The French Dispatch pronto a fine anno: Wes Anderson parla del suo nuovo film

-
99
The French Dispatch pronto a fine anno: Wes Anderson parla del suo nuovo film

Negli ultimi tempi Wes Anderson lo trovate a Parigi per molti mesi all’anno. Ha perfino comprato una casa nel quartiere Montparnasse, al grido di “è la città che preferisco al mondo”. Nell’ultimo anno si è spostato ad Angouleme, nell’ovest francese, non lontano dall’Atlantico e dalle gioie etiliche di Cognac e Bordeaux. Ma non è stato lì per bere, o almeno non solo, ma per girare il suo nuovo film, The French Dispatch, le cui riprese si sono concluse a metà marzo. È tornato però nei giorni scorsi per girare alcune scene supplementari, accettando di raccontare al giornale locale, Charente Libre, qualcosa sul suo progetto, citando due aggiunte al cast: Rupert Friend e Alex Lawther

Non mancano i soliti noti del clan andersoniano, come Bill Murray, che ha girato solo un giorno, oltre a Benicio Del Toro, Timothée Chalamet, Guillaume Gallienne (“che è stato formidabile”) e Christoph Waltz, che ha accettato di partecipare in una scena soltanto.
Qual è la storia di The French Dispatch? Lo dice direttamente Wes Anderson: “un giornalista americano trapiantato in Francia crea una sua rivista. È più che altro un ritratto di quest’uomo, questo giornalista che si batte per scrivere quello che vuole scrivere. Non è un film impegnato sulla libertà di stampa, anche se, quando si parla di reporter, si parla anche di quello che succede nel mondo reale”.

Quando potremo vedere il film al cinema? “Non conosco ancora la data d’uscita, non lo so mai, ma sento che potrebbe essere pronto prima della fine dell’anno”. Chissà che non aspetti qualche mese, magari per presentare il film a Berlino, o Cannes. 



Mauro Donzelli
  • giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento