News Cinema

Harry Potter e i doni della morte Parte 2, J. K. Rowling: "A Voldemort ho dato delle scelte, Harry è come me"

J. K. Rowling, all'indomani dell'uscita dell'ultimo film Harry Potter e i doni della morte Parte 2, riflette su alcuni temi.

Harry Potter e i doni della morte Parte 2, J. K. Rowling: "A Voldemort ho dato delle scelte, Harry è come me"

La corsa cinematografica della saga di Harry Potter giunge al termine con Harry Potter e i doni della morte - Parte 2 (2011), seconda parte dell'adattamento dell'ultimo romanzo di J. K. Rowling. Chiudendo la serie e salutando il trio di protagonisti Daniel Radcliffe, Rupert Grint ed Emma Watson, la scrittrice concesse un'interessante intervista al fansite Leaky Cauldron, ben prima di rituffarsi nel suo mondo magico con la serie di Animali fantastici e dove trovarli. L'attenzione non può che essere puntata su Voldemort, antagonista che qui ha il suo scontro finale con l'eroe Harry Potter. Voldemort è il male assoluto?

Voldemort è una vittima, che ha compiuto delle scelte. E' stato concepito con la forza e in seguito a una stupida infatuazione, mentre Harry è stato concepito dall'amore. Credo che le condizioni in cui nasci formino fondamenta importanti della tua esistenza. Ma Voldemort poi ha scelto il male. Ho cercato di sottolinearlo nei libri: gli ho dato delle scelte.

Anche Harry è particolare, ma in modo ben diverso. Il suo eroismo è lì, com'è evidente ancora di più nel climax. J. K. ce lo spiega chiaramente:

Riconosco tanto di Harry in me. Parte della rabbia di Harry è la mia, così come la sua frustrazione [...] Dopo il mio primo matrimonio ho anche vissuto un periodo della mia vita in cui sentivo che tutto stava andando male, ero arrabbiata con tutti, mi sentivo priva di forze, non sopportavo l'idea di non avere il controllo della situazione. Ma mi ha anche dato il potere per combattere.[...]
Harry non vuole la Bacchetta di Sambuco, non ha mai cercato il potere. E scaglia via la Pietra della Resurrezione: proprio come Silente, Harry ha fatto pace con la morte. Io penso di lottare per la stessa saggezza di Silente e alla fine di Harry, cioè credo che bisogna accettare la nostra mortalità. Anche se ci sono molte cose della fede cattolica con cui non sono d'accordo, sono d'accordo con l'idea del memento mori. Se ogni giorno sei consapevole che devi morire, vivi meglio, meglio per te e meglio per gli altri.

Su un registro più leggero, in chiusura della saga cinematografica, qual è stato il suo rapporto emotivo con i film tratti dai suoi romanzi?

Credo che quando lavori su un mezzo visivo, alcune sfumature si perdano, non si può evitare. E i personaggi nei film sono più belli di quanto io avrei mai potuto immaginare, nessuno escluso. L'ultimo film è il mio preferito, perché gli autori sono riusciti davvero a cogliere gli aspetti più cupi del libro.
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming