News Cinema

Scemo & più scemo: quando l'idiozia conquistò il mondo

1

Il primo film dei fratelli Farrelly lanciò anche il talento comico di Jim Carrey e di una coppia inedita che si sarebbe ritrovata in un sequel trent'anni dopo. Ricordiamo insieme questo classico del demenziale.

Scemo & più scemo: quando l'idiozia conquistò il mondo

Sembra impossibile che siano già passati 26 anni dal debutto dei fratelli Farrelly (Bobby e Peter, col solo Peter accreditato per la regia) con una commedia ultra demenziale e programmatica fin dal titolo Scemo & più Scemo, un'addizione matematica il cui risultato equivale a 247 milioni di dollari al box office mondiale e a un film assolutamente di culto (che ha avuto un prequel apocrifo, un sequel a vent'anni di distanza e una serie animata tv) di cui cerchiamo di ripassare i fondamentali.

Il cast di Scemo & più scemo: Jim Carrey è Lloyd Christmas

Per la scelta dei protagonisti, Lloyd Christmas e Harry Dunne, i Farrelly non si erano inizialmente orientati necessariamente su attori comici, ma su nomi di un certo rilievo: secondo varie fonti furono considerati Nicolas Cage e Gary Oldman per Lloyd e Rob Lowe e Chris Elliott per Larry. La parte di Lloyd viene anche offerta al comico canadese Martin Short e a Steve Martin, che la rifiutano. I Farelly non hanno idea di chi sia Jim Carrey, che gli viene presentato come “il tizio bianco di In Living Color”, la serie di sketch di Keenan Ivory Wayans con un cast di attori prevalentemente di colore. Viene dal Canada l'uomo dalla faccia e dal corpo di gomma, bravissimo nelle imitazioni e capace di creare i personaggi più bizzarri. Dagli anni Ottanta ha fatto una bella gavetta in tv e al cinema in attesa di sfondare. Il 1994 è per lui proprio l'anno decisivo: quando viene scritturato per Scemo & più Scemo ha 31 anni e i Farrelly capiscono di aver trovato un tesoro quando assistono a un'anteprima di Ace: Ventura: L'acchiappanimali. Sempre nel 1994 Carrey è protagonista di The Mask. Al personaggio di Lloyd Christmas non darà solo tutta la sua comica follia, ma anche un particolare fisico: il dente scheggiato del personaggio gli appartiene. Per l'occasione, Carrey si limita a farsi togliere la capsula che lo ricopre. Il set di Scemo & più scemo fu galeotto per lui: sposò infatti la collega Lauren Holly, che intepreta nel film Mary Swanson, la donna di cui i due idioti si innamorano e che dà il via alla storia, ma il matrimonio durò poco più di 9 mesi.

Il cast: Jeff Daniels è Harry Dunne

Per il ruolo del coinquilino un po' meno scemo di Larry viene scritturato Jeff Daniels, che ha 8 anni più di Carrey e lo supera perfino in altezza di 3 centimetri (1 metro e 91 contro il rispettabile 1.88 del collega). Per tutte le spettatrici dell'epoca era ancora, ovviamente, il sogno romantico di Mia Farrow in La rosa purpurea del Cairo di Woody Allen, uno dei più bei film del regista, uscito nel 1985. Bello di una bellezza tipicamente americana, capelli biondi, fossetta sul mento e una lieve tendenza alla pinguedine, Daniels si era impresso nel nostro immaginario come l'attore vestito da esploratore che scende dallo schermo per conquistare la ragazza infelice che vede continuamente il film di cui è protagonista. Ma anche per un altro ruolo fondamentale, cioè quello dello yuppie la cui vita viene sconvolta dalla bomba Melanie Griffith in Qualcosa di travolgente di Jonathan Demme (1987). Fu dunque inizialmente un po' sconcertante vederlo fare lo scemo - in modo tutt'altro che seducente - nel film dei Farrelly, ma una volta superato lo shock ci fece ridere anche di più. Tre anni dopo questo inatteso successo che lanciò le carriere dei registi come maestri della nuova commedia demenziale, stupida, scatologica e assolutamente senza freni, Daniels interpretò un film che ovviamente non c'entrava niente con Dumb & Dumber e che la fantasia dei distributori italiani ribattezzarono furbescamente Ancora più scemo.

La colonna sonora di Scemo & più scemo con una illustre partecipazione mancata

Il soundtrack del film è composto di brani di successo come "New Age Girl", di Deadeye Dick, che entrò nelle hit americane, mentre per il video della versione del gruppo australiano Crash Test Dummies (nella lista c'è anche la loro celebre “Mmm Mmm Mmm Mmm”) di "The Ballad of Peter Pumpkinhead", Daniels riprese il ruolo di Harry. Ma ci sono anche Nick Cave & The Bad Seeds con la bellissima “Red Right Hand”, "Get Ready" dei Proclaimers, "Pretty Woman" di Roy Orbison e moltissimi altri classici e hit del periodo, mentre Carrey e Daniels si esibiscono nel film in una versione a cappella di "Mockingbird". La title track non entrò nel disco ma è tornata nel sequel del 2014: si tratta di "Boom Shack-A-Lak" di Apache Indian, ovvero Steven Kapur. Ma avrebbe potuto esserci anche un altro singolo, "Loser", il primo successo di Beck, che sarebbe stata la title track. Contattato dal suo agente, il celebre musicista e cantante americano, dopo aver sentito il titolo del film, non se la sentì di associarvi il suo lavoro, visto che si trovava in un momento in cui stava ancora lottando per esser preso sul serio come artista.

Il dopo Scemo & più scemo

Degli incassi stratosferici del film vi abbiamo detto: la critica tutto sommato, anche se spiazzata, non reagì male. Roger Ebert, che citiamo ogni volta non a caso, gli dette due stelle su quattro, definì il film un'opera originale e lodò le performance di Carrey e Daniels. Inoltre, onestamente, ammise: “La scena del pappagallo morto mi ha fatto ridere così di gusto da farmi imbarazzare, non riuscivo a smettere”. Stephen Holden definì Carrey (e non fu l'unico) “il nuovo Jerry Lewis”. Nonostante questo, l'attore fu anche candidato come Worst New Star ai famigerati Razzie Award. Agli MTV Movie Awards Jim Carrey vinse il premio per la miglior performance comica e condivise con Lauren Holly il premio come miglior bacio, mentre assieme a Daniels venne candidato come miglior duo. Invece di un sequel immediato, nel 1995 una serie animata Hanna-Barbera tratta dal film venne trasmessa sulla ABC, ma durò solo una stagione. Un prequel cinematografico arrivò solo nel 2003: Scemo & più Scemo Iniziò così... (il sottotitolo originale When Harry Met Lloyd riecheggia il titolo di When Harry Met Sally di Rob Reiner). Diretto da Troy Miller, ha ovviamente attori diversi dall'originale (Eric Christian Olsen è Lloyd e Derek Richardson Harry) e racconta le disavventure scolastiche dei due scemi. Inutile dire che fu un fiasco e che è stato rapidamente archiviato finché, nel 2014, 20 anni dopo l'originale, i Farrelly stessi decisero di riportare i loro personaggi al cinema con Jim Carrey e Jeff Daniels, nel sequel/reunion Scemo & + scemo 2. Il risultato è dolceamaro e dimostra come gli anni siano davvero passati per questo tipo di commedia. Sarà forse che certi film più di altri sono legati al tempo in cui sono stati prodotti o che gli scemi, in un'epoca in cui hanno raggiunto i vertici del potere in tutto il mondo, ci fanno un po' meno ridere.



  • Saggista e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming