News Serie TV

Il Trono di Spade e quella volta che Emilia Clarke improvvisò in valyriano: l'avete notato?

34

Il libro Fire Cannot Kill a Dragon continua a svelare curiosità sulla serie di HBO: l'interprete di Daenerys, per esempio, inventò di sana pianta un intero monologo in una lingua che non esiste.

Il Trono di Spade e quella volta che Emilia Clarke improvvisò in valyriano: l'avete notato?

Non che ci sia bisogno di ricordalo, ma Emilia Clarke non è solo Daenerys Targaryen, nata dalla tempesta, la prima del suo nome e via dicendo. È anche un'attrice di talento e un'ottima improvvisatrice. Un anno e mezzo dopo la fine de Il Trono di Spade, è stato reso noto un fatto molto curioso accaduto sul set della serie che vede protagonista proprio l'interprete della regina Targaryen. Pare che in una scena della stagione 5 quest'ultima abbia improvvisato completamente un lungo monologo in valyriano - una delle lingue nate dalla penna di George R. R. Martin - facendolo sembrare assolutamente credibile. È uno dei tanti aneddoti legati alla serie svelato nel libro Fire Cannot Kill a Dragon a cura del giornalista di Entertainment Weekly James Hibberd. Ecco com'è andata.

Il Trono di Spade e il monologo in valyriano di Daenerys

Il monologo in questione si trova nel quinto episodio della stagione 5, quando Daenerys ordina l'esecuzione di tre nobili che hanno cospirato contro di lei a Meereen. Ebbene, il regista della serie Jeremy Podeswa svela ora che quella scena, che all'inizio prevedeva una normale conversazione in inglese, poi è stata completamente stravolta. "Gli showrunner David Benioff e Dan Weiss sono arrivati sul set e hanno detto 'non sarebbe fantastico se la scena fosse in valiriano?'", ha ricordato Podeswa. Tutti hanno concordato che la cosa avrebbe potuto funzionare. C'era solo un piccolo problema: il monologo non era stato scritto in quella lingua dal linguista consulente della serie, come accadeva di solito anche con il dothraki. Per non parlare del fatto che gli attori, per memorizzare le battute in una lingua che non esiste, ci mettono solitamente settimane.

Ma questo non vale per Emilia Clarke, evidentemente, che è riuscita ad accogliere questa richiesta degli showrunner e in dieci minuti ha pensato a delle battute in valyriano verosimili. "Ha messo insieme diverse frasi che Daenerys aveva detto in valyriano in passato e che stranamente avevano un senso logico", ha spiegato il regista. Il risultato è una scena molto forte (che potete rivedere qui in alto) e che probabilmente avrebbe perso molta della sua carica emotiva se fosse stata recitata in inglese. Tutti, sul set, sono rimasti sorpresi dall'estrema naturalezza con cui Emilia Clarke ha affrontato questo compito, come se avesse studiato da mesi quelle battute. “Ogni singola ripresa, ogni intonazione e il modo in cui ha espresso tutto, ha capito perfettamente cosa avrebbe dovuto dire. Poi i sottotitoli sembravano davvero autentici. A quel punto lei conosceva la lingua abbastanza bene da far funzionare tutto. Ovviamente il suo monologo non era perfetto dal punto di vista linguistico, ma nessun fan l'ha mai notato. Ha fatto un ottimo lavoro", ha concluso Podeswa. E voi, l'avete mai notato?

Intanto, vi ricordiamo che è in sviluppo una serie tv prequel de Il Trono di Spade incentrata proprio sulla casata dei Targaryen. Se volete saperne di più, trovate qui tutte le anticipazioni e quello che sappiamo su House of the Dragon.

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Giornalista professionista
  • Appassionata di Serie TV e telespettatrice critica e curiosa
Suggerisci una correzione per l'articolo