Perry Mason, alle origini del mito: Recensione della Serie TV in arrivo su Sky e NOW TV

09 settembre 2020
4 di 5
18

Appuntamento venerdì 11 settembre con tutti gli episodi della prima stagione. Ecco la nostra recensione della nuova Serie TV.

Perry Mason, alle origini del mito: Recensione della Serie TV in arrivo su Sky e NOW TV

Perry Mason. Questo nome sicuramente non vi suonerà nuovo. Il personaggio creato dall'avvocato e scrittore statunitense Erle Stanley Gardner è il protagonista di una nuova serie tv, realizzata dalla sempre-sia-lodata HBO, che riporta sul piccolo schermo una delle figure più amate della letteratura e non solo in una versione inedita e decisamente aggiornata. Il nuovo Perry Mason è ambientato infatti all'inizio degli anni '30, in una Los Angeles corrotta e sfavillante. Il protagonista non è (ancora) l'avvocato integerrimo conosciuto nelle trasposizioni del passato bensì un detective privato dalle fortune alterne, la cui esistenza è dilaniata dai traumi subiti durante la Grande Guerra. Come nella tradizione dei migliori prodotti HBO, la serie fonde una messa in scena curata nei minimi particolari con contenuti capaci di rispecchiare metaforicamente molte problematiche del nostro presente. Il risultato è uno show di fattura decisamente elevata, il quale dopo Watchmen - e più di una tematica è comune alla serie di Damon Lindelof - conferma l'impegno del canale via cavo nel cercare strade narrative ed estetiche volte a impegnare l'intelletto dello spettatore, non soltanto al mero intrattenimento.

Perry Mason: Alle origini nel mito

Ora in onda in Italia, su Sky Atlantic venerdì 11 settembre alle ore 21:15 e lo stesso giorno in streaming su NOW TV, in entrambi i casi con tutti gli otto episodi della prima stagione prodotti, Perry Mason va in scena a Los Angeles durante gli ultimi giorni del 1931. Il pagamento del riscatto di un neonato rapito fallisce miseramente, trasformandosi in una tragedia che riempie le pagine dei giornali per giorni e giorni. Ben presto, la madre si ritrova accusata di essere complice nell'assassinio di suo figlio. Ad assisterla è l'avvocato E.B. Jonathan (John Lithgow, The Crown), il quale chiede al detective privato Perry Mason di aiutarlo nel caso. Interpretato dal vincitore dell'Emmy per il suo straordinario lavoro in The Americans Matthew Rhys, Mason viene mostrato come un uomo ancora afflitto dagli orrori vissuti durante la Prima Guerra Mondiale e da un matrimonio fallito, ma determinato a cogliere la possibilità di riscatto che questa opportunità gli sta mettendo davanti. Si getta così nel caso, con tutta la sua rabbiosa veemenza. Ma non passa molto prima che le indagini comincino a prendere pieghe inaspettate, portando l'uomo a scoperchiare molto del marcio che la Città degli Angeli nasconde sotto la propria sfavillante superficie. La ricerca della verità porta il detective privato e gli altri a incrociare sulla propria strada anche Alice (un altro premio Emmy, la Tatiana Maslany di Orphan Black), una predicatrice con un enorme potere mediatico.

The Mandalorian

Un altro Perry Mason

Dimenticate il tono e le atmosfere del telefilm con Raymond Burr. La rivisitazione di Perry Mason messa in atto da Rolin Jones e Ron Fitzgerald trova invece il suo referente principale in altri classici del cinema e della letteratura, come ad esempio un noir intramontabile qual è Chinatown di Roman Polanski oppure i romanzi hard-boiled di James Ellroy. L'universo morale in cui la nuova serie è ambientata è lontano anni luce da quello in cui l'avvocato Mason/Burr perorava le sue cause: la Los Angeles magnificamente rappresentata in Perry Mason è un tumulto di contraddizioni sociali e civili che funziona come perfetta metafora del nostro presente. Dietro la trama specifica del genere infatti lo show espone temi purtroppo estremamente attuali come la brutalità e il razzismo della polizia, la discriminazione di donne e omosessuali, i pericoli della propaganda mediatica. Pur non rinunciando a una confezione spettacolare e curatissima, HBO conferma con questo show di essere in primissima linea quando si tratta di esporre ciò che deve essere ridiscusso nella società odierna.

The Mandalorian

Per quanto riguarda l’aspetto più propriamente estetico di Perry Mason, la regia di Tim Van Patten (I Soprano, Boardwalk Empire, Il Trono di Spade) e Deniz Gamze Ergüven (Mustang) garantiscono alla serie una coerenza visiva impressionante soprattutto perché riescono ad abbinare all'eleganza estetica la forza del realismo delle situazioni più forti. Il risultato è uno show davvero intenso da vedere, costruito su una storia che permette poi agli attori di tirar fuori il meglio dai propri personaggi. Mathtew Rhys si dimostra capace di esplicitare con cura il lato più intimo e ferito di una psicologia tanto complessa quanto fragile. A supporto del protagonista si confermano attori di classe Shea Whigham, Lili Taylor, Stephen Root, Chris Chalk, Juliet Rylance, il grande John Lithgow ma soprattutto una sorprendente e carismatica Tatiana Malsany, alle prese con il ruolo probabilmente più stratificato e complesso dell'intera produzione. Concepita inizialmente come una miniserie e trasformata da HBO in una serie regolare dopo il successo di pubblico e critica, Perry Mason funziona in un certo qual modo come origin-story (perdonateci la terminologia sottratta all'universo dei cinecomic) di una delle figure più amate dal pubblico televisivo a partire dagli anni '50: la scelta di riportare sul piccolo schermo Perry Mason presentandolo in una versione diversa, oseremmo scrivere quasi opposta rispetto all'originale, colpisce pienamente nel segno e ci regala un personaggio in fieri che sarà un piacere seguire negli anni a venire.



  • Critico cinematografico
  • Corrispondente dagli Stati Uniti
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento