Schede di riferimento
News Cinema

Addio a Giulio Brogi, grande attore di teatro, cinema e televisione

421

Popolarissimo per il suo Enea televisivo, lavorò coi fratelli Taviani, Bertolucci, Bellocchio, ed era apparso da pochissimo in tv l'ultima volta nel Commissario Montalbano.

Addio a Giulio Brogi, grande attore di teatro, cinema e televisione

Un'altra brutta notizia colpisce stavolta il mondo della cultura italiana: il popolare attore Giulio Brogi è morto il 19 febbraio, nel tardo pomeriggio, nella sua casa di Negrar in provincia di Verona, dove era tornato a vivere dopo gli anni trascorsi a Roma.

Attore di straordinaria intensità, conquistò il colto pubblico televisivo dei primi anni Settanta con la sua interpretazione di Enea nello sceneggiato televisivo diretto da Franco Rossi. Artisticamente si era formato negli anni Sessanta sui palcoscenici di Milano e Genova, lavorando con registi di grande prestigio come Luigi Squarzina, Giorgio Strehler, Mario Missiroli, Aldo Trionfo, Franco Zeffirelli e molti altri, in quello che è stato il periodo d'oro del cinema italiano. Nel suo repertorio, oltre a Shakespeare, Goldoni (in tv portò anche Le baruffe chiozzotte), ma anche Euripide, Eschilo, Cechov e Schnitzler.

Al cinema arrivò prestissimo, col suo bell'aspetto e la sua magnifica voce, esordendo grazie ai fratelli Taviani nel ruolo di Ettore in I sovversivi. Per loro fu anche splendido protagonista di Sotto il segno dello scorpione e soprattutto di San Michele aveva un gallo, del 1972, nel ruolo del rivoluzionario Giulio Manieri, da un racconto di Tolstoy.

Nel 1970 era stato protagonista per Bernardo Bertolucci, con Alida Valli, di La Strategia del ragno. Tanti anche gli sceneggiati televisivi e i film tv, da Il giovane Garibaldi (dove fu Mazzini) al fantascientifico Gamma, al chechoviano Zio Vania. Nel 1974 fu protagonista di L'invenzione di Morel di Emidio Greco, tratto da Borges, e nel 1977 fu diretto da Marco Bellocchio ne Il gabbiano, da Chechov, e tornò a lavorare coi Taviani ne Il prato due anni dopo.

Tra i titoli degli anni Novanta: Il portaborse, La cattedra, Il segreto del bosco vecchio di Ermanno Olmi, La lingua del santo, poi negli anni Duemila un'apparizione in La grande bellezza, la serie tv Baciato dalle stelle e Fai bei sogni, di nuovo con Bellocchio. Nel 2017 era stato Alberto Muratori in 1993 e lo ritroveremo anche in 1994, la serie di Sky.

Il pubblico televisivo l'aveva visto solo due giorni fa in Il commissario Montalbano: un diario del '43, mentre le sue ultime apparizioni al cinema erano state quelle in Dove ho mai abitato di Paolo Franchi, del 2017, e nell'ancora inedito La terra buona.

Giulio Brogi aveva compiuto 83 anni il 3 maggio dell'anno scorso. Con lui scompare un interprete grandissimo, a 360 gradi, un antidivo che ci ha accompagnato per oltre cinquant'anni della nostra storia, diffondendo una cultura che ci ha reso migliori e che oggi sembra sempre più dimenticata.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo