News Cinema

Diabolik: i Manetti Bros. su Giacomo Gianniotti, nuovo protagonista del secondo e del terzo film

Al Salone del Libro di Torino i Manetti Bros. raccontano la scelta dell'italo-canadese Giacomo Gianniotti al posto di Luca Marinelli per i prossimi 2 film di Diabolik e parlano degli ultimi due film della trilogia.

Diabolik: i Manetti Bros. su Giacomo Gianniotti, nuovo protagonista del secondo e del terzo film

Ospiti al Salone del Libro di Torino, in un incontro organizzato dall'Accademia dei David di Donatello, Antonio e Marco Manetti, meglio noti come Manetti Bros., hanno parlato diffusamente della loro trilogia dedicata a Diabolik e della scelta di sostituire il protagonista, nel primo film interpretato da Luca Marinelli e che, nei due film (l'ultimo dei quali stanno terminando di girare in Calabria, tra Palmi e Praia a Mare), avrà invece il volto dell'attore italo-canadese Giacomo Gianniotti. Il motivo di questo cambiamento non è certo dovuto alla loro insoddisfazione per la performance di Marinelli, ma si è reso necessario per un conflitto di date che ha visto l'attore italiano impegnato sul set di Le otto montagne, film da poco presentato al Festival di Cannes, mentre loro stavano per girare i due sequel.

Diabolik 2 e 3: le novità e chi è il nuovo protagonista, Giacomo Gianniotti

Nel reportage pubblicato sul sito dei David di Donatello a firma Elisa Grando, sono riportate diverse dichiarazioni rilasciate dai Manetti Bros. durante l'incontro con loro al Salone del Libro di Torino, ripartito dopo il periodo più buio della pandemia con grande partecipazione di pubblico e ospiti. Lo stesso momento in cui i registi hanno ricevuto una serie di provini video e sono rimasti colpiti "dallo sguardo e dall'aspetto fisico di Giacomo Gianniotti. Trovavamo che fosse molto Diabolik".

Ma chi è l'attore scelto per sostituire Luca Marinelli, all'epoca impegnato sul set di Le otto montagne? Nato a Roma il 19 giugno 1989, Giacomo Gianniotti è, come denuncia il nome, un attore italiano con cittadinanza canadese, cresciuto tra Roma e Toronto, dove si è trasferito giovanissimo con la famiglia. Il suo esordio al cinema, a soli 10 anni, lo fa in Italia, ne La bomba di Giulio Base, con Vittorio Gassman e Shelley Winters. In Canada, dove ha studiato recitazione, ha calcato le tavole del palcoscenico ed è apparso in molte serie tv. Chi ha seguito Grey's Anatomy lo avrà sicuramente visto, nell'undicesima e dodicesima stagione della longeva serie, nel ruolo del dottor Andrew DeLuca. Al cinema, Gianniotti ha interpretato un ruolo in Race - I colori della vittoria, prima di tornare nel suo paese di origine per Diabolik 2 e 3. Ha anche doppiato un personaggio minore in Luca, il film Pixar: un pescatore che ha il suo stesso nome. Attore di formazione americana, "sul set è capace di cambiare completamente" - hanno detto i Manetti, aggiungendo l'aneddoto per cui l'attore non si staccava mai dal coltello di Diabolik, in un'immedesimazione col lato oscuro del personaggio sorprendente per un uomo che i registi definiscono come "molto solare".

I Manetti Bros. hanno raccontato di aver avuto l'opportunità di girare gli altri due film della prevista trilogia di Diabolik ancora prima dell'uscita del primo. Da sempre appassionati del fumetto, i due fratelli romani sono riusciti a portarlo al cinema dopo il grande successo di Ammore e malavita, che nel 2018 ha vinto il David di Donatello. E chi pensa che i premi non servano dovrebbe ricredersi, visto che solo allora i Manetti, considerati autori di genere di film a basso budget, si sono visti approvare il progetto. Quanto al tono scelto per il film, che ad alcuni ha fatto storcere il naso, la risposta è semplice. Per loro Diabolik è il lato oscuro di James Bond e chi si aspettava un cinecomic, un Marvel italiano, "probabilmente non ha mai davvero letto il fumetto". L'approccio ha chiesto anche uno stile diverso da quello a cui i Manetti ci hanno negli anni abituato:

Di solito facciamo un cinema meno estetizzante, più “guerriglia”, invece stavolta la cosa che ci ha divertiti è stato proprio ricreare gli ambienti e lo stile vintage del fumetto, oggetto per oggetto, insieme alla nostra scenografa Noemi Marchica. Oltre alla vittoria di Manuel Agnelli per la Miglior Canzone con La profondità degli abissi, ci hanno fatto molto piacere anche le altre 10 candidature al David di Donatello per gli aspetti più estetici, come la scenografia, i costumi e il trucco: dimostrano che il nostro lavoro è arrivato. E la nomination al David Giovani prova che le giovani generazioni non amano il cinema di una volta solo perché non lo vedono. Se glielo facciamo vedere, piacerà.

Quanto ai prossimi due film, che concluderanno la trilogia dedicata al personaggio di Diabolik, creato dalle sorelle Giussani, i Manetti hanno riassunto 60 anni di fumetti in 3 film e promettono "il pacchetto completo di chi sono Diabolik, Eva e Ginko" e molto spazio al personaggio di Eva, il cui punto di vista è fondamentale nel fumetto, non a caso scritto da due donne,  così come lo è nei film. Intanto aspettiamo con curiosità di vedere il nuovo Diabolik, Giacomo Gianniotti, in azione. Stavolta nel cast, oltre alla conferma di Miriam Leone nel ruolo di Eva Kant e Valerio Mastandrea in quello di Ginko, ci sarà anche l'Altea di Monica Bellucci.

(la foto di Giacomo Giannotti, dal suo profilo Instagram, è di @nichole_gianniotti)

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo