News Serie TV

The Looming Tower: Jeff Daniels e Peter Sarsgaard ci parlano della nuova serie Amazon

18

In arrivo su Prime Video una serie sugli errori dell'intelligence americana prima dell'11/9.

The Looming Tower: Jeff Daniels e Peter Sarsgaard ci parlano della nuova serie Amazon

Jeff Daniels e Peter Sarsgaard, ovvero due eccellenti attori in grado di regalare un tocco personale alle loro interpretazioni, al confine fra caratteristi di gran lusso e il cinema più commerciale. Sono i due protagonisti, veri antagonisti seppure schierati per la stessa squadra, della nuova appassionante serie televisiva The Looming Tower, le cui prime quattro puntate (su un totale di dieci da un’ora l’una) sono appena state messe online da Amazon Prime Video.

Un grande lavoro è toccato ai creatori, Dan Futterman (sceneggiatore di Capote e Foxcatcher) e il grande documentarista Alex Gibney, insieme a Lawrence Wright, dal cui splendido libro premio Pulitzer, Le altissime torriè ispirata la serie. The Looming Tower rievoca gli anni della crescita mondiale, con gli attentati in Africa e il reclutamento in Afghanistan, di Osama Bin Laden e della sua Al Qaeda. Siamo alla fine degli anni ’90 e i due antagonisti, interpretati da Sarsgaard e Daniels, sono i responsabili dell’antiterrorismo contro il nuovo emergente jihad globale rispettivamente della CIA e dell’FBI. Le spie non condivisero informazioni cruciali con i poliziotti federali, ignorando tracce decisive che avrebbero potuto sventare la tragedia dell’11/9.

“Una delle cose positive di realtà come Amazon è che incoraggiano gli sceneggiatori a ricercare la complessità”, ha dichiarato Jeff Daniels in un incontro con la stampa europea durante il Festival di Berlino 2018. “Come attore è stata una sfida, vi dico senza problemi che all’inizio non sapevo come avrei potuto interpretarlo, il mio personaggio. Aveva una sensazione istintiva che bisognava seguire attentamente Bin Laden, non aveva appoggi politici e ha lottato con molte resistenze a Washington, ma alla fine quello che sospettava si è dimostrato tristemente vero. Il vero John O’Neil ha visto il film, mi ha guardato facendo sì con la testa e mi ha messo una spinetta sulla giacca. È l’unica recensione di cui ho bisogno”.

Possiamo immaginare l’emozione del vero eroe, seppur incompreso, della vicenda, con gli autori che hanno asciugato gli excursus storici sull’evoluzione del fondamentalismo islamico, dando ai personaggi una dimensione privata, e complesse relazioni sentimentali, per rendere la dinamica più cinematografica. Accurato come un Syriana, con il ritmo di un episodio Homeland, The Looming Tower però, ci tiene a sottolinearlo Dan Futterman, “non racconta solo musulmani cattivi", ma anche il ritratto forte di un agente FBI di origini libanesi, diventato presto il prediletto giovane agente di O’Neill. A interpretarlo un convincente Tahar Rahim, ormai maturato dai tempi de Il profeta di Audiard.

La serie permette di conoscere nuovi particolari sugli anni precedenti all’11/9, anche per quelli che pensavano di sapere tutto, oltre alle responsabilità chiare di chi, come l’antagonista CIA di Martin O’Neill, Martin Schmidt, pensava di agire per il meglio. “Dobbiamo agli americani capire se le agenzie di intelligence hanno imparato dai loro errori e ora comunicano meglio, specie in anni come questi”, ha dichiarato Sarsgaard. “Ho letto il libro all’uscita, dieci anni fa, e mi colpì molto, anche se pensai che in tanti lo avrebbero comprato, ma quanti poi letto veramente? Come diceva Jeff, anche per me la difficoltà era capire come rendere quest’uomo. Siamo culturalmente tutti responsabili di anni in cui il popolo americano inseguiva altro, come i vestiti di Monica Lewinsky. Ho sempre posto delle domande al mio governo, sono cresciuto in una famiglia democratica del sud, di Saint Louis, una di quelle in cui si discuteva sempre di tutto, di razza o di politica. Mi ha reso attivo e attento a riflettere su questi argomenti. Al Qaeda è più minacciosa di prima dell’11/9, anche se ora siamo distratti dalle Breaking news con l’ISIS e pensiamo che vada tutto bene. Schmidt pensava di essere più intelligente di O’Neill e di tutti gli altri, la sola persona qualificata, ma la missione di una persona sola rischia di trasformarti in uno zelota. È pericoloso.

Una sfida che sale d’intensità puntata dopo puntata, regalando uno splendido braccio di ferro recitativo fra due degli attori liberal più credibili della rispettiva generazione. “Si disprezzavano”, rincara la dose Daniels, “a loro modo avevano ragione entrambi, cercavano con sincerità di fare il massimo per la causa della sicurezza del popolo americano. Nella serie urlo e insulto parecchie persone, è stato liberatorio.”

Dan Futterman ha sottolineato come gli archi narrativi così ampi suggerivano un adattamento di tipo seriale, lungo dieci ore. “Volevo mostrare immigrati musulmani patriottici come nessun altro, mentre di solito sembra impossibile unire le due cose. I famigliari delle vittime delle Torri gemelle hanno avuto pochissime risposte dopo 17 anni: abbiamo cercato di porre mille domande e trovare, perché no, anche qualche risposta.”

La risposta è su American Prime Video, per ora con i primi quattro episodi di The Looming Tower, con uno nuovo aggiunto ogni settimana.



  • giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming