Schede di riferimento
News Cinema

Addio a Jan-Michael Vincent, attore dalla tragica vita

42

L'attore celebre per Un mercoledì da leoni e Airwolf è morto il 10 febbraio dopo una vita turbolenta ma la notizia è stata diffusa solo nel weekend.

Addio a Jan-Michael Vincent, attore dalla tragica vita

Ha colpito molto, nel fine settimana, la notizia della morte per attacco cardiaco di Jan-Michael Vincent, avvenuta lo scorso 10 febbraio ma resa nota da TMZ solo l'8 marzo. L'attore era noto a tutti gli spettatori - e le spettatrici - degli anni Settanta e Ottanta per bellezza e il fisico scultoreo, esibiti nell'autobiografico cult movie sul surf di John Milius, Un mercoledì da leoni (1978),  dove era Matt Johnson, il surfista dalla vita spericolata, al fianco di Gary Busey e William Katt, in una bellissima storia di amicizia e maturazione, nel periodo dal 1962 al 1968, sullo sfondo della guerra del Vietnam.

La carriera di questo attore, devastata dal successo e dall'incapacità di gestirlo, in questo simile a molte storie hollywoodiane, era iniziata negli anni Sessanta in televisione, dove era apparso in telefilm come Dragnet, Lassie, Bonanza e The Survivors. Al cinema aveva interpretato vari ruoli minori in film come 7 volontari dal Texas, Non c'è scampo per chi tradisce e Allucinante notte per un delitto, dove seppe tener testa a Robert Mitchum. Nel 1972 in Professione: Assassino di Michael Winner divise la scena con Charles Bronson e fu protagonista di Nanù, il figlio della giungla.

Due anni dopo in Buster and Billie offrì al pubblico un nudo frontale (erano gli anni Settanta, e ancora si poteva) e nel western di Robert Brooks, Stringi i denti e vai!, recitò con Gene Hackman e Candice Bergen. La sua carriera continuò al cinema e in tv senza battute d'arresto, fino a due altri grandi successi: le serie Venti di guerra, di nuovo con Mitchum, del 1983, e il successivo Airwolf, al fianco di Ernest Borgnine, dove interpretava Stringfellow Hakwe. Per il ruolo veniva pagato 200.000 dollari a settimana, il massimo all'epoca per un attore in una serie. E lì cominciarono i guai, con la sua crescente dipendenza dalla cocaina e dall'alcol.

Vincent non smise di recitare ma dovette accontentarsi di ruoli di poco conto in film di serie B quando non decisamente Z. La sua vita fu costellata di incidenti: arresti per guida in stato di ubriachezza, accuse di violenza domestica, risse e - negli anni Novanta - tre gravi incidenti d'auto in uno dei quali si ruppe tre vertebre del collo e subì un danno permanente alle corde vocali. Nel 2012, devastato nel fisico, subì l'amputazione di una gamba sotto il ginocchio. Su youtube ci sono diverse interviste e immagini in cui è irriconoscibile, ma noi vogliamo ricordarlo così, mentre sfida e cavalca le onde, simbolo della eterna bellezza e della speranza della gioventù, invincibile al cinema come purtroppo non è stato nella vita. 

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
Schede di riferimento
  • Saggista traduttrice e critico cinematografico
  • Autrice di Ciak si trema - Guida al cinema horror e Friedkin - Il brivido dell'ambiguità
Suggerisci una correzione per l'articolo