News Cinema

Jack Reacher, il flop del secondo film con Tom Cruise spiegato dal regista

2

Un regista amico di Tom Cruise, l'Edward Zwick che l'aveva diretto nell'Ultimo samurai. Una saga amata come Jack Reacher. Un primo film di successo, Jack Reacher - La prova decisiva. Un sequel flop, Jack Reacher - Punto di non ritorno. Come mai? Risponde proprio Zwick.

Jack Reacher, il flop del secondo film con Tom Cruise spiegato dal regista

Mentre la serie tv Reacher in streaming su Prime Video, interpretata da Alan Ritchson, riscuote un notevole successo, il personaggio ideato da Lee Child al cinema si è completamente arenato: dopo il buon esito di un primo film con Tom Cruise, il suo sequel Punto di non ritorno si è rivelato un notevole flop. Il regista Edward Zwick, amico di Tom da anni, ha spiegato in un suo libro cosa possa essere andato storto in quell'adattamento. Davvero era tutta colpa di Tom, "reo" di non assomigliare alla descrizione del personaggio? Leggi anche Reacher: Ecco su quale libro si baserà la stagione 3

Jack Reacher - Punto di non ritorno, il flop spiegato da Edward Zwick

La serie cinematografica dedicata all'ex-militare Jack Reacher, seguitissimo nella serie Reacher su Prime Video, era iniziata al cinema col piede giusto. Il primo Jack Reacher - La prova decisiva (2012), diretto da Christopher McQuarrie e interpretato da Tom Cruise, costato 60 milioni di dollari, ne portò a casa 218.300.000 (fonte Boxofficemojo): non una cifra esorbitante, ma abbastanza da giustificare un prosieguo presso la Paramount Pictures. Cruise vestì allora ancora i panni del personaggio in Jack Reacher - Punto di non ritorno (2016), questa volta diretto dall'Edward Zwick che aveva firmato uno dei più grandi successi di Cruise, L'ultimo samurai (2003). Brusca e traumatica frenata: per quasi 90 milioni di dollari di budget, il boxoffice mondiale si fermò a 162.100.000, in rosso. La saga sul grande schermo saltò. Col senno di poi Zwick si dà la colpa, nel suo libro di memorie "Hits, Flops, and Other Illusions: My Fortysomething Years in Hollywood" (letteralmente "Successi, flop e altre illusioni: i miei quasi quarant'anni a Hollywood"):

Do la colpa a me (e al mio consenziente complice Don Granger) per aver pensato che al pubblico potesse piacere un mix di Jack Reacher e Paper Moon, quando in realtà cercava solo più visceralità. Mi sono divertito tantissimo lavorando con Cobie Smulders, e di certo non do la colpa a Tom per non essere alto un metro e novanta, così come il romanziere Lee Child aveva descritto il personaggio. Nel caso a Tom venisse voglia di fare un terzo film insieme, decisamente sarei della partita.
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming