Girls

Titolo originale: Girls

share
Poster
VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VOTO COMINGSOON
VALUTAZIONE

3.56 di 5 su 8 voti

Hannah è un'aspirante scrittrice poco più che ventenne costretta a reinventare la propria vita a New York City quando i genitori decidono di tagliarle i fondi. Spalleggiata e accompagnata in quest'avventura dalle sue migliori amiche - la coinquilina Marnie, l'esuberante Jessa e la sua cugina giramondo Shoshanna - questo gruppo improbabile di giovani donne scoprirà quanti sbagli si devono commettere e quante umiliazioni si è disposti a sopportare in nome dell'amore e delle proprie ambizioni.

  • ANNO: 2012
  • PAESE: USA
  • PRODUZIONE: Apatow Productions
  • DURATA: 30 Min
  • STATO: Conclusa


CURIOSITÀ:

Oltre a interpretare il ruolo di protagonista, Lena Dunham ha scritto e diretto gran parte degli episodi di Girls. HBO accettò di lavorare con questo raro talento in seguito al successo del suo film indipendente Tiny Furniture (da lei scritto, diretto e interpretato), vincitore nel 2010 dell'Independent Spirit Award per la migliore sceneggiatura. Nell'ideazione del suo personaggio, come in quella delle amiche che circondano Hannah, Dunham si è ispirata ad alcune esperienze da lei realmente vissute. Inoltre, come fan di Sex and the City e Gossip Girl, Dunham ha voluto creare uno show che fotografasse la sua generazione. Tra le donne in cerca del vero amore di Sex and the City e le adolescenti privilegiate di Gossip Girl c'era un vuoto - rappresentato dalle ventenni di New York City - che la sceneggiatrice ha tentato di colmare con Girls.
Molte delle co-star della Dunham sono figlie di nomi celebri dell'industria dello spettacolo e dei media. Jemima Kirke (Jessa), sua amica dalle scuole superiori, è la figlia di Simon Kirke, batterista dei Bad Company. Zosia Mamet (Shoshanna) è nata dall'unione tra il commediografo David Mamet e l'attrice Lindsay Crouse, ed è la nipote del drammaturgo Russel Crouse e la pronipote dello scrittore John Erskine. Allison Williams (Marnie), invece, è la figlia del famoso giornalista della NBC Brian Williams.
La critica ha lodato Girls per la sua natura grezza, l'umorismo e il tono rinfrescante. Lo show ha ottenuto un punteggio di 87/centesimi su Metacritic, e Tim Goodman dell'Hollywood Reporter l'ha definito una delle serie più "originali, azzeccate e avvedute degli ultimi tempi". Basandosi sui primi tre episodi, Goodman ha scritto che Girls esegue un ritratto credibile delle amicizie femminili, dell'angoscia per l'ingresso nell'età adulta, delle relazioni, della sessualità, dell'autostima, del culto dell'immagine e delle difficoltà del vivere a New York con pochi soldi in tasca, tutti argomenti "cuciti insieme con umorismo e amarezza".

Lascia un Commento
Lascia un Commento