Un biopic su Ronald Reagan diretto da Sean McNamara

- Google+
1
Un biopic su Ronald Reagan diretto da Sean McNamara

Ronald Reagan è stato uno dei più controversi - ma anche dei più amati - presidenti degli Stati Uniti. Dotato di innegabile carisma, dopo una gioventù da attore di secondo piano e protagonista di B movies, e una lunga militanza nel partito repubblicano, accanito conservatore e anticomunista fin dai tempi del maccartismo, scalò rapidamente i ranghi della politica statunitense: dal 1967 al 1975 fu Governatore della California e nel 1981, tra l'incredulità dei suoi oppositori che lo avevano sempre sottovalutato, ottenne la carica di Presidente degli Stati Uniti, che ricoprì fino al 1989, lasciando svariati strascichi della sua politica. A seconda di come la si pensi, la sua presidenza è stato uno dei momenti più imbarazzanti della politica americana o uno dei migliori.

Comunque sia, su di lui si sta preparando un film biografico (non si tratta del film satirico con Will Ferrell, cancellato a furor di popolo), che sarà diretto da Sean McNamara, regista di pellicole non memorabili come Bratz e Soul Surfer. Reagan, di produzione indipendente, partirà dall'adolescenza del futuro presidente e della sua carriera, vista attraverso gli occhi di un agente del KGB sovietico, incaricato di tenerlo d'occhio durante la sua presidenza dello Screen Actors Guild tra il 1947 e il 1952.

La sceneggiatura è opera di Howie Klausner (Space Cowboys) e il film ha un budget abbastanza contenuto di 25 milioni di dollari. David Henrie - che molti conosceranno per il televisivo I maghi di Waverly - sarà il giovane Reagan, mentre il veterano Robert Davi interpreterà Leonid Brezhnev, a capo dell'Unione Sovietica dal 1964 al 1982.

McNamara ha anche un aneddoto personale su Reagan, visto che quando aveva solo 18 anni lavorò come tecnico del suono alla cerimonia del suo discorso inaugurale nel 1981.

Non resta che attendere di sapere il nome dell'attore che interpreterà "Ronnie" da adulto, che di recente abbiamo visto ben ritratto da Bruce Campbell nella scorsa stahgione di Fargo.



Daniela Catelli
  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Lascia un Commento
Lascia un Commento