epoca aveva una serie di successi alle spalle come lo splendido noir Brivido caldo, l'epocale Il grande freddo, sua prima collaborazione con Kevin Kline, il western Silverado, la commedia Ti amerò... fino ad ammazzarti, Turista per caso e Grand Canyon. Accettò di realizzare French Kiss solo perché la preparazione di un altro western, Wyatt Earp con Kevin Costner, si stava prolungando, non avrebbe per una volta dovuto scrivere la sceneggiatura (che è di Adam Brooks) e la lavorazione gli avrebbe permesso di trascorrere una bella vacanza in Francia con la famiglia. Dopo November Man del 2012 Kasdan è tornato a fare lo sceneggiatore a tempo pieno, lasciando le redini della regia al figlio Jake Kasdan. Lawrence Kasdan è famosissimo per aver scritto L'impero colpisce ancora, Star Wars – Il risveglio della forza e Solo: A Star Wars Story. Sua anche la sceneggiatura del bellissimo film con John Belushi, Chiamami Aquila. In tutti ha collaborato sei volte con Kevin Kline, il suo attore feticcio.
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo