Schede di riferimento
News Cinema

È morto Jean-Jacques Beineix, il regista di Diva e Betty Blue

206

Autore di pochi film ma diventati di culto come Betty Blue e Diva, è morto a 75 anni a Parigi il 13 gennaio il regista Jean-Jacques Beineix. Era malato da tempo.

È morto Jean-Jacques Beineix, il regista di Diva e Betty Blue

In un 2022 partito malissimo, un altro lutto per il mondo del cinema si aggiunge ai recenti. All'età di 75 anni, dopo una lunga malattia, è morto il 13 gennaio a Parigi il regista Jean-Jacques Beineix. Da tempo non aveva aggiunto titoli alla sua filmografia che era molto ridotta, ma vanta almeno due titoli di culto negli anni Ottanta, Diva e, soprattutto, Betty Blue, con Jean Hugues-Anglade e Béatrice Dalle, che lanciata dal film diventò immediatamente uno dei sex symbol del periodo.

La carriera di Jean-Jacques Beineix

Beineix aveva iniziato la sua carriera come assistente alla regia di noti registi francesi negli anni Sessanta, collaborando con Jean Becker, Claude Berri e Claude Zidi. Dopo un cortometraggio, esordisce nel 1980 con Diva, che vince quattro premi César. Protagonista la soprano americana Wilhelmenia Fernandez nel ruolo di una cantante lirica che non ha mai voluto incidere dischi. Nel film un giovane postino ossessionato da lei registra di nascosto un bootleg di un suo concerto, ma si trova poi in possesso di una registrazione molto più pericolosa che dà il via a un'intricata trama gialla. Nel cast ci sono anche Richard Bohringer e Dominique Pinon. A questo film di successo fa seguire nel 1983 il più pasticciato Lo specchio del desiderio, girato a Cinecittà con Gérard Depardieu e Nastassja Kinski, adattamento del romanzo "C'è del marcio in Vernon Street" di David Goodis.

Ma il grande successo, che lo impone come uno dei registi più interessanti del cinema francese di quel decennio, insieme a Luc Besson, anche per la sua ricerca visiva innovativa, arriva nel 1986 con Betty Blue, appassionata storia di amore e follia tratta da un romanzo di Philippe Djian. Il film ha un enorme successo in tutto il mondo, vince un César e viene candidato agli Oscar e al Golden Globe come miglior film straniero. Nel cast ci sono anche Gérard Darmon, Vincent Lindon e uno degli attori feticcio di Beineix, Dominique Pinon. Nel 1989 dirige Roselyne e i leoni, con Isabelle Pasco, un film d'ambiente circense che non ha successo. Nel 1992 dirige IP5 -  L'Isola dei Pachidermi, l'ultimo film di Yves Montand, morto poco dopo la fine delle riprese. L'ultimo lungometraggio di finzione diretto da Beineix è il thriller Mortel Transfert, del 2001, interpretato da Jean-Hugues Anglade. Seguono alcuni documentari, lavori teatrali e l'inizio di una nuova carriera da romanziere.

Con questo post su Instagram, che dice "Zorg e Betty sono orfani... una delle pagine più belle della mia vita la devo a queste riprese... Ti amo", lo ha salutato Béatrice Dalle.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo