News Cinema

Oscar 2022: i rivali di È stata la mano di Dio per il miglior film internazionale

15

Cinque titoli e un grande favorito. La categoria per il miglior film internazionale agli Oscar 2022 è anche un affare italiano, con la presenza di È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino. Ecco chi sono i rivali.

Oscar 2022: i rivali di È stata la mano di Dio per il miglior film internazionale

La sfida che parla tante lingue diverse, quella per il miglior film internazionale agli Oscar. Un nome in uso da poco tempo, ma che caratterizza il viaggio più globale, come ha dimostrato anche l'annuncio nelle nomination agli Oscar 2022. La speranza è che Paolo Sorrentino possa rappresentare l’Italia portandola a una nuova vittoria con È stata la mano di Dio. Ma non sarà facile, perché c’è un rivale molto accreditato, il grande favorito.

I candidati per il miglior Film Internazionale agli Oscar 2022

Drive My Car: nomination all'Oscar 2022 come miglior film internazionale

Il grande favorito. Inutile girarci troppo intorno, Drive My Car ha fatto la sua apparizione in una tarda serata di un inusuale luglio al Festival di Cannes e con i mesi ha convinto praticamente tutti. Soprattutto ha dominato la stagione dei premi, arrivando agli Oscar 2022 con in totale quattro candidature, anche per film (prima volta per il Giappone), regia e sceneggiatura non originale. Davvero un risultato notevole per un film straniero, adattamento di un racconto di Haruki Murakami. Difficile che i quasi 10 mila membri dell’Academy non prendano atto dell’impatto in questa annata del bellissimo film di Ryusuke Hamaguchi.

Flee: nomination all'Oscar 2022 come miglior film internazionale

In un anno in cui il cinema non americano si è fatto valere alla grande agli Oscar, Flee è la vera sorpresa, un film inusuale. Si tratta di un documentario d’animazione danese diretto da Jonas Poher Rasmussen, presentato originariamente al Sundance Film Festival nel gennaio 2021. E' ancora nelle sale italiane per I Wonder Pictures. È la storia di un afgano accolto in Danimarca che racconta la sua vicenda avventurosa dopo anni al suo migliore amico. È candidato addirittura a tre Oscar, documentario, animazione e, appunto, film internazionale. È la prima volta che qualcuno ci riesce. Commovente, appassionante e nobile nel racconto, negli intenti e anche nella riuscita formale.

È stata la mano di Dio: nomination all'Oscar 2022 come miglior film internazionale

Il più personale film di Paolo Sorrentino. Non solo, anche un meraviglioso racconto di formazione al cinema, alla vita e ai dolori con cui dobbiamo tutti convivere. È stata la mano di Dio ha fatto un lungo cammino lastricato di elogi e premi, a partire dalla Mostra di Venezia, dove ha vinto il Gran premio della giuria, oltre al premio Mastroianni per Filippo Scotti, splendido protagonista. Non ti disunire, l'umanità "così deludente", le prodezze della mozzarella di bufala e di Maradona. Sono tanti i momenti diventati proberbiali. Disponibile su Netflix. Anche se gli incassi in sala non sono stati resi noti, sembrerebbe aver portato a casa intorno ai 7 milioni di euro, il che lo incoronerebbe miglior incasso (ombra) italiano al botteghino nel 2021 pandemico. Il grande risultato l'ha già portato a casa per l'Italia: una candidatura all'Oscar che mancava dal 2014, quando proprio Sorrentino c'era riuscito con La grande bellezza, portando poi a casa la statuetta.

Lunana il villaggio alla fine del mondo: nomination all'Oscar 2022 come miglior film internazionale

Chi l'avrebbe mai detto che anche il Bhutan, piccolo stato ad altissime quote fra i monti dell'Himalaya, avrebbe portato a casa una candidatura agli Oscar? C'è riuscito Pawo Choyning Dorji con Lunana, la storia semplice di un giovane maestro di città, un po' svogliato e desideroso di emigrare verso l'Australia, che viene spedito a insegnare nella scuola più remota del mondo, in un minuscolo villaggio di pastori di yak a quasi 5000 metri sul livello del mare. I bambini sono deliziosi, come il messaggio che invita a dare la giusta priorità ai valori semplici eppure fondamentali della vita. In uscita il 31 marzo per Officine Ubu.

La persona peggiore del mondo: nomination all'Oscar 2022 come miglior film internazionale

Un altro reduce da Cannes, dove ha colpito in tanti per la freschezza e la profondità, lanciando la bravissima Renate Reinsve nel pantheon delle interpreti da tenere d'occhio, vincendo il premio come miglior attrice. La persona peggiore del mondo rappresenta la Norvegia agli Oscar 2022 e racconta della trentenne Julie, in cerca di una vocazione, anche lavorativa, che la posso soddisfare per più di qualche settimana. La formazione di una donna in cerca di uno spazio in cui essere pienamente sé stessa, che nel cammino incontra due amori capaci di cambiarla, ma mai come il percorso personale di consapevolezza. Una soddisfazione per La persona peggiore del mondo è già quella di essere arrivato a questo punto, vincendo la concorrenza di altri pretendenti di primo piano.

Leggi anche OSCAR 2022 - Una Guida essenziale
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming