News Serie TV

The Walking Dead: Dopo 16 anni, si conclude a sorpresa il fumetto

192

L'opera di Robert Kirkman che ha ispirato la popolare serie di AMC si chiude dopo 193 numeri.

The Walking Dead: Dopo 16 anni, si conclude a sorpresa il fumetto

Colpo di scena nell'universo del franchise di successo The Walking Dead: in modo del tutto inatteso, l'ultimo numero del fumetto creato da Robert Kirkman e Charlie Adlard dà una conclusione all'epico viaggio di Rick Grimes e del figlio Carl in un'America devastata da un'apocalisse zombie. L'opera che ha ispirato l'omonima serie tv di AMC in onda da nove stagioni, pubblicata dalla Image Comics a partire dal 2003, si chiude con il numero #193, uscito negli Stati Uniti questa settimana.

In un comunicato, Kirkman spiega perché non ha preparato i lettori a questo addio: "Questa è la fine di The Walking Dead. È tutto... è finita... abbiamo finito. Sono sicuro che avrete un milione di domande... e sono sicuro che sarete molto emozionati per tutto ciò... se non peggio. Sono assolutamente disposto a scommettere che alcuni di voi saranno arrabbiati. Lo capisco. Voglio dire... Perché non lo abbiamo annunciato in modo che i fan potessero prepararsi? Beh... personalmente... odio sapere cosa sta per succedere. Come fan, odio quando mi rendo conto di essere al terzo atto di un film e che la storia sta per finire. Odio poter contare le interruzioni pubblicitarie e sapere che mi sto avvicinando alla fine di una serie tv. Odio che possiate capire quando siete arrivati alla fine di un libro o di un fumetto. The Walking Dead è sempre stato caratterizzato dall'effetto sorpresa. Non sapere cosa succederà una volta girata la pagina, chi morirà, come morirà, è stato fondamentale per il successo di questa serie. È stata la linfa vitale che abbiamo preservato in tutti questi anni, mantenendo le persone coinvolte. Sarebbe stato semplicemente sbagliato e contrario alla natura di questa serie non rendere il finale sorprendente al pari di tutte le morti più importanti, da Shane a [attenzione alle anticipazioni, quella recentissima di] Rick".

Kirkman racconta di aver pianificato la fine di The Walking Dead nel lontano 2015 e di aver resistito nell'ultimo periodo alla tentazione di allungare la storia alla luce del costante successo del fumetto, come già era avvenuto in passato (inizialmente l'ultimo numero doveva essere il #73 e concludere la storia in modo completamente diverso). "Mentre lavoravo per trovare nuovi modi per espandere la storia, mi sono reso conto che nessuno sembrava quello giusto", ha detto. "Sembrava una deviazione inutile... era, in mancanza di una parola migliore, riempitivo [filler, nel gergo tecnico]. Più ho cercato di trovare nuovi posti in cui andare, più mi è stato chiaro che questo era ciò di cui questa storia aveva bisogno... doveva finire".

Probabilmente ora molti si staranno chiedendo cosa la fine del fumetto potrebbe significare per la serie. In linea di massima, un bel niente, giacché da tempo quest'ultima ne ha preso - in modi anche discutibili - le distanze, portando la storia in tutt'altra direzione (la morte di Carl ne è un esempio). A dire il vero, sebbene non più forte come una volta, in tv il franchise è ancora di un verde raggiante. In aggiunta alla serie originale, rinnovata per una decima stagione, e allo spin-off Fear the Walking Dead, in onda con la quinta, AMC ha ordinato un secondo spin-off incentrato sulla prima generazione cresciuta nel mezzo dell'apocalisse e un ciclo di film tv dedicato a Rick Grimes, il cui interprete Andrew Lincoln ha lasciato il cast di TWD nella passata stagione.



  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming