News Cinema

Mrs. Doubtfire, le tecniche di Robin Williams e gli attori a cui era stato offerto il ruolo

Mrs. Doubtfire è uno dei ruoli più iconici di Robin Williams, che travolse l'intera troupe con una performance molto più fuori controllo di come già appare. Ma a chi era stata offerta la parte?

Mrs. Doubtfire, le tecniche di Robin Williams e gli attori a cui era stato offerto il ruolo

Mrs. Doubtfire (1993) rappresenta uno dei ruoli storici e più amati nella carriera di Robin Williams, che vinse il Golden Globe come miglior attore in una commedia (ma l'Oscar andò al makeup). Dietro l'efficacia del risultato ci fu però una preparazione molto approfondita da parte dell'attore, che soffiò facilmente il ruolo ad altri candidati. Indaghiamo.

Mrs. Doubtfire: la dedizione totale di Robin Williams al ruolo

Per Robin Williams un film come Mrs.Doubtfire - Mammo per sempre significava solo due cose: immedesimazione e improvvisazione, curiosamente proprio quello di cui viene accusato Daniel all'inizio del film, durante il doppiaggio del cartoon! Prevedendo che Williams sul set si sarebbe lasciato andare, il regista Chris Columbus allestì riprese con due-tre cineprese attive contemporaneamente da più angolazioni, forse memore di quanto fece Garry Marshall sul set di Mork & Mindy, dedicando una delle camere solo a inseguire i raptus di Robin. Chris ricorda che per ogni scena c'erano fino a una ventina di ciak: per rispetto Williams eseguiva i primi due o tre attenendosi al copione, ma il resto era improvvisazione totale, tanto che Columbus paragonò il difficilissimo editing del film al montaggio di un documentario. Bisognava anche fare la gimcana tra le improvvisazioni che citavano altri film (per via dei permessi da chiedere agli studi corrispondenti) e le invenzioni troppo pesanti che avrebbero portato un divieto ai minori! Tra le scene inventate al volo, c'è la caduta dei denti finti nel bicchiere di vino, decisa da Robin senza avvisare nè la troupe nè gli altri attori nella scena, sinceramente presi in contropiede!
Robin costruì il personaggio sulla sua vera tata, una "Lolly" che alcuni tabloid riuscirono persino a rintracciare. La maniera di parlare in originale era costruita sui timbri di Margaret Thatcher e della chef televisiva Julia Child, con un accento scozzese comico cavallo di battaglia di Williams. Il look, che richiedeva peraltro quattro ore e mezza per essere applicato, fu testato da Robin per le strade di San Francisco, dove quasi nessuno lo riconobbe: il test definitivo, al colmo dello sberleffo, avvenne in un sexy shop, dove la misurata signora acquistò un vibratore.
A parte gli scherzi, Robin ammise di aver interpretato la storia di un papà che vuole trascorrere più tempo con i suoi figli, perché sapeva nella vita di non averlo fatto abbastanza.

Mrs. Doubtfire: prima di Robin Williams, quali attori avevano ricevuto la proposta?

Difficile separare un attore come Williams da un film come Mrs. Doubtfire, ma Hollywood è pur sempre un ambiente professionale, quindi raramente si va a colpo sicuro: prima di assestarsi su Robin, la produzione offrì il ruolo a diversi altri mitici commedianti di allora, in alcuni casi attivi anche oggi. Mentre li elenchiamo, provate a immaginarli con le fattezze dell'energica tata.
Tim Allen è più noto forse negli States (nè qui in Italia molti si ricordano che è la voce originale di Buzz Lightyear), ma nei primi anni Novanta era una star di prima grandezza negli USA: passò, qualcosa del progetto non lo convinceva. Secondo candidato fu Bill Murray: scelta perfetta, onestamente, ma forse dopo Ricomincio da capo erano già cominciate la sua insofferenza verso la commedia pura e la ricerca di qualcosa di più. Rick Moranis: non male, ma di lì a poco si sarebbe ritirato dagli schermi, forse ci stava già pensando e il ruolo era troppo impegnativo?
Incredibili ma a volte esilaranti le altre opzioni, solo considerate dalla produzione ma probabilmente mai seguite da offerte agli interessati: Mel Gibson (forse l'unico di questo elenco fuori di testa alla pari di Williams), Tom Hanks (doti perfette per la parte, ma meno energico di Robin), Harrison Ford (stiamo ancora ridendo: speriamo sia uno scherzo), Bryan Cranston (non ancora abbastanza famoso per battere la concorrenza), John Travolta (poteva andare, vedasi Hairspray), Dennis Quaid (no), David Hasselhoff (senza parole), Richard Gere (troppo serio), Jeff Daniels (non aveva ancora dimostrato la sua energia con Scemo e più scemo), Robert De Niro (non all'epoca, adesso sì), Dustin Hoffman (aveva già dato con Tootsie), Rowan Atkinson (troppo poco noto negli USA).
Non vi bastano ancora? Incontentabili, ma ci costringete a selezionare. Vi proponiamo quelli che ci accendono di più la fantasia nell'immensa lista: Steve Martin, Adam Sandler, Mike Myers, Michael Keaton, Kevin Kline, John Candy, Arnold Schwarzenegger, Jeff Bridges, Kurt Russell, Jim Carrey, Michael J. Fox, Billy Crystal. Massimo rispetto per Robin, ma in quest'elenco qualcuno adatto in effetti ci sarebbe stato...

Mrs. Doubtfire, l'accoglienza, i ricordi e il pellegrinaggio dopo la morte di Robin

Mrs. Doubtfire, costato 25 milioni di dollari, ne incassò nel mondo 440, una cifra altissima per una commedia, rivelandosi uno dei più grandi successi commerciali di Robin Williams. La versione italiana del film ha portato un Nastro d'Argento alla performance come sempre perfetta di Carlo Valli, con Marco Mete al doppiaggio ufficiale dell'attore nella sua carriera.
Quando Robin Williams ci ha lasciato nell'agosto del 2014, nello stesso giorno la bellissima casa al 2640 di Steiner Street all'angolo con la Broadway, location reale delle riprese, è diventata teatro di un memoriale lì allestito. Nel corso degli anni è entrata a far parte addirittura di alcuni giri turistici di San Francisco. La famiglia di Robin ancora ricorda con affetto il periodo delle riprese: da piccolo, suo figlio non riuscì nemmeno a riconoscerlo senza sentirlo parlare, mentre l'allora moglie di Robin nonché producer del film, Marsha Garces Williams, rimase ammirata nel vederlo rimanere sempre nel personaggio tra un ciak e l'altro. La massima professionalità dedicata al sorriso.



  • Giornalista specializzato in audiovisivi
  • Autore di "La stirpe di Topolino"
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming