The Office

Titolo originale: The Office

share
Poster
VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VOTO COMINGSOON
VALUTAZIONE

3.92 di 5 su 6 voti

In un ambiente di lavoro, quale può essere un ufficio, si creano spesso delle amicizie o delle antipatie che, viste da fuori, possono risultare alquanto esilaranti. Esattamente come negli uffici della Dunder Mifflin, una compagnia di articoli di carta la cui filiale di Scranton, in Pennsylvania, è guidata dal folle, ingenuo e insensibile Michael Scott, il quale si preoccupa di mantenere lo status quo tra i suoi altrettanto carismatici dipendenti, non riuscendoci il più delle volte.

  • ANNO: 2005
  • PAESE: USA
  • PRODUZIONE: NBC Universal Television
  • DURATA: 22 Min
  • STATO: Conclusa
  • SITO WEB UFFICIALE


CURIOSITÀ:

The Office è l’adattamento per la tv americana dell’omonima serie ideata da Ricky Gervais e Stephen Merchant e trasmessa a partire dal 2001 per due stagioni dalla rete britannica BBC Two. Come nella versione originale, la serie - sviluppata dallo sceneggiatore del Saturday Night Live e de I Simpson Greg Daniels insieme con Gervais e Merchant - è girata con la tecnica del mockumentary, ovvero del finto documentario.

In un primo momento, l’allora presidente della programmazione di NBC suggerì l’attore Paul Giamatti per il ruolo del protagonista, Michael Scott, andato poi a Steve Carell dopo la cancellazione di un’altra sua comedy di breve durata in onda in quel periodo, Come to Papa. Il ruolo attirò anche l’attenzione di Martin Short, Hank Azaria, Bob Odenkirk e dello stesso Rainn Wilson, al quale andò poi la parte di Dwight Schrute. Anche Angela Kinsey fece l’audizione per un altro personaggio, Pam, prima di ottenere il ruolo di Angela Martin, mentre Kate Flannery, interprete di Meredith Palmer, si candidò per il ruolo di Jan Levinson. Brian Baumgartner (Kevin), infine, fece l’audizione per la parte andata a Leslie David Baker, Stanley Hudson. Quattro degli altri ruoli andarono invece ad altrettanti sceneggiatori della serie: B. J. Novak ottenne il ruolo di Ryan Howard; Paul Lieberstein diventò il direttore delle risorse umane Toby Flenderson; dopo qualche indecisione sul ruolo da affidarle, grazie a un espediente nel secondo episodio, Mindy Kaling ottenne il ruolo di Kelly Kapoor; mentre Michael Schur è apparso in alcuni episodi nei panni di Mose, il cugino di Dwight.

Il tema musicale che si sente durante i crediti di apertura di The Office, e durante i crediti di chiusura a partire dalla quarta stagione, è stato scritto da Jay Ferguson ed eseguito dai The Scrantones. Inoltre, alcune delle scene che si vedono nei crediti di apertura sono state girate da John Krasinski (Jim) e dai suoi amici durante un giro in Jeep a Scranton.

L’ideatore Greg Daniels pensò di ambientare la serie a Nashua, nel New Hampshire, o a Utica, nello stato di New York, prima di scegliere la città di Scranton, in Pennsylvania. Le sue prime due scelte, tuttavia, furono usate in seguito come sedi di altre filiali della Dunder Mifflin. Anche se alcune location di Scranton o delle zone limitrofe appaiono spesso nello show, come la torre della Pennsylvania Paper & Supply Company quale sede della Dunder Mifflin (che per uno strano gioco del destino si trova di fronte a un bar il cui nome è The Office), tutte le riprese sono realizzate in realtà nell’area metropolitana di Los Angeles.

Dal 2006, ovvero a partire dalla seconda stagione, la NBC ha prodotto e pubblicato sul suo sito web diverse raccolte di webisode della durata di pochi minuti incentrate sui personaggi, anche principali, della serie originale alle prese con altre disavventure. Gli episodi sono stati trasmessi spesso durante i periodi di pausa cui la serie è soggetta per motivi di produzione, come l’estate e l’inverno, ma anche durante e immediatamente prima o dopo la programmazione televisiva. Il ciclo più lungo è stato quello in onda tra la seconda e la terza stagione, The Accountants, composto di ben 10 webisode, mentre gli altri non sono più lunghi di quattro atti.

Esattamente come la versione britannica, The Office della NBC è stata, fin dalla prima stagione, una delle serie più acclamate dalla critica. Un risultato che colse di sorpresa la rete, dal momento che lo show era stato lanciato in tarda midseason come rimpiazzo della meno fortunata Committed. Nel 2006 la serie vinse l’Emmy come miglior comedy, mentre l’anno prima Steve Carell conquistò il Golden Globe come miglior attore in una comedy o musical. La serie ha vinto anche due Screen Actors Guild Awards consecutivi per il miglior cast.

Durante le prime fasi dello sviluppo, lo show era conosciuto con il titolo provvisorio The Office: An American Workplace.

Lascia un Commento
Lascia un Commento