News Cinema

Le Mans '66: video intervista con James Mangold tra western (universale) e corse di auto in TV (noiose)

4

Dopo Logan, il regista dirige questa storia con Matt Damon e Christian Bale ispirata a fatti realmente accaduti.

Le Mans '66: video intervista con James Mangold tra western (universale) e corse di auto in TV (noiose)

È primo al box office italiano al suo primo weekend di programmazione nelle sale il film Le Mans '66 - La grande sfida, con Matt Damon e Christian Bale. La storia si ambienta a metà degli anni 60 e racconta perché il costruttore di auto Henry Ford II si mise in testa di gareggiare alla celebre corsa delle 24 ore di Le Mans con una vettura appositamente concepita per interrompere il dominio dei bolidi di Enzo Ferrari. Damon e Bale interpretano rispettivamente l'imprenditore ed ex pilota Carroll Shelby e il meccanico e pilota Ken Miles, quelli che si sporcarono le mani portando avanti il lavoro con sudore e fatica nonostante le molte intromissioni degli uomini del marketing.
Ford v Ferrari (questo il titolo originale), le cui due ore e mezza di durata corrono solide e veloci, è diretto da James Mangold, un regista che ci ha regalato grandi storie come Logan, Quel treno per Yuma, Quando l'amore brucia l'anima e Cop Land.
Abbiamo avuto modo di incontrare Mangold e di chiacchierare con lui sul film. Non ci sono dubbi sul fatto che sotto la superficie emerga il genere western sul quale questa storia di corse di automobile poggia la sua struttura. "I piloti sono i cowboy, le auto sono i cavalli e le corporation i fuorilegge", spiega il regista nell'intervista. A proposito di gare automobilistich in TV, invece, il regista non nasconde il fatto di pensare che siano noiose e che "forse si potrebbero mandare in onda in differita con gli interventi dei piloti che rivelano le loro strategie, senza che ci sia più il pericolo a quel punto consegnare i propri segreti alle scuderie avversarie".
Qui sotto l'intervista integrale con James Mangold.

Le Mans '66 - La Grande Sfida, racconta la storica battaglia tra le case automobilistiche Ford e Ferrari per vincere la famosa gara endurance di auto sportive, nota come 24 Ore di Le Mans. Nel 1963 la Ford Motor Company contatta Enzo Ferrari (Remo Girone) per un possibile acquisto, ma l'italiano interrompe presto i rapporti, quando capisce che nell'accordo è incluso anche la Scuderia Ferrari. Enzo non è d'accordo, le sue auto, dopo la vittoria del 1958 alla 24 Ore di Le Mans, si aggiudicano il primo posto in ogni gara dal 1960 al 1965. Ma Henry Ford II (Tracy Letts) non perdona questo rifiuto e incinta il suo team, composto da ingegneri e designer, a costruire un'automobile più veloce e in grado di sconfiggere la Cavallino Rosso nella corsa del '66. Da qui ha inizio la rivalità tra Ford e Ferrari. A capo della squadra di ingegneri incaricati di realizzare il prototipo c'è il visionario Carroll Shelby (Matt Damon), vincitore di La Mans nel 1959 e costretto da una patologia cardiaca ad abbandonare le corse. Reinventatosi designer e progettista, Shelby viene ingaggiato da Ford per portare qa compimento la sfida che ha lanciato con se stesso e con Ferrari. Il progettista ha anche l'uomo giusto per la nuova auto, il suo collaudatore Ken Miles (Christian Bale), un pilota inglese dal temperamento arrogante, ma dotato di gran talento. Insieme i due uomini combattono contro le interferenze dell'azienda per creare un modello che rivoluzioni le leggi della fisica e riesca a superare la Ferrari al Campionato mondiale del 1966. È così che, da una resa dei conti e una brama di vittoria, è nata la Ford GT40, ma a quale prezzo?



  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming