News Cinema

Pirati dei Caraibi, La maledizione della prima Luna e la vera giostra di Disneyland

Il primo film dei Pirati dei Caraibi era un adattamento libero dell'attrazione della Disneyland originale, un simbolo nella storia della casa.

Pirati dei Caraibi, La maledizione della prima Luna e la vera giostra di Disneyland

Se parliamo di Pirati dei Caraibi, alla maggior parte di voi verrà in mente la saga con Johnny Depp nei panni del pirata Jack Sparrow, a partire dalla Maledizione della prima luna (2003), diretto da Gore Verbinski per la Disney. In effetti la serie di film è un libero adattamento della celebre omonima attrazione della Disneyland originale. Vi raccontiamo qualcosa della "giostra" e del primo capitolo della saga cinematografica.

Pirati dei Caraibi, l'ultima attrazione di Walt Disney

La giostra dei Pirati dei Caraibi nella prima Disneyland mai nata, quella in California, aprì nel marzo 1967: se si pensa ai tempi di lavorazione di un progetto piuttosto imponente, e si ricorda che Disney morì nel dicembre 1966, si capisce che Pirati dei Caraibi fu l'ultima attrazione supervisionata da Walt Disney per il suo regno personale, al quale aveva dedicato crescente attenzione a partire dall'inizio degli anni Cinquanta. Abbiamo la fortuna di averci fatto un giro oltre vent'anni fa e di averla gradita, pantofolai come siamo: non è uno di quei giri basati sull'adrenalina, quanto sull'atmosfera. Si procede su una zattera sull'acqua (su binari nascosti, ovviamente), attraversando scenari pirateschi, dove sono ritratte in animatronica e imponenti modelli alcune divertenti scene stereotipate su quell'epoca, chiaramente interpretata in una chiave fiabesca e tendenzialmente innocua: una proiezione dell'immaginario infantile. In particolare ricordiamo lo straordinario impatto di un cannoneggiamento tra due navi. L'intera area è un kolossal dalle eterne repliche: quasi 2.400.000 litri d'acqua, animatronic di 53 animali e 75 personaggi umani.
Anche se la giostra originale rimane quella californiana, a grande richiesta ne sono stati creati duplicati per gli altri parchi a tema Disney in giro per il mondo, a partire dal 1973. Uno dei concept artist più attivo sul progetto fu Marc Davis, tra i leggendari "Nine Old Men", gli animatori fedelissimi di Walt: Davis lasciò l'animazione terminata la Crudelia della Carica del 101, dopo il 1961. Naturalmente, dopo l'uscita dei film, personaggi ed elementi dei lungometraggi sono stati implementati nell'attrazione: in alcuni casi, a sorpresa, lo stesso Depp ha sorpreso i visitatori, sostituendo l'animatronic di Jack Sparrow!


Pirati dei Caraibi, il film La maledizione della prima luna

Qualcuno non lo sa, però molti finanziatori a Hollywood ritenevano prima del 2003 che i pirati portassero iella al boxoffice: era una superstizione dovuta a diversi flop di costosi film precedenti, andati male al botteghino. In particolare Pirati di Roman Polanski con Walter Matthau nella metà degli anni Ottanta non ebbe un grande esito, e Corsari del 1996 con Geena Davis fu una catastrofe. Le superstizioni però possono essere sfatate: in Italia si diceva così delle commedie in costume, prima che Monicelli con L'armata Brancaleone sbancasse il boxoffice nostrano. D'altronde, solo la Disney avrebbe potuto sfatare la macumba della sfortuna piratesca sul grande schermo: nel 1950 Walt Disney decise di diversificare la sua produzione cinematografica, affiancando ai disegni animati il cinema dal vero, partendo con L'isola del tesoro di Byron Haskin. Portò piuttosto bene.
Anche se gli sceneggiatori Ted Elliott e Terry Rossio, coautori con Musker & Clements della sceneggiatura di Aladdin, avevano iniziato a pensare a nuovi punti di vista sul genere piratesco, l'adattamento specifico di Pirati dei Caraibi non iniziò prima del 2001, con una prima stesura ad opera di Jay Wolpert. Dopo un'altra stesura esplorativa di Stuart Beattie nel 2002, il film vero e proprio partì solo quando la Disney decise di fare squadra con il veterano producer di action a Hollywood, Jerry Bruckheimer. Fu lui a chiamare in servizio Elliott & Rossio per il copione definitivo, strappando anche all'allora presidente Disney Michael Eisner un budget altissimo sui 140 milioni di dollari, facendogli notare che la concorrenza nel fantasy dal vero metteva in campo cose come Il signore degli anelli. Il coinvolgimento di Elliott, già attivo su un cancellato film animato sulla celebre saga videoludica di Monkey Island, ha portato negli anni i fan di quest'ultima a notare ogni somiglianza tra i film della serie e i videogiochi citati: essendo però Monkey Island ispirato alla giostra di Disneyland (e contenendo a sua volta citazioni da essa), la diatriba dà relativa soddisfazione.
Retroscena sul casting: per un pelo Jim Carrey non interpretò Jack Sparrow: le riprese coincidevano con l'impegno già preso per Una settimana da Dio, ma prima di arrivare a Depp si pensò a Matthew McConaughey e Michael Keaton
Con 654 milioni di dollari incassati in tutto il mondo, Pirati dei Caraibi - La maledizione della prima luna disintegrò ogni perplessità sul genere, dando origine a ben quattro sequel fino al 2017. Cinque le nomination all'Oscar: trucco, mix del suono, montaggio del suono, effetti visivi e miglior attore protagonista al vulcanico Johnny.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming