Risate di gioia

Risate di gioia

Voto del pubblico
Valutazione
3.2 di 5 su 5 voti
Anno: 1960
Paese: Italia
Durata: 106 min
Distribuzione: TITANUS - MONDADORI VIDEO
Risate di gioia è un film di genere commedia, drammatico del 1960, diretto da Mario Monicelli, con Anna Magnani e Totò. Durata 106 minuti. Distribuito da TITANUS - MONDADORI VIDEO.
Genere: Commedia, Drammatico
Anno: 1960
Paese: Italia
Durata: 106 min
Distribuzione: TITANUS - MONDADORI VIDEO
Montaggio: Adriana Novelli
Produzione: SILVIO CLEMENTELLI PER TITANUS

TRAMA RISATE DI GIOIA

"Tortorella" è una generica di Cinecittà, che per vivere fa delle piccole parti, ma si dà delle arie da diva. L'ultimo giorno dell'anno riceve un invito a cena da una comitiva di conoscenti che, essendo in tredici, vogliono evitare il numero infausto. Quando l'arrivo di altri ospiti rende inutile la sua presenza, Tortorella viene piantata in asso. Per non restare sola, s'accompagna ad Umberto, un ex attore di infimo ordine, che le fa la corte. Questi però ha promesso la sua collaborazione a Lello, un borseggiatore, che vuole approfittare della confusione della notte di San Silvestro per tentare qualche colpo. Accade così che la donna, che non sa nulla di tutto questo, si trovi immischiata nei maneggi di Umberto e Lello. Quest'ultimo per evitare che Tortorella scopra la verità, finge di essere innamorato di lei, e la donna finisce col ricambiare sinceramente l'affetto. Ma la sua presenza manderà regolarmente all'aria i disegni del ladro e del suo rassegnato compare. All'alba, i tre vengono cacciati in malo modo da una casa nella quale s'erano introdotti. Umberto vorrebbe aprire gli occhi a Tortorella, ma la donna è troppo innamorata per poter ammettere che Lello si prenda gioco di lei. Quando lo vede entrare in chiesa, lo crede in preda al rimorso: lo sorprende invece nell'atto di rubare una preziosa collana dal collo della statua della Vergine. Scoperto il furto, Tortorella s'addossa la colpa e finisce in prigione. Uscirà il giorno di Ferragosto: Umberto, il suo vecchio amico e corteggiatore, sarà lì ad attenderla.

CRITICA DI RISATE DI GIOIA

"Il film, che ha desunto il soggetto da due racconti di Moravia, ha sul principio un tono leggero e sorridente: man mano che la narrazione si sviluppa, il lavoro evolve tentando accenti drammatici, ma in questo trapasso rivela sensibili lacune. Lo studio psicologico dei personaggi si perde troppo spesso in inutili notazioni; il racconto è reso frammentario da non necessarie parentesi." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 48, 1960)

SOGGETTO DI RISATE DI GIOIA

racconti 'Risate di Gioia' e 'Ladri in chiesa' di Alberto Moravia

INTERPRETI E PERSONAGGI DI RISATE DI GIOIA

Attore Ruolo
Anna Magnani
Gioia, detta "Tortorella"
Totò
Umberto, detto Infortunio
Ben Gazzara
Lello
Fred Clark
L'americano
Edy Vessel
Milena
Mac Ronay
Alfredo, autista della metropolitana
Toni Ucci
Amico di Milena
Carlo Pisacane
Il nonno di Gioia
Fanfulla
Spizzico
Rik Von Nutter
Giovane aristocratico tedesco
Marcella Rovena
Padrona della pensione
Kurt Polter
Franz
Gianni Bonagura
Presentatore al "Milleluci"
Anna Campori
Moglie di Alfredo
Peppino De Martino
Colombini
Dori Dorika
Signora derubata
Gina Rovere
Mimì
John Francis Lane
Un cameriere
Leopoldo Valentini
Controllore
lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming