News Cinema

Tenet: la teoria su chi sia Robert Pattinson è credibile o no? [SPOILER]

797

A parte tutte le spiegazioni sulla trama di Tenet, c'è una teoria sul personaggio di Robert Pattinson che sta trovando seguaci. Analizziamola.

Tenet: la teoria su chi sia Robert Pattinson è credibile o no? [SPOILER]

Torniamo a quando siete usciti dal cinema dopo aver appena visto Tenet. Un momento... non siete ancora andati al cinema a vedere il film di Christopher Nolan? Allora non volete leggere questo articolo che è farcito di SPOILER.
Siete andati al cinema? Bene, proseguite pure.
Dopo i titoli di coda vi siete dunque girati verso chi era con voi e avete detto per prima cosa "Wow", un'esclamazione di origine onomatopeica per esprimere stupore. Se intendeste "che gran film" o "che boiata" non ci interessa ora, perché vogliamo analizzare quell'altra cosa che potreste aver detto, ovvero: "Ma non è che Robert Pattinson è la versione adulta del bambino?".
Siccome questa teoria sta prendendo piede nei commenti sui social, tanto in Italia quanto all'estero, vediamo quanto possa essere credibile.

Tenet: chi è realmente Neil, il personaggio di Robert Pattinson?

Quello che abbiamo capito senza ombra di dubbio (soprattutto perché lo spiega lui stesso), è che Neil è un agente reclutato nel futuro dal Protagonista, il personaggio di John David Washington. Per tutto il film vediamo che sta sempre un passo avanti per questo motivo, ma non può rivelare troppe informazioni al suo collega e futuro capo che ancora deve entrare nel mondo di Tenet, per poi fondare questa sezione speciale dell'intelligence.
Stando però a quanto ritengono molti spettatori, il figlio di Sator e Kat è Neil da bambino. Perché? Perché è britannico come lui, è biondino come lui e nell'ipotetico calendario degli eventi futuri, ha la giusta età per crescere, diventare adulto ed essere reclutato come agente di Tenet. E, attenzione, perché qualcuno ha scoperto questo: il bambino si chiama Max, diminutivo di Maximilien le cui ultime quattro lettere lette al contrario formano il nome Neil.

Ok, analizziamo i dettagli per confermare o smentire:

  • Per prima cosa, nel film di Nolan non c'è alcun indizio che possa suggerire che Max e Neil siano la stessa persona. Non c'è uno scambio di sguardi, non c'è una sola battuta da parte di Neil adulto sul bambino, che saprebbe essere lui stesso. È vero che nella storia si dice spesso "occultare è la regola", ma l'assenza di segnali è tale da rendere plausibile la completà estraneità tra i due personaggi.
  • Il giovanissimo attore che intepreta Max si chiama Laurie Sheperd ed è britannico. Kenneth Branagh è britannico, Robert Pattinson è britannico, Elizabeth Debicki è australiana, John David Washington è americano. Christopher Nolan è britannico e c'è molta britishness, molta "britannicità" nei suoi film, in cui c'è sempre il britannicissimo Michael Caine.
    E dunque?
  • Max è biondino con gli occhi chiari, Neil è biondino con gli occhi chiari. Il gruppo etnico dominante nell'attuale Gran Bretagna rimane quello di eredità celtica, le cui caratteristiche somatiche sono proprio pelle chiara, capelli chiari, occhi chiari.
    Se non è dichiarata (o almeno insinuata) una parentela, non c'è ragione di vederla.
  • Neil non sembra molto interessato a Kat la quale, secondo la teoria, sarebbe sua madre. È sempre il Protagonista a insistere per salvarla, anche se questo significa maggiori complicazioni per la missione.
  • Quanti anni ha Neil? Diciamo 35. Non conosciamo i tempi del suo reclutamento né da quanti anni stia tornando indietro in questa grande operazione a tenaglia. Alla fine del film Neil dice che lui e il Protagonista si conoscono da un po' di anni. Ipotizziamo che ci siano almeno 5 anni di collaborazione alle loro spalle. Questo vuol dire che l'inizio dell'operazione non può essere troppo lontana nel futuro, ma nel tempo presente della storia il bambino Max ha circa 10 anni e ce ne vorrebbero almeno altri 20 per lui prima di diventare un agente.
    Insomma, qui la matematica non torna.
  • Il fatto che le ultime quattro lettere di Maximilien diventino Neil è una contorsione cervellotica tale da trasformarsi in quella prova che diventa inconfutabile agli occhi dei complottisti. Non può essere altro che una coincidenza, fino a quando Christopher Nolan non ci dirà di persona che l'ha fatto apposta per burlarsi di noi.

Leggi anche Tenet: spiegazione e guida del complicato film di Christopher Nolan

Siete ancora convinti che ci sia un collegamento tra Neil e Max?
Qui sotto il trailer di Tenet.



  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming