Schede di riferimento
News Cinema

Gli uomini d'oro: l'assurda storia vera dietro al film risale al 1996

18

Un fatto di cronaca accaduto a Torino ha ispirato il regista Vincenzo Alfieri.

Gli uomini d'oro: l'assurda storia vera dietro al film risale al 1996

La storia de Gli uomini d'oro, se non fosse accaduta realmente, verrebbe bollata come troppo fantasiosa, farcita di coincindenze e circostanze inverosimili. Invece, e purtroppo, il film diretto da Vincenzo Alfieri si ispira direttamente a un fatto di cronaca che ha avuto inzio a Torino giovedì 27 giugno 1996. Quella mattina alle 8 alcuni dipendenti della sede centrale delle Poste si accorgono che i sacchi provenienti dalle varie filiali contengono pagine di fumetti di Topolino, tagliate a misura di banconote. Il bottino del furto ammonta a 8 miliardi di lire (circa 4 milioni e 100 mila euro). In uno di quei sacchi è rinvenuto anche un pezzo di busta paga di un autista dei furgoni adibiti al trasporto valori. Ovviamente quest'ultimo diventa il primo indiziato ed è immediata la visita alla sua abitazione da parte delle forze dell'ordine. L'uomo in questione si chiama Giuliano Guerzoni e non è in casa. Un elemento curioso e inquietante che la polizia trova, è una sveglia trafitta da un coltello. Le indagini si rivelano più complicate del previsto quando la continua ricerca del Guerzoni non porta ad alcun esito.

Ciò che nelle settimane successive si scopre, oltre al crescente numero di persone coinvolte, si rivela assurdo e sanguinoso. Sarebbe un peccato proseguire ora nel racconto, prima di vedere in quale modo gli sceneggiatori del film abbiano messo in fila nella narrazione gli eventi accaduti. C'è anche un libro uscito nel 2018 che ne parla in modo approfondito, scritto dal fine autore piemontese Bruno Gambarotta e intitolato "Il colpo degli uomini d'oro. Il furto del secolo alle Poste di Torino". "Un furto maturato per scherzo, un’idea balenga che piano piano si è concretizzata senza che ci fosse un piano preciso" scrive Gambarotta, "dilettanti allo sbaraglio che si sono mossi in un continuo alternarsi di colpi di fortuna e sfortuna". Lo scrittore, nella stesura dei fatti da lui esposti in forma narrata, mette in luce due aspetti: il ruolo delle donne usate per creare gli alibi, liquidate come prostitute, e l’inadeguatezza degli stessi uomini coinvolti che diventano criminali senza nemmeno essere capaci di dare una qualsiasi motivazione.

Interpretato da Fabio De Luigi, Edoardo Leo, Giampaolo Morelli, Giuseppe Ragone, Mariela Garriga, Matilde Gioli, Susy Laude e Gian Marco Tognazzi, il film è attualmente in sala distribuito da 01 Distribution e qui sotto potete vedere il trailer.

La storia è ambientata nella Torino del 1996. Qui vive Luigi (Giampaolo Morelli), che sogna una pensione e di trascorrere il resto della sua vita in Costa Rica. Nel frattempo, però, continua a lavorare come impiegato postale e a dedicarsi a due delle sue più grandi passioni, il lusso sfrenato e le donne. Per realizzare il suo sogno e fare il turista per sempre, Luigi è pronto a tutto, anche lasciare l'affascinante Anna (Matilde Gioli). E a pensarci bene l'occasione ce l'ha proprio sotto gli occhi o, meglio, dietro le sue spalle. Tutti i giorni, infatti, Luigi guida un furgone portavalori, una tentazione che potrebbe trasformare qualsiasi uomo comune in un potenziale criminale. Con un piano a regola d'arte, la rapina riuscirebbe davvero in grande stile, senza feriti né altri rischi. Ma non può attuare il suo piano da solo, ha bisogno di mettere su una banda criminale. Ingaggia così un postino in pensione, il suo migliore amico Luciano (Giuseppe Ragone), quarantenne insoddisfatto, e il suo collega Alvise (Fabio De Luigi), sposato con Bruna (Susy Laude), impiegato insospettabile, legatissimo alla famiglia e con un'esistenza totalmente piatta. A loro si aggiungono altri personaggi esterni al mondo delle poste: sono Boutique (Gian Marco Tognazzi), couturier d'alta moda che dietro alle vetrine del fashion nasconde una doppia vita, e Il Lupo (Edoardo Leo), ex pugile nerboruto e di poche parole, compagno della seducente Gina (Mariel Gariga). Un colpo così grosso, però, fa gola a tutti e ognuno di loro desidererebbe avere quei soldi solo per sé, senza divide e condividere. È proprio la brama di denaro che trasforma questa impresa inizialmente semplice in un piccolo e al tempo stesso pericoloso gioco criminale.


  • Giornalista cinematografico
  • Copywriter e autore di format TV/Web
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming