News Serie TV

Chicago Fire e Chicago P.D.: Ecco cos'è successo a Wallace Boden e Hailey Upton nel loro ultimo episodio

Eamonn Walker e Tracy Spiridakos hanno lasciato le due serie nei finali di stagione in onda negli Stati Uniti ieri sera.

Chicago Fire e Chicago P.D.: Ecco cos'è successo a Wallace Boden e Hailey Upton nel loro ultimo episodio

I finali di Chicago Fire e dello spin-off Chicago P.D., in onda negli Stati Uniti su NBC la scorsa notte, sono stati caratterizzati entrambi da un pesate addio. Come ampiamente anticipato, il procedurale sui vigili del fuoco della Caserma 51 proseguirà senza il comandante Wallace Boden, nella serie sin dal suo esordio nel lontano 2012, mentre il poliziesco sugli agenti del Distretto 21 farà a meno della detective Hailey Upton, un volto della serie da otto stagioni. Ma cosa è successo ai personaggi interpretati da Eamonn Walker e Tracy Spiridakos? Se gli spoiler non vi fanno paura, ne parliamo qui di seguito.

Chicago Fire 12: L'arrivederci del comandante Wallace Boden

Nel finale della dodicesima stagione di Chicago Fire, tornato in città dopo le recenti questioni familiari che lo avevano allontanato dalla 51, Boden ha preso una di quelle decisioni che cambiano la vita. Ispirato dal coraggio di un caposquadra che ha messo in gioco tutto per i propri uomini in una situazione di grande pericolo, Boden ha compreso di dover fare lui stesso di più come leader, mettendosi in gioco per la promozione di vice commissario contro Robinson (Laura Allen). Questo perché, sebbene abbia sempre cercato di evitare la politica, a essere in ballo era il futuro dell'intero dipartimento. Ammettendo che, se fosse riuscito a ottenerla, avrebbe voluto che Herrmann (David Eigenberg) prendesse il suo posto alla 51, dopo aver dimostrato di essere qualcuno "che si prende cura delle persone, che ascolta, che guida sempre con il cuore".

Chiaramente Boden ce l'ha fatta. Quando tutti si sono riuniti nel suo ufficio per congratularsi con lui e salutarlo, la commozione è stata tanta, nonostante lui non sarà così distante ma solo al quartier generale del dipartimento. "Ci sono persone a cui dici addio e persone a cui non puoi mai dire addio perché sono diventate troppo parte di ciò che sei. Ti hanno formato, addestrato e insegnato tutto quello che sai", ha detto Kidd (Miranda Rae Mayo). Cruz (Joe Minoso) ha riconosciuto a Boden il merito di aver reso la 51 una famiglia e la caserma una casa. La sensazione di Ritter (Daniel Kyri) è stata quella di essere nato in quel posto e di non sapere cosa fosse la sua vita prima di essere un vigile del fuoco. Severide (Taylor Kinney) ha ammesso che "ora puoi farlo per l'intero dipartimento e vedranno quanto siamo stati fortunati". Mentre le ultime parole di Mouch (Christian Stolte) sono state: "Grazie, capo, per essere il miglior amico e leader che chiunque possa chiedere". Boden ha assicurato infine che si vedranno ancora. E non è una bugia, perché la produzione ha già fatto sapere che Walker tornerà a interpretare il personaggio occasionalmente in futuro.

Chicago P.D. 11: L'addio della detective Hailey Upton

Anche per il personaggio della Spiridakos la storia si è conclusa con una nota di speranza. Dopo la brutale uccisione del serial killer che ha rapito Voight (Jason Beghe), uscito da questa vicenda salvo ma piuttosto malconcio, Upton si è ritrovata a considerare diverse opzioni per la sua carriera, decisa a lasciarsi l'Intelligence alle spalle. Una presa di coscienza arrivata dopo un periodo di vulnerabilità personale e professionale, terminato con la realizzazione di volere di più per se stessa, come manifestato allo stesso Voight. Dopo aver considerato di lavorare con l'FBI (come la Erin Lindsay di Sophia Bush nel finale della stagione 4), l'FEMA e la DEA, Upton è salita su un taxi diretta all'Aeroporto Internazionale Chicago-O'Hare, senza permetterci di capire quale lavoro abbia accettato.

La showrunner Gwen Sigan ha spiegato a TVLine che lasciare indefinita la decisione di Hailey è un modo per concludere l'arco narrativo del personaggio con un sentimento di "speranza e possibilismo. Volevo trasmettere l'idea che il mondo ora sia suo e che lei sia finalmente in uno spazio mentale in cui possa vedere che c'è tanto là fuori e che c'è tanto tra cui scegliere. Il pubblico può anche chiedersi 'Dove sta andando?', perché è questa l'idea. Potrebbe andare in così tanti posti". Per quanto riguarda la possibilità che quella domanda abbia una risposta in futuro, Sigan ha detto che "la porta è aperta. Adoro l'idea che molti di questi personaggi siano ancora là fuori e potrebbero tornare nella serie. Sono tutti nel mondo e quindi, forse un giorno".

Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
  • Redattore specializzato in Serie TV
  • Appassionato di animazione, videogame e fumetti