News Cinema

Il mio amico Nanuk, un ragazzo e un piccolo orso polare legati per la vita, com'è nato il film

Il mio amico Nanuk, sull'amicizia tra un adolescente e un cucciolo di orso polare, è un progetto accarezzato per anni dal nostro documentarista Brando Quilici.

Il mio amico Nanuk, un ragazzo e un piccolo orso polare legati per la vita, com'è nato il film

Il mio amico Nanuk (2014), diretto da Brando Quilici e Roger Spotiswoode, è un film che racconta l'amicizia tra un ragazzino e un cucciolo di orso bianco, nel Circolo Polare Artico canadese. Nella storia, il giovane Luke (Dakota Goyo) decide di riportare il piccolo orso, battezzato Nanuk, alla madre catturata dai ranger e trasportata più a nord. Nel lungo viaggio Luke e Nanuk vengono in parte assistiti da una guida inuit di nome Muktuk (interpretata da Goran Višnjić), in mezzo a condizioni climatiche sfavorevoli. Com'è nata una produzione così logisticamente complessa da portare a termine?

Il mio amico Nanuk, il sogno di Brando Quilici

Brando Quilici, fotografo e documentarista, è il figlio di quel Folco Quilici così indispensabile in Italia per la diffusione tramite audiovisivo delle realtà naturali. Brando aveva avviato il progetto di Il mio amico Nanuk, che si basa infatti su un suo soggetto originale, insieme al producer hollywoodiano veterano Jake Eberts (Balla coi lupi, Gandhi), che purtroppo non è riuscito a vedere ultimato il film. Lo Hugh Hudson di Momenti di gloria, in origine regista designato, si è limitato a cosceneggiare, e alla fine Il mio amico Nanuk ha preso forma con una squadra di fatto composta da tre registi: Roger Spottiswoode per le sezioni recitate tra attori, Brando Quilici per le riprese nell'Artico con orsi, attori e controfigure, e il documentarista BBC Doug Allan per le riprese dei soli animali nel loro habitat naturale. C'era però un motivo preciso per cui Brando non poteva fare a meno di raccontare questa storia, e l'ha illustrato alla nostra Carola Proto nella video intervista che vi presentiamo.

Il mio amico Nanuk, i luoghi del film

Le location del Mio amico Nanuk sono diverse e tutte suggestive: in particolare la regione della baia di Hudson, dove il Canada occidentale (ma si potrebbe dire "centrale") si affaccia sul Mar Glaciale Artico, nella provincia di Manitoba. Le riprese tuttavia degli orsi nel loro habitat sono state effettuate ancora più a nord, presso le isole Svalbard, in una posizione del tutto diversa, sempre nel Mar Glaciale Artico ma al nord dell'Europa, sotto bandiera norvegese.

Leggi anche Il mio amico Nanuk: recensione del film sull'amicizia fra un bambino e un orso

Il mio amico Nanuk, le avventure dell'orso Pezoo

L'orsetto Nanuk del film era in realtà l'orso Pezoo, nato a Pechino e monitorato sin dalla nascita, passando per il suo spostamento in Canada tramite un aereo appositamente attrezzato, fino a una quarantena proprio nella regione di Manitoba dov'è stato realizzato il lungometraggio. Non appena è stato possibile, Dakota Goyo è stato fatto avvicinare all'animale, in modo tale che potessero fraternizzare, sotto la guida di un esperto: il legame risulta convincente sullo schermo perché si è stabilito sul serio, come ci ha confermato Brando Quilici nella video intervista che avete appena visto.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming