News Cinema

Harry Potter, Helena Bonham Carter difende J. K. Rowling

103

Helena Bonham-Carter, alias Bellatrix Lestrange nella saga di Harry Potter, pensa che J. K. Rowling non meritasse la gogna pubblica per le sue idee, si sia d'accordo con esse o meno.

Harry Potter, Helena Bonham Carter difende J. K. Rowling

J. K. Rowling da qualche anno non è più così ricercata a Hollywood: non solo a causa di un declino di popolarità della saga di Animali Fantastici, prequel dei suoi Harry Potter, ma anche perché la scrittrice si è guadagnata molti attacchi online per le sue idee riguardanti le persone transessuali (che non attaccò, ma sottolineò che una donna transessuale non sarebbe mai stata una "vera" donna, biologicamente parlando). Il confronto con la rete si inasprì, portando anche la stragrande maggioranza del cast degli Harry Potter a prendere le distanze dall'autrice, ma ora Helena Bonham-Carter, Bellatrix Lestrange nella saga, prende le sue difese. Ecco con quali parole. Leggi anche Harry Potter: ecco perché J.K. Rowling non ha partecipato alla reunion per il 20° anniversario del primo film

Helena Bonham-Carter difende il diritto di J. K. Rowling di esprimere le sue idee

Helena Bonham-Carter, in un'intervista col Times, ha avuto qualcosa da dire sugli attacchi, anche molto aggressivi, rivolti a J. K. Rowling, giudicata come "transfobica" e isolata. A dir il vero, già Ralph Fiennes (Voldemort) e il compianto Robbie Coltrane (Hagrid) espressero qualche timida perplessità su una reazione del pubblico non commisurata alla "colpa" della scrittrice, che comunque ha più volte ribadito di non avere nulla contro i transessuali (anche se la maggioranza della comunità LGBTQ+ la pensa diversamente, però non a maggioranza assoluta). Helena tuttavia è più esplicita dei suoi colleghi e dice:

Credo che sia finita nel mirino. Il moralismo delle persone è stato portato all'estremo. Può avere una sua opinione, in particolar modo se ha subito abusi. Tutti portano una loro storia traumatica e si formano una propria opinione di quel trauma, bisogna rispettare le origini delle persone e il loro dolore. Non dovete essere d'accordo su tutto, sarebbe da pazzi e noioso. Non ha espresso le sue idee con aggressività, sta solo parlando per esperienza personale. A mio parere i miei colleghi dovrebbero lasciarle le sue opinioni, ma credo che pensino soprattutto alla loro fanbase e alla loro generazione.

Evidentemente quella di Bonham-Carter è una frecciata ai colleghi più giovani come Daniel Radcliffe, che invece prese subito le distanze da J. K. Rowling dopo quelle esternazioni. Gli abusi fisici ai quali si riferisce Helena sono quelli raccontati dalla stessa J. K. Rowling, subiti durante il suo matrimonio nei primi anni Novanta: era quella la principale ragione, stando a quanto scrisse, per la quale riteneva pericoloso sminuire l'idea della donna "biologica" (nata tale).

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming