News Cinema

Matrix e la plausibile teoria che il virus siamo noi esseri umani

934

È sempre una buona occasione parlare di Matrix, un film che ha rivoluzionato il genere sci-fi con una straordinaria idea narrativa e sequenze d'azione al di là del concetto di spettacolare.

Matrix e la plausibile teoria che il virus siamo noi esseri umani

La tragedia pandemica del Coronavirus che porta via con sé vite umane, ci ha messo di fronte a uno scenario che soltanto la fantasia degli autori di science-fiction aveva finora concepito. Letteratura e cinema hanno spesso raccontato l'umanità, o quello che ne restava, in mondi post-apocalittici generatisi per catastrofi naturali, devastanti guerre o pandemie mortali. L'interesse degli autori è sempre stato quello di esplorare l'adattabilità e la resilienza dell'essere umano in un contesto difficile, ostile e molto distante da quello che conosciamo nella società contemporanea.

Con le nuove regole imposte dai governi per limitare la diffusione del virus, siamo reclusi dentro casa, le attività esterne della società sono ridotte all'essenziale e abbiamo constatato cosa accade se l'umanità si ferma: qualità dell'aria migliorata, acque più limpide, cigni tra i canali di Venezia, anatre nelle fontane di Roma, cinghiali a passeggio per il centro di Sassari, delfini nel porto di Cagliari, fenicotteri nei cieli di Milano. Ecco cosa accade, la natura riprende i suoi spazi. Abbiamo un'occasione irripetibile per capire, vedere, testare e annusare l'impatto della civiltà sul nostro pianeta, soprattutto per il futuro dei nostri figli e nipoti.

La straordinaria rivoluzione narrativa del film Matrix è quella di aver sviluppato un'idea che contemplasse una combinazione dei due contesti, in cui il futuro e il presente fossero due facce della stessa medaglia entrambe, in modi diversi, non particolarmente rassicuranti, ma rovesciando il concetto di risorsa naturale: non è più l'uomo che si nutre dalla natura, sono le macchine che si nutrono dall'uomo.

Matrix: l'originalità della trama

Siamo dunque in un lontano e post-apocalittico futuro in cui le macchine dotate di intelligenza artificiale hanno sovvertito gli equilibri del pianeta. La razza umana è sottomessa senza nemmeno saperlo. Tutti gli individui vivono in un sogno dalla nascita alla morte, in un software di simulazione che si chiama Matrix dove ognuno conduce la propria vita fatta di contraddizioni, a volte con un indecifrabile sapore distorto e qualche déjà vu. Dai bozzoli in cui dormono, le macchine succhiano dagli umani la biolelettricità che le mantiene attive. Quando Neo (Keanu Reeves) si sveglia, scopre questa verità e conosce la resistenza fatta di gruppi di persone che vivono sottoterra. L'Agente Smith è lui stesso un programma di difesa di Matrix per impedire alla resistenza di alterare i piani delle macchine.

Matrix: il monologo dell'Agente Smith

Quando Morpheus viene catturato, l'Agente Smith gli si avvicina e gli parla con la parte più senziente del suo sé artificiale. In sostanza, dà sfogo a una frustrazione molto umana che gli costerà cara.

Desidero condividere con te una geniale intuizione che ho avuto, durante la mia missione qui. Mi è capitato mentre cercavo di classificare la vostra specie. Improvvisamente ho capito che voi non siete dei veri mammiferi: tutti i mammiferi di questo pianeta d'istinto sviluppano un naturale equilibrio con l'ambiente circostante, cosa che voi umani non fate. Vi insediate in una zona e vi moltiplicate, vi moltiplicate finché ogni risorsa naturale non si esaurisce. E l'unico modo in cui sapete sopravvivere è quello di spostarvi in un'altra zona ricca. C'è un altro organismo su questo pianeta che adotta lo stesso comportamento, e sai qual è? Il virus. Gli esseri umani sono un'infezione estesa, un cancro per questo pianeta: siete una piaga. E noi siamo la cura.

Ciò che rende interessante il suo personaggio, sotto l'aspetto narrativo, è che lui è il cattivo, il nemico da battere, ma il suo punto di vista non è per niente sbagliato. Se non fosse che ora sono le macchine ad essersi trasformate negli umani di un tempo e gli umani ora sono la natura che si ribella.

Matrix: la filosofia alla base del racconto

Oltre ad aver confezionato un'opera grande intrattenimento, con sequenze d'azione impressionanti e mai viste fino a quel momento, le sorelle Wachowski (fratelli nel 1999 all'epoca del film) hanno anche tratto ispirazione dalle radici della nostra specie. La loro visione che rielabora il concetto di realtà e illusione, si ispira direttamente al Mito della caverna di Platone in cui l'interpretazione di ciò che è reale è fortemente soggettiva e limitata dal contesto che si vive (i tre prigionieri incatenati e costretti a una sola visione dalla nascita, fatta di ombre e voci prestabilite). Lo stesso concetto di scelta di fronte al dilemma della pillola rossa e della pillola blu, è riconosciuto dai buddhisti come "seguire il dharma", la ricerca dell'illuminazione e della chiarezza mentale per vedere le cose come realmente sono e in questo modo apprezzarle come meritano.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo