News Cinema

Il ragazzo e la tigre, Brando Quilici e Claudia Gerini: "I bambini salveranno il mondo"

15

Il regista Brando Quilici, Claudia Gerini e il giovane Sunny Pawar hanno presentato alla Festa di Roma il film Il ragazzo e la tigre, dal 14 ottobre al cinema. La storia di un'amicizia tra uomo e animale, immersa in impressionanti paesaggi.

Il ragazzo e la tigre, Brando Quilici e Claudia Gerini: "I bambini salveranno il mondo"

È nei cinema italiani dal 14 ottobre il suggestivo Il ragazzo e la tigre di Brando Quilici, interpretato dal piccolo Sunny Pawar e da Claudia Gerini: è la storia di un bambino, Balmani, che scappa da un orfanotrofio in Nepal, mentre ancora non accetta la perdita di sua madre. Sulla strada, diventa amico di una piccola tigre nella sua stessa situazione, e decide di far avverare una leggenda. Sulle sue tracce c'è Hannah (Gerini), la direttrice dell'orfanotrofio che non si dà pace per averlo perso... Abbiamo incontrato alla Festa del Cinema di Roma il regista insieme ai due suoi principali interpreti.

Il ragazzo e la tigre: realtà e leggenda sono indistinguibili

Parlando della genesi di Il ragazzo e la tigre, il regista Brando Quilici ci racconta che l'idea ha preso forma a poco a poco, a partire da un incontro avuto con Reinhold Messner, mentre girava un documentario sull'Himalaya. È stato il grande scalatore a raccontargli della leggenda del Tiger's Nest, cioè il Monastero di Taktsang, sorto dove il guru Padmasambhava sarebbe arrivato in groppa a una tigre, meditando poi per tre mesi, nel corso dell'ottavo secolo. La leggenda ha trovato radici nella realtà quando del materiale della BBC ha dimostrato ciò che fino a quel momento non era sicuro: le tigri si spingono sul serio fino ai 4.000 metri. Nella mente di Quilici ha cominciato così a prender vita il film, che tra Nepal e Bhutan presenta luoghi, volti e situazioni che già avevano intercettato l'attivismo di Leonardo DiCaprio (cosa che ha aiutato molto la produzione nell'assicurarsi i fondi necessari al lungometraggio).
La stessa figura di Hannah, ci spiega Claudia Gerini che la porta sullo schermo, è ispirata a una persona reale: all'interno del Parco Nazionale di Chitwan nel Nepal c'è effettivamente un orfanotrofio, gestito da una donna del luogo in autosufficienza, "con autorità e dolcezza insieme". La troupe ha trascorso una settimana nella struttura all'interno del parco, dove peraltro vivono anche duecentosettanta tigri. Il terremoto che ha tolto la famiglia a Balmani nella finzione si suppone sia quello del 2015.

Il ragazzo e la tigre: il miracolo di una simbiosi da coltivare

Sunny Pawar, il giovanissimo interprete di Balmani in Il ragazzo e la tigre, ci spiega di aver sostenuto diversi provini prima di ottenere il ruolo, ma di aver poi trovato sul set un'atmosfera familiare a tal punto da aver ribattezzato Brando Quilici "zio". Ha imparato come gestire le sette piccole tigri che nel film interpretano la sua cucciola, cibandole con pollo e latte. Ha una sua preferita, Dora, una "gattona" che al momento delle riprese aveva sette mesi e pesava 80 chili! Si è creata una simbiosi speciale, ci racconta Quilici, perché in una scena clou l'animale ha eseguito naturalmente delle azioni previste in sceneggiatura, vivendo sul serio il legame con Balmani / Sunny. Questo atteggiamento ha stupito gli stessi addestratori: le tigri di quell'età hanno già la capacità di ritrarre gli artigli, e Dora lo faceva ogni volta che Sunny le si avvicinava, in totale fiducia.
Il bracconaggio, incarnato nel film dal cattivo della storia, è ultimamente un problema meno grave in Nepal, ci spiega Quilici, ma questo è solo il simbolo per la vera minaccia che grava su quelle tigri: l'espansione degli insediamenti umani a scapito del loro territorio, tanto che le autorità stanno pensando di collegare tra loro due parchi nazionali tramite un "corridoio" protetto, onde consentire gli accoppiamenti tra aree diverse e preservare meglio la specie.
La natura riemerge in Il ragazzo e la tigre anche in tanti altri modi, facendo leva sull'esperienza documentaristica di Quilici: la scena degli "honey hunters", gli uomini che raccolgono il miele dagli alveari sulle pendici delle montagne, è stata resa possibile tramite una lunga opera di convincimento dell'unico contatto con loro, dato che si temeva un'invasione di turisti, che disturberebbero questa suggestiva (e vertiginosa!) pratica.
Dagli autori di un racconto dedicato alla natura, e al rapporto degli esseri umani con flora e fauna, ci si aspetta una risposta alla fatidica domanda: "Chi salverà il pianeta?" Brando Quilici e Claudia Gerini non hanno dubbi: i bambini. Nello specifico, i bambini della cosiddetta "generazione alpha", quelli nati dopo il 2012, già nativi digitali, che godono di tutte le possibilità che la tecnologia dà loro, e hanno il mondo in mano. Allo stesso tempo, Quilici ha realizzato il film soprattutto per loro, affinché sia da stimolo a cercare un rapporto con la Terra, per bilanciare l'immensità del virtuale nelle loro mani.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming