The Lie: la recensione

05 ottobre 2020
2 di 5

Mireille Enos, Peter Sarsgaard e Joey King sono i protagonisti di questo thriller diretto da Veena Sud, uno dei film del progetto Welcome to the Blumhouse disponibili in streaming su Amazon Prime Video dal 6 ottobre. La recensione di The Lie di Federico Gironi.

The Lie: la recensione

Remake di un film tedesco intitolato Wir Monster, che fece parlare di sé nel 2015, The Lie è più vicino a un dramma psicologico che non a un thriller vero e proprio.
La Veena Sud della serie tv The Killing, sceneggiatrice e regista del film - che è parte del progetto Welcome to the Blumhouse, otto film nati dalla collaborazione tra la casa di produzione di Jason Blum e Amazon, offerti in streaming su Amazon Prime Video - ha ambientato la storia nel freddo e nevoso Canada; non solo perchè è il suo paese d'origine, ma forse per cercare di evidenziare il contrasto tra il calore delle emozioni della vicenda da un lato, e di rispecchiare invece la freddezza ostentata della messa in scena che i protagonisti cercano di mantenere dall’altro.
La storia è infatti quella di due genitori separati (lei, Mireille Enos, anche lei in The Killing, avvocato; lui, Peter Sarsgaard, musicista) che quando la figlia quindicenne (Joey King) uccide una compagna di scuola in un impeto di rabbia, fanno di tutto per insabbiare la vicenda e negare ogni coinvolgimento. Anche quando a bussare alla loro porta arriva il padre della ragazza scomparsa, chiedendo informazioni.

È chiaro che da questo spunto iniziale le cose si ingarbuglieranno, ci saranno escalation di ansie e tensioni e perfino un colpo di scena nel finale, che non ribalta ma complica ulteriormente la questione. Ma alla fine il succo del discorso di The Lie è piuttosto ovvio: fino a che punto siamo in grado di rinnegare noi stessi e i nostri valori per difendere i nostri figli anche quando sono indifendibili? E ancora: dove eravamo, cosa stavamo facendo, mentre i nostri figli diventavano capaci di fare certe cose? Siamo pronti ad assumerci certe responsabilità, o vogliamo far finta che la colpa sia solo di una generazione “perduta” (tanto c’è sempre qualcuno o qualcosa a cui dare la colpa)?
Le domande sono anche interessanti. Le risposte implicite offerte da Veena Sud (che poi sembrerebbero ridursi tutte, con moralismo tutto americano, al trauma del divorzio) lo sono meno. E ancora meno interessante, purtroppo, è il film che le racconta e le contiene.

Tutta concentrata su un aspetto visivo ultra-algido, con case di design tutte vetro e cemento, e i grigi e gli azzurri a farla da padroni nella palette, Sud dimentica di fornire sostanza e supporto all’aspetto emotivo, esagerando con le crisi isteriche e ripetendosi in maniera un po’ stanca (e noiosa per chi guarda) per l’oretta e mezza abbondante di durata di The Lie, dando l'impressione di non essere particolarmente abile con le necessità del formato film, che non sono le stesse di quelle di una serie.
Unica intuizione (soprattutto alla luce del twist finale) quella di mostrare l’atteggiamento pericolosamente altalenante della quindicenne
Fortuna ci sono Enos e Sarsgaard, che sono i bravi interpreti che abbiamo imparato a conoscere, e che si applicano con dedizione a una storia e dei personaggi poco simpatici e con cui è difficile empatizzare per i quali, va detto, sembrano davvero un po’ sprecati.
Ancor più difficile provare empatia per il personaggio di Joey King, quello della figlia “omicida”, che però viene raccontata con un’intuizione interessante, soprattutto alla luce del twist finale. La ragazza è infatti protagonista di spericolati ondeggiamenti umorali, e nell’atteggiamento nei confronti di ciò che è avvenuto: più però per le montagne russe dell’adolescenza, che ogni genitore può ben riconoscere, che per un reale o supposto stato di shock in cui versa.

The Lie
Trailer Ufficiale del Film - HD


  • Critico e giornalista cinematografico
  • Programmatore di festival
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento