News Serie TV

Suburra 2: il ritorno della Serie fra crimine e politica

42

Presentata la seconda stagione della prima serie italiana di Netflix.

Suburra 2: il ritorno della Serie fra crimine e politica

Erano i primi passi in Italia di Netflix, quando venne lanciata la prima stagione della serie Suburra. Non è passato molto tempo, ma gli abbonati sono cresciuti, mentre notevole è stato l’impatto nelle abitudini quotidiane di tutti noi dell’irruzione delle piattaforme streaming. C’era un’aria di ritorno a scuola dopo un anno piacevole, alla Casa del cinema di Roma, dove è stata presentata la seconda stagione. Erano schierate le professionalità, sia dietro che davanti alla macchina da presa, di una serie che ormai da più di settanta settimane è fra i venti show più visti della piattaforma ed è entrata con le sue frasi e i suoi personaggi nel vernacolo della vita quotidiana.

Molte speranze, quindi, per una seconda stagione in cui aumentano i personaggi, molti dei quali sono donne, e l’azione. L’intreccio si fa meno complesso mentre il ritmo è più incalzante, come dimostrano le prime due puntate, che i giornalisti presenti hanno avuto la possibilità di vedere in anteprima. Per le otto puntate bisognerà aspettare solo poche ore, saranno online il 22 febbraio.
“La novità è proprio l'aumentata presenza femminile”, ha detto la produttrice per Cattleya, Gina Gardini, “sono sempre più al centro del racconto e arricchiscono molto la seconda stagione, concepita e guidata da donne forti anche nella troupe tecnica e dietro le quinte”.


Parlando di Cattleya, è stato uno dei fondatori, Riccardo Tozzi, a delineare la linea editoriale della produzione. “Da un lato storie reali e realistiche, dall’altro una declinazione con un linguaggio di genere, in modo non sociologico o ideologico: questa è sempre stata la linea di Cattleya, attraversando i fatti della nostra storia contemporanea. In Suburra la città è il primo tema, poi c’è l’immigrazione, specie in questa seconda stagione, con un collegamento fra lotta politica e componenti criminali del territorio. Il tutto senza distinzione manichee fra buoni e cattivi, dialogando con la storia straordinaria del nostro cinema. Sono anni fantastici, grazie alle produzioni innovative che le realtà come Netflix permettono”.

A guidare il team di sceneggiatori c’è Barbara Petronio, che ha sottolineato come al divertimento della prima stagione si sia aggiunta in questa seconda stagione “una particolare passione per i personaggi di questa storia carica di contenuti, che esploderanno in tutto l’arco di questi nuovi otto episodi. Hanno acceso letteralmente una writer’s room già particolarmente carica”.

Per quanto riguarda la regia, è da sottolineare il ritorno di Andrea Molaioli, già coinvolto in Suburra 1, che ha diretto i primi episodi, e la new entry Piero Messina, che ha curato la regia di tre episodi.
“Mi sono divertito di più”, ha detto Molaioli, "conoscendo di più i personaggi e gli attori lo scambio è stato ancora più efficace, poi dietro agli intrighi c’è ancora più l’umanità delle persone, attorno al quale mi piace lavorare.”Ho cercato di rispettare il linguaggio trovando anche lo spazio per esprimermi”, ha invece detto Messina. “Ho frequentato territori che probabilmente non avrei mai frequentato, come l’action. Una cosa inaspettata per un regista come me, ma mi sono molto divertito e ho capito che mi piace molto e la utilizzerò anche nei miei prossimi lavori. Anche se, magari, una action lenta.”

L’anno è stato trionfale, per Alessandro Borghi, suggellata dalla recente nomination ai David per Sulla mia pelle, ma anche da Il primo re di Matteo Rovere. “Suburra, nel percorso che mi ha permesso di diventare un attore, ha un ruolo decisivo, è stato l’inizio di tutto. Non solo la serie, ma anche il film. Sono state le prime persone a credere in un ragazzo di 28 anni che cercava di fare questo mestiere da 15 anni, senza riuscirci.”

Suburra - seconda stagione sarà in streaming online su Netflix a partire dal prossimo 22 febbraio. Nei prossimi giorni vi presenteremo ulteriori interviste ai protagonisti, Alessandro Borghi e Claudia Gerini.



  • giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per l'articolo
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming