News Cinema

Ferrari - Mads Mikkelsen appoggia Favino: "Il problema è il doppiaggio, è una cosa folle"

Entrato a gamba tesa nella questione sollevata da Pierfrancesco Favino al Festival di Venezia, Mads Mikkelsen ha appoggiato quanto detto dal divo italiano, scagliandosi contro la pratica del doppiaggio.

Ferrari - Mads Mikkelsen appoggia Favino: "Il problema è il doppiaggio, è una cosa folle"

Il Festival di Venezia 2023 è attualmente nel vivo e dal red carpet, come sempre, vengono sollevate non poche polemiche. Nei giorni scorsi, ad esempio, Mads Mikkelsen - in concorso con The Promised Land (Bastarden) di Nicolaj Arcel - è entrato nel merito della discussione portata avanti da Pierfrancesco Favino, in merito all'assegnare ruoli di famosi personaggi italiani ad attori americani, con chiaro riferimento a Ferrari di Michael Mann - presentato sempre al Festival.

Venezia 2023 - Mads Mikkelsen e la questione del doppiaggio

Pierfrancesco Favino - in concorso a Venezia con ben due titoli, Comandante di Edoardo De Angelis ed Adagio di Stefano Sollima - è quindi tornato a parlare di una questione a lui particolarmente cara, ovvero l'assegnare ruoli di famosi personaggi italiani ad attori americani. L'occasione è stata la presentazione di Ferrari di Michael Mann, che vede Adam Driver tornare nei panni di un'icona italiana dopo aver già interpretato Maurizio Gucci in House of Gucci di Ridley Scott. Questione sulla quale è intervenuto, come accennato, anche Mads Mikkelsen, il quale ho posto l'accento sul problema del doppiaggio:

Farei una premessa: se in Francia, in Germania, in Italia e in Spagna smettessero di doppiare i film in tutte le lingue, questo potrebbe costituire un elemento importante per affrontare il problema. Ma finché continuano a doppiare, a chi interessa quale sia la lingua, la cultura, d'origine? Non ho mai capito perché fate questa cosa, per me folle. Abbiamo visto Tom Cruise interpretare un ufficiale nazista con un leggero accento tedesco e poi tornare a essere un americano in piena regola, da lì in poi. Puoi farlo in questo tipo di film, in altri invece li rende meno credibili.




Mikkelsen, dunque, ha in parte dato ragione a Favino, portando allo stesso tempo sul tavolo del dibattito un altro importante argomento, da sempre molto controverso e spinoso, ovvero quello del doppiaggio. Nel frattempo, Adam Driver si gode il meritato successo ottenuto al Festival di Venezia per la sua interpretazione di Enzo Ferrari. Nel biopic diretto da Michael Mann - atteso nelle sale italiane dal 30 novembre - figurano poi Penélope Cruz, Patrick Dempsey, Shailene Woodley e Jack O' Connell. I due film con Favino, Comandante ed Adagio, saranno invece rilasciati rispettivamente il 1° novembre e il 14 dicembre. In attesa di scoprire se qualche altra personalità dello spettacolo si unirà al dibattito, appuntamento dunque al cinema. 

Leggi anche "Ferrari con attori americani è un'appropriazione culturale": Favino accusa da Venezia
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Master in Critica Giornalistica per lo Spettacolo
  • Attenta alle nuove tendenze cinematografiche
Suggerisci una correzione per l'articolo