Interviste Cinema

Ad Astra, in cerca di una nuova mascolinità: Brad Pitt protagonista a Venezia 2019 del film di James Gray

29

Produttore e protagonista assoluto racconta la sua esperienza in un film in concorso a Venezia 2019.

Ad Astra, in cerca di una nuova mascolinità: Brad Pitt protagonista a Venezia 2019 del film di James Gray

Sono amici da molto tempo, almeno dalla metà degli anni ’90, anche se rappresentano due caratteri opposti. Tanto James Gray è apparentemente ansioso e autoironico, emozionato per la prima mondiale veneziana del suo Ad Astra, tanto rilassato e sorridente appare Brad Pitt, che del film è protagonista assoluto, ma anche produttore. Proprio da una sceneggiatura portata dal regista a Pitt, appena finito Civiltà perduta, è partita l’avventura di questo affresco fantascientifico apparentemente molto lontano, quantomeno per ambientazione, rispetto al cinema di James Gray.

La storia è quella dell’astronauta Roy McBride, che in nun futuro prossimo si spinge fino all’estremo del sistema solare per ritrovare il padre scomparso, ma soprattutto per salvare il genere umano. Un viaggio interiore, oltre che nelle profondità oscure dello spazio, in cui Gray cerca di mediare l’intimità con l’assoluto e la ricerca filosofica di questo ambizioso film.

“È la ragione esatta per cui l’ho fatto”, ha detto il regista, “ragionare sul piccolo che diventa universale, l’intimo contro lo spazio infinito. C’è una frase che dice ‘la storia e il mito cominciano sempre nel microcosmo’. Sono parole che incastonano il senso stesso del film. Una delle grandi magie del cinema è il suo essere la combinazione di tutte le forme d’arte, dalla pittura alla danza, dalla fotografia al teatro. Il ruolo del cinema, sarò un vecchio trombone a pensarlo, è legato alla sua potenza narrativa. Sono ossessionato da Moby Dick, libro che a un certo punto Tommy Lee Jones cita testualmente nel film. Per andare avanti sentivo il bisogno di tornare indietro, di lavorare sugli archetipi, senza pensare di inventare la ruota, usando il potere del mito, capendo dove ci avrebbe portato.”

“Era da molto tempo che volevamo lavorare insieme”, ha detto Brad Pitt, “James è all’apice della sua carriera di narratore, ha una sua voce personale, siamo molto vicini da tempo e abbiamo dialogato a lungo su cosa ci intrigava raccontare. Io ho portato il mio punto di vista di uomo, padre e figlio, ed eccoci qui. È stata un sfida, un equilibrio delicato da mantenere, fotogramma dopo fotogramma, un taglio appena troppo presto o una voce fuori campo nel momento sbagliato avrebbero potuto rovinare tutto. Ci siamo salvati un paio di volte in corner, ma sono molto contento del risultato che abbiamo ottenuto. Siamo partiti dalle prime conversazioni, tre anni fa, sulla pena personale che ci portiamo appresso, di come sia impossibile negare le ferite subite nell’infanzia o i tanti rimpianti che fanno parte di noi. Ogni mattina mi mandava una email con idee, esposizioni anche molto personali sulle scene che dovevamo girare in giornata, sul personaggio. Ci siamo mossi senza protezione, cercando la sincerità più totale, raccontando senza etichette cosa voglia dire la mascolinità. Sono cresciuto in un contesto in cui non si poteva mostrare debolezza, una barriera che nega ogni apertura verso l’intimità, che è fatta anche di dolore e rimpianti. Essere più aperti aiuta a stabilire una relazione migliore con le persone che ami e con te stesso, alla fine era questo che cercavamo. Siamo cresciuti tutti e due amanti il cinema degli anni ’70, con personaggi complessi, non tutti bianchi o tutti neri, ma umani. Personalmente non sono cresciuto con la fascinazione dello spazio, come si vede nel film è un posto inospitale, solitario, in cui sei mantenuto in vita solo grazie a supporti vari. Sono più a mio agio all’aperto, in mezzo alla natura, insieme a buoni amici.



  • giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming