Schede di riferimento
News Cinema

Ray Liotta ci ha lasciato ma lo vedremo ancora al cinema e in tv, ecco dove

187

Una gravissima, scioccante perdita per tutti gli appassionati di cinema quella di Ray Liotta, splendido protagonista di Qualcosa di travolgente, L'uomo dei sogni e Quei bravi ragazzi. Mentre i colleghi e i fan ne piangono la scomparsa, lo vedremo ancora in diversi progetti, ecco quali.

Ray Liotta ci ha lasciato ma lo vedremo ancora al cinema e in tv, ecco dove

Che attore magnifico era Ray Liotta! Non solo da giovane, quando con quel volto da bambino innocente dagli incredibili occhi blu è riuscito a interpretare personaggi tanto diversi tra loro come il marito violento di Melanie Griffith in Qualcosa di travolgente (va a Jonathan Demme il gran merito di averlo lanciato al cinema, dopo i ruoli televisivi nella soap Destini e in Casablanca), il campione di baseball Shoeless Joe Jackson che appare a Kevin Costner ne L'uomo dei sogni e il criminale Henry Hill che per salvarsi la vita tradisce i suoi complici mafiosi in Quei bravi ragazzi. Ma noi abbiamo amato tantissimo anche il Ray Liotta adulto e non sempre in perfetta forma fisica, che ci ha regalato splendide prove da cattivo in film come Narc, The Iceman, No Sudden Move e I molti santi del New Jersey (dopo che aveva rifiutato il ruolo andato a Joe Pantoliano ne I Soprano), tra i tanti che ha interpretato.

Lasciato in orfanotrofio e adottato da una famiglia italo-americana, spesso l'attore veniva scelto per ruoli da irlandese. Ci ha colpito scoprire che aveva conosciuto la madre biologica e gli altri suoi consanguinei in età adulta, grazie all'aiuto della prima moglie, come aveva raccontato per la prima volta nel 2014 nello show di Larry King. Al contrario di come il cinema spesso lo rappresentava, Ray Liotta era (o sembrava, lo dicono tutti) un uomo tranquillo e solare che, scrivono i media americani, stava per sposarsi di nuovo con la sua fidanzata Jacy Nittolo, che vedete con lui qua sotto nella foto tratta dal suo profilo Instagram, scattata forse proprio a Santo Domingo dove Liotta ci ha inaspettatamente lasciato nel sonno, a soli 67 anni, sul set del film Dangerous Waters, diretto da John Barr. Al centro della storia c'è una vacanza in barca che prende una piega inattesa e pericolosa quando una figlia adolescente scopre il passato criminale del nuovo compagno della madre. Nel cast ci sono Saffron Burrows, Odeya Rush ed Eric Dane. Sappiamo che le riprese erano iniziate da un mese ma non a che punto fossero. Questa la dichiarazione dei produttori sulla scomparsa dell'attore: "Siamo profondamente rattristati dalla scomparsa di Ray, è una perdita terribile e le nostre più sentite condoglianze vanno alla sua famiglia, alla fidanzata Jacy e alla figlia Karsen".

Ray Liotta: dove lo vedremo ancora al cinema e in tv: Cocaine Bear e Black Bird

Prima della sua inattesa e tragica scomparsa, l'attore, impegnatissimo in questo ultimo periodo della sua vita, aveva partecipato ad altre produzioni. Secondo quanto riporta Variety, che ha avuto conferma da fonti vicine alla produzione, Ray Liotta aveva completato un film e una serie tv. Si tratta di Cocaine Bear diretto da Elizabeth Banks, della Universal, e della miniserie per Apple TV Plus Black Bird. In quest'ultima, che arriverà sul canale l'8 luglio, Liotta è un agente di polizia il cui figlio (Taron Egerton) viene condannato a 10 anni di prigione per spaccio di droga. In prigione, gli viene offerta la possibilità di uscire anticipatamente in libertà vigilata, se accetta di trasferirsi in un manicomio criminale per fare amicizia col serial killer Larry Hall (Paul Walter Hauser). Lo showrunner della serie è lo scrittore Dennis Lehane che ha scritto, come ha dichiarato, il personaggio di Big Jim Keane proprio per Liotta e ha rilasciato questa bellissima dichiarazione in merito:

Per me è stata, letteralmente, la realizzazione del sogno di una vita lavorare con Ray Liotta. Fin da quando l'ho visto bucare lo schermo, illuminando i suoi coprotagonisti e il cinema in Qualcosa di travolgente, l'ho trovato l'attore americano più eclettico della sua generazione. Alla base della performance di Ray Liotta c'era un dualismo che lui non riusciva del tutto a controllare e che sospetto non fosse voluto. Sembrava invece qualcosa di inciso nel suo DNA. Quando il suo personaggio era minaccioso e pericoloso, non riusciva a nascondere completamente il ragazzo dolce al suo interno. Quando era affascinante e amorevole, potevi avvertire qualcosa di instabile sotto la superficie. Non avevo in mente nessun altro attore e sono rimasto sbalordito - onorato ed eccitato al massimo grado - quando ha accettato al volo la parte, meno di 24 ore dopo aver ricevuto le sceneggiature. E la performance che ci ha dato? Una vera masterclass. Ha impersonato in modo completo un uomo che si rende conto che la sua vita fatta di scorciatoie e vissuta ai margini della corruzione ha messo sulle spalle del  figlio il peso di una serie di opzioni molto cupe. Ma per quanto il personaggio sia profondamente imperfetto e compromesso, Ray ha trovato la nobiltà in un uomo che per quello stesso figlio si butterebbe nel fuoco senza battere ciglio. Era su quel dualismo che contavo per sostenere il cuore emotivo dello show dall'inizio alla fine.

Ci sono, oltre a questi, altri due progetti in cui Ray Liotta era coinvolto: la commedia di Charlie Day, El Tonto, e il film drammatico della Universal The Substance, con Margaret Qualley e Demi Moore, di cui al momento non si conosce la sorte.

Ray Liotta: le parole di Elizabeth Banks e di Lorraine Bracco

Non si sa ancora il ruolo che Ray Liotta ha interpretato in Cocaine Bear, le cui riprese sono terminate in Irlanda lo scorso ottobre e la cui data di uscita americana è fissata al 24 febbraio 2023. Tratto dalla storia vera della furia omicida di un orso che aveva ingerito un' incredibile quantità di cocaina, Cocaine Bear - con Keri Russell, Alden Ehrenreich, Margo Martindale e O'Shea Jackson Jr. - è attualmente in post-produzione e la regista Elizabeth Banks, che aveva conosciuto Liotta nel 2011 sul set della commedia The Details - gli ha espresso sui social le seguenti parole di sentita gratitudine:

Avevo un legame speciale con Ray Liotta. Ci siamo conosciuti sul set di un piccolo film, The Details, e mi ha colpito tantissimo. Ho sempre ammirato la sua recitazione ma mi piaceva davvero come essere umano. Era un uomo affascinante. Abbiamo collaborato in Cocaine Bear nei mesi scorsi. L'ho visto, abbracciato, sentito parlare dei suoi progetti di viaggio estivi. Quando un attore del calibro di Ray ti dà fiducia come regista, è un dono. Ma Ray mi ha dato molto di più. Mi è stato detto a Hollywood in passato che gli uomini non mi avrebbero dato ascolto, che per questo non avrei potuto dirigere degli action. Il rispetto nei miei confronti come regista, attrice e artista, come suo capo sul set, da parte di Ray, per me ha significato tutto perché se puoi dirigere Henry Hill, puoi fare qualsiasi fottuta cosa in questa città.
Leggi anche Ray Liotta, Jennifer Lopez ricorda con affetto l'attore, suo 'partner in crime' in Shades of Blue

Mentre il cordoglio e l'ammirazione di amici, colleghi, registi e fan continua ad arrivare nei confronti di Ray Liotta, una delle prime ad esprimersi su di lui è stata Lorraine Bracco, che gli fu accanto nel ruolo della moglie in Quei bravi ragazzi, nel Tweet che vedete qua sotto. A lei lasciamo l'ultima parola in ricordo di questo grande attore:

Sono competamente devastata nel sentire questa terribile notizia sul mio Ray. Ovunque io sia nel mondo, le persone mi vengono a dire che il loro film preferito è Quei bravi ragazzi. Poi mi chiedono sempre quale è stata la cosa migliore nel fare quel film. E la mia risposta è sempre stata la stessa... Ray Liotta.
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo