The Kill Team: recensione del thriller in zona di guerra di Dan Krauss con Alexander Skarsgård

16 ottobre 2019
3 di 5
8

La storia vera di un sergente e i suoi soldati che in Afghanistan uccisero civili inermi.

The Kill Team: recensione del thriller in zona di guerra di Dan Krauss con Alexander Skarsgård

La guerra sconvolge la società, non foss’altro per il rivoluzionato rapporto con la violenza. Nella normalità ci sono le regole della convivenza civile, costituzione e leggi, che impongono alcuni comportamenti oltre i quali il cittadino non si può andare, pena l’intervento della giustizia e la minaccia della prigione. È lo stato insomma, che detiene il monopolio della violenza, mentre in uno stato di guerra tutto cambia, non ultimo il rapporto stesso intimo di ogni cittadino con il concetto di violenza e di cosa sia giusto o meno fare. Questo vale a maggior ragione per i soldati, anche quelli che negli ultimi anni stanno combattendo in conflitti più o meno camuffati. Proprio questa dialettica morale, sempre in equilibrio complesso, fra violenza giusta e irregimentata nelle regole d’ingaggio e violenza ‘comune’, è al centro della MP, la polizia militare americana, e del film The Kill Team, diretto da Dan Krauss.

Si tratta di una versione per il grande schermo della storia vera del Kill Team un gruppo di soldati dell’esercito degli Stati Uniti che nel corso della Guerra in Afghanistan, fra il 2009 e il 2010, si rese responsabile delle esecuzioni sommarie di alcuni civili nel distretto di Maywand. Una storia già raccontata in un documentario di sei anni fa. Un dilemma morale dalle proporzioni da grande tragedia greca, con l’uomo che si misura con la sua natura più misteriosamente oscura, che può portarlo ad agire in maniera malvagia senza ragione, compiendo degli atti di violenza che nella normale vita quotidiana probabilmente non avrebbe mai compiuto. L’annullarsi dell’umanità e delle responsabilità del singolo, disciolte nell’agire in comune, nelle dinamiche distorte di gruppo, ci rimanda alle grandi tragedie totalitariste del XX secolo.

Il protagonista, Andrew Briggman (Nat Wolff), è un ragazzo che è cresciuto in una provincia placida americana. Il padre, marine, gli ha trasmesso presto la passione per la divisa, intensa come servizio alla comunità, senza fanatismi. Si trova di stanza a Kabul e il plotone a cui è assegnato ha il compito di presidiare la zona in cerca di possibili terroristi. Le sue giornate sono scandite da continui controlli in piccoli paeselli, non più di qualche casa di pietra, pieni di tensione, alla ricerca di una minaccia. L'arrivo di un nuovo sottoufficiale, il sergente Deeks (Alexandre Skarsgård), cambierà la sua esperienza. Si tratta di un leader carismatico e pieno di lati oscuri che ha addestrato i suoi soldati all’abuso e addirittura all’uccisione gratuita della popolazione locale per puro divertimento. Denunciare o venire catturato dalla personalità a suo modo affascinante, in senso diabolico, del giovane capo plotone?

La promozione insiste su riferimenti a Codice d’onore, a noi sembra più un poliziesco (in trasferta) sulle mele marce nel dipartimento, con l’aggravante che non si parla di corruzione per denaro, ma di assassini che ritrovano sul fronte la noia che li tormenta nella loro realtà da civili. Cambia naturalmente l’ambientazione, con il deserto assolato afghano che sostituisce la giungla d’asfalto di una metropoli americana. Un film secco, senza troppe spiegazioni o preamboli, che penetra nell’ordinaria follia di giornate scandite dalla paura e dalla noia, emozioni da maneggiare con estrema cura e che, mescolate, possono scatenare conflagrazioni di inattesa portata.

The Kill Team
Il Trailer Ufficiale del Film - HD


  • giornalista cinematografico
  • intervistatore seriale non pentito
Suggerisci una correzione per la recensione
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming
lascia un commento