Stranger Things 4 vale l'attesa: La recensione della quarta stagione in anteprima

23 maggio 2022
3,5 di 5
50

La serie di fantascienza creata dai fratelli Duffer torna con 7 nuovi episodi su Netflix il 27 maggio: una stagione più ambiziosa e strutturata che guarda al futuro senza farci dimenticare le origini. La nostra recensione di Stranger Things 4.

Stranger Things 4 vale l'attesa: La recensione della quarta stagione in anteprima

I creatori di Stranger Things, i fratelli Duffer, ripetono da mesi lo stesso ritornello: "La quarta stagione sarà la più grande di sempre". Pensavamo: per tenere a bada i fan che hanno atteso quasi tre anni i nuovi episodi. Come leva di marketing. Per giustificare la lunghissima lavorazione che ha richiesto questo nuovo ciclo. La verità è che, guardando finalmente la quarta stagione della serie di fantascienza più popolare di Netflix, vi renderete conto che la loro promessa è stata mantenuta. Noi abbiamo visto in anteprima il Volume 1, composto da 7 episodi in uscita il 27 maggio, e possiamo condividere con voi le nostre impressioni (rigorosamente spoiler free) in questa recensione spiegandovi perché.

Stranger Things 4, Recensione: Quattro storie, un unico mistero

La nuova stagione di Stranger Things è ambientata nel 1986, oltre sei mesi dopo i fatti della cruenta battaglia dello Startcourt Mall che era costata la vita a Billy (Dacre Montgomery) e aveva sconvolto la città di Hawkins. Ricorderete che nel finale della scorsa stagione i protagonisti si erano separati: i Byers e Undici (priva dei suoi poteri) si erano trasferiti in California mentre il resto del gruppo era rimasto in Indiana. Hanno iniziato il liceo lontani, ma adesso le vacanze di primavera sono una buona occasione per una reunion, almeno per Mike (Finn Wolfhard) e Undici (Millie Bobby Brown). Eppure le cose, sia ad Hawkins che nella californiana Lenora Hills, non vanno benissimo. Nella misteriosa città dell'Indiana arriva una nuova e quanto mai spaventosa minaccia soprannaturale; Dustin (Gaten Matarazzo), Lucas (Caleb McLaughlin), Max (Sadie Sink), Nancy (Natalia Dyer), Steve (Joe Keery) e Robin (Maya Hawke) capiscono che è legata a Creel House, una casa spettrale che negli anni '50 era stata teatro di un triplice omicidio. In California, invece, Undici subisce i bulli che la considerano comunque "quella strana", nonostante i suoi sforzi per integrarsi.

Stranger Things

Quanto allo sceriffo Hopper (David Harbour), credevamo di averlo perso quando si era sacrificato gettandosi nella grande "bocca" del Sottosopra ma, come ampiamente anticipato, lo ritroviamo prigioniero in Russia. E che dire del laboratorio di Hawkins, lo stesso dove Undici era sottoposta a terrificanti esperimenti quando era bambina, che ritorna centrale in questa stagione? (Capirete poi come e perché). Creel House (e Hawkins), California, Russia e il laboratorio sono quindi i quattro luoghi che fanno da sfondo alle quattro storie principali della quarta stagione che, a un certo punto e per diversi motivi, evidentemente convergeranno verso un'unica direzione e un unico mistero. Un mistero che potrebbe rivelare, finalmente, tutta la verità sul Sottosopra. I Duffer hanno saputo costruire e bilanciare sapientemente queste quattro storyline (anche quella di Hopper, forse la più debole, è comunque funzionale e rivela importanti ed emozionanti dettagli del passato dello sceriffo).

Stranger Things

Vecna, il mostro più spaventoso di sempre

Stavolta a terrorizzare i protagonisti (e anche noi, vi sfidiamo a non saltare dal divano) ci pensa Vecna. Questa nuova creatura prende il nome dalla tradizione di Dungeons & Dragons come i precedenti Mind Flyer e Demogorgone ma è molto più spaventosa. Rispetto alla stagioni passate, infatti, la quarta batte consapevolmente e in modo più deciso la strada dell'horror. Vecna ha un aspetto umanoide, interagisce con le sue vittime, scava nel profondo delle loro anime e ne intuisce le paure più segrete. Riuscire ad anticipare le sue mosse è, per i nostri protagonisti, forse la sfida più grande di sempre. Per fortuna le ottime intuizioni di Dustin da un lato e di Nancy e Robin dall'altro danno ritmo alla storia rendendo la trama legata a Vecna particolarmente avvincente.

Stranger Things

Gli anni '80, la musica, l'ironia e l'unico "difetto" della quarta stagione

Nonostante l'evidente crescita dei protagonisti (sia fisica che emotiva: a proposito, che bello vedere dei liceali interpretati per una volta da veri liceali), fortunatamente Stranger Things non perde quelle caratteristiche per cui l'abbiamo amata fin dall'inizio e che l'hanno resa un successo mondiale. Gli omaggi agli anni '80, innanzitutto: tra cui la musica (grazie di esistere, Kate Bush), le serie (Star Wars: Ewoks in tv) e, naturalmente, Nightmare e Freddy Krueger con un cameo spettacolare di Robert Englund e non solo. Sono intatte anche l'ironia, la scrittura sagace e i siparietti divertenti (in primis quelli tra Dustin e Steve). C'è tanto spazio anche per i sentimenti e per una bella riflessione su cosa significa crescere, perdersi e ritrovarsi, affrontare la paura del futuro. Il tutto in episodi dalla durata plus (dimenticate i 40 minuti delle scorse stagioni, qui si va anche oltre i 75 minuti). Insomma, è difficile che questo Volume 1 di Stranger Things 4 lasci indifferenti e delusi. L'unico neo? Pur non avendo ancora visto gli ultimi due episodi della quarta stagione - che saranno rilasciati il 1° luglio - ci sentiamo di dire che questa stagione sembra a tutti gli effetti una stagione di transizione; costruita appositamente per fare da ponte verso il gran finale della quinta, potrebbe risultare, per alcuni spettatori, inconcludente. Per l'ultima stagione speriamo solo di non dover aspettare altri tre anni.



  • Giornalista professionista
  • Appassionata di Serie TV e telespettatrice critica e curiosa
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento