News Cinema

Intelligenza Artificiale, produzione virtuale e contenuti digitali tra i temi della seconda giornata dell’AVP Summit

A Scilla prosegue l'Audio Visual Producers Summit. La seconda giornata è stata aperta da Wayne Garvie, Presidente della produzione internazionale di Sony Pictures Television.

Intelligenza Artificiale, produzione virtuale e contenuti digitali tra i temi della seconda giornata dell’AVP Summit

La seconda giornata dell'AVP Summit stato Wayne Garvie, Presidente della produzione internazionale di Sony Pictures Television ad aprire la seconda giornata dell’AVP Summit che, parafrasando Il Gattopardo “se vogliamo che tutto rimanga com’è bisogna che tutto cambi”, ha sottolineato la necessità di accogliere la nuova era nelle co-produzioni. Un’era in cui l’audiovisivo italiano si riappropri di storie riconducibili alla propria cultura per realizzare delle partnership efficaci e virtuose a livello internazionale. Garvie ha citato la serie “Doc – Nelle tue mani” (Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction) come esempio di un eccellente prodotto squisitamente italiano ma trasversale e capace di parlare a un pubblico globale.

Sul tema dell’Intelligenza Artificiale si sono poi confrontati John August, regista, produttore e soprattutto sceneggiatore WGI di alcuni dei film di Tim Burton (“La sposa cadavere”, “La fabbrica del cioccolato” fra gli altri), Damien Viel, Chief Digital & Marketing Officer Banijay Group, e Stefano Salvati (Daimon Film) produttore dei film del regista Francesco Siro Brigiano, che con il suo corto “Treta”,realizzato con l’intelligenza artificiale, ha vinto un premio all’AIFF di Dubai, the Artificial Intelligence Film Festival, organizzato da Expo City Dubai, considerato l’Oscar del settore. Stefano Salvati, insieme a Maurizio Colombi, ha realizzato uno spettacolo teatrale – per la prima volta con l’AI – sugli 883: in scena Mauro Repetto racconta la storia della celebre band. Con Francesco Siro Brigiano ha sottolineato l’importanza dell’Intelligenza Artificiale come il futuro dell’audiovisivo e un’opportunità, se normata. “L’intelligenza artificiale – ha ribadito Siro Brigiano- ha la capacità di scrivere le immagini, una magia alchemica che permette di creare dalla propria mente una visione che diventa prima immagine e poi video”. Lo sceneggiatore John August ha invece espresso così la sua preoccupazione: “Non è facile essere tutelati, la prima ad essere colpita dall’IA è la scrittura, e per questo siamo stati i primi a scioperare e a portare avanti la nostra battaglia.” E Damien Viel conclude: “Ci lavoriamo ogni giorno perché le regole cambiano rapidamente, ma dobbiamo costruire tutto dal nulla per tutelarci e tutelare tutte le figure coinvolte, affinché quello in cui lavoriamo con l’IA sia un ambiente sicuro. Bisogna fare partnership con tutte le migliori aziende del settore ed essere estremamente onesti su come useremo l’IA”.

Il panel successivo, che ha esplorato la rivoluzione nella produzione virtuale e nei contenuti digitali e le loro possibilità nell’audiovisivo, ha visto sul palco tre donne: Morgan Brun, Production manager La Planète Rouge, Manuela Cacciamani Fondatrice One More Pictures e Christina Lee Storm (effetti visivi di Dragon Trainer 3 - Il mondo nascosto”, “Chronicle”, “Biancaneve e il cacciatore”), Fondatrice e CEO Asher XR.

Lee Storm ha sottolineato l’uso dei game enging che consente di visionare il rendering delle scene in tempo reale con un’ottimizzazione di tempi e costi ed enfatizzato la necessità di monitorare le diverse modalità di fruizione dei pubblici, soprattutto giovani,che sono in continuo cambiamento. Il virtuale è solo uno strumento che consente una velocità competitiva in un mercato in cui la domanda è in grande crescita, anche nell’animazione. E sull’ottimizzazione di tempi e costi ha insistito  Morgan Brun che ha evidenziato anche la sostenibilità della produzione virtuale – non solo appannaggio delle major ma anche di piccole produzioni indipendenti. “Abbiamo aiutato a produrre dei progetti che era impensabile girare in luoghi inaccessibili sia per ragioni politiche che sanitarie, come nel periodo del Covid.” Manuela Cacciamani, ribadendo la necessità di uno studio costante in un settore che cambia ogni giorno – in ogni azienda bisognerebbe prevedere la figura dell’innovation manager - ha enfatizzato il valore e le opportunità offerti dalla tecnologia virtuale. Cacciamani ha invitato i colleghi produttori a intercettare una risorsa come i content creators, gli editori digitali, capaci di raggiungere un pubblico più ampio e più giovane, un’opportunità che potrebbe creare nuovi posti di lavoro: la sfida da superare ancor oggi è la scarsa conoscenza di questo settore  in cui è necessaria formazione, ma anche controllo etico, regolamentazione e protezione dei minori.

L’AVP Summit è un format APA – Associazione Produttori Audiovisivi, realizzato con il sostegno del MiC – Ministero della Cultura, Direzione Generale Cinema e audiovisivo, del MAECI - Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale/ICE e della Fondazione Calabria Film Commission con la collaborazione di Cinecittà, MPA - Motion Picture Association, PGA - Producers Guild of America, CNC - Centre National du Cinéma et de l’image animée, Unifrance e BFI - British Film Institute.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Netflix
Amazon Prime Video
Disney+
NOW
Infinity+
CHILI
TIMVision
Apple Itunes
Google Play
RaiPlay
Rakuten TV
Paramount+
HODTV