The First Slam Dunk

The First Slam Dunk

( The First Slam Dunk )
Voto del pubblico
Voto Coming Soon
Valutazione
4.4 di 5 su 55 voti

Al cinema dal: 10 maggio 2023
Anno: 2022
Paese: Giappone
Durata: 124 min
Data di uscita: 10 maggio 2023
Distribuzione: Anime Factory di Plaion Pictures
The First Slam Dunk è un film di genere animazione, anime, commedia, drammatico del 2022, diretto da Takehiko Inoue. Uscita al cinema il 10 maggio 2023. Durata 124 minuti. Distribuito da Anime Factory di Plaion Pictures.
Data di uscita: 10 maggio 2023
Genere: Animazione, Anime, Commedia, Drammatico
Anno: 2022
Paese: Giappone
Durata: 124 min
Distribuzione: Anime Factory di Plaion Pictures
Sceneggiatura: Takehiko Inoue
Fotografia: Shunsuke Nakamura
Montaggio: Ryûichi Takita
Produzione: Dandelion Animation Studio, Toei Animation, Toei Company

TRAMA THE FIRST SLAM DUNK

The First Slam Duck, film diretto da Takehiko Inoue, racconta la storia di Ryota Miyagi, un giovane che ha da sempre la passione per il basket, tanto da essere diventato un'unica cosa con questo sport. L'amore per il basket glielo ha trasmesso durante l'infanzia suo fratello maggiore Sota, morto in un incidente in mare quando Ryota era solo un bambino.
Grazie all'allenamento e alla su innata dote, Ryota è divenuto il playmaker della squadra Shohoku, il team di un liceo misconosciuto, che è riuscito, però, a scalare le classifiche e a guadagnare un posto al torneo nazionale in qualità di rappresentate della Prefettura di Kanagawa. Proprio in occasione del torneo, Ryota dovrà lavorare più duramente insieme ai suoi compagni di squadra, Hanamichi Sakuragi, Takenori Akagi, Hisashi Mitsui e Kaede Rukawa, per affrontare Sanoh, ultimo vincitore del torneo nazionale, noto anche per essere un team imbattibile.

PANORAMICA SU THE FIRST SLAM DUNK

Al suo debutto alla regia, il fumettista Takehiko Inoue porta sul grande schermo una storia di tornei di basket liceali, rivincite e coesione. Ci sono voluti ben tredici anni per la lavorazione del progetto, ma a giudicare dagli incassi al botteghino giapponese, sembra sia valsa la pena aspettare. “Pare che siamo stati in grado di creare qualcosa di nuovo grazie al lungo viaggio che abbiamo fatto insieme. Un viaggio iniziato nel 1990 e proseguito fino al 1996 – anno in cui il fumetto è stato pubblicato a puntate – e successivamente continuato attraverso i lunghi mesi e gli anni che ci hanno portato fino a oggi” - ha spiegato il regista. L’opera riprende, infatti, la parte finale della graphic novel Slam Dunk (1990), con la volontà di raccontare la storia da una nuova prospettiva, affrontando il tema del dolore. Già nel 2003 il produttore Toshiyuki Matsui aveva proposto a Inoue di sviluppare il film ricevendo, però, esito negativo. Nel 2009 il fumettista cambia idea e i due si mettono al lavoro realizzando con la squadra una serie di video prototipi. Al terzo tentativo, la combinazione ibrida di 3DCG e animazione 2D, ha soddisfatto le aspettative. L’obiettivo era quello di ricreare movimenti fluidi e azioni il più possibile realistiche, così da coinvolgere il pubblico sequenza dopo sequenza. Solo nel 2014, durante una cena, Inoue ha dato l’ok per l’avvio a tutta l’operazione e nel 2015 ha iniziato a lavorare alla sceneggiatura. Nel 2018 sono partiti finalmente i lavori sul motion capture e sui modelli, e nel 2021 il film era in produzione. Kazuo Ogura, art director, e Shiori Furusyo, color designer, hanno usato colori denaturati per esprimere al meglio il mondo del manga in movimento e renderlo più vicino alla realtà. Inoue ha corretto le scene e disegnato vari storyboard. “Ho affrontato questo film con la speranza che avrebbe avuto una vita propria. Come quando disegno una nuova illustrazione dei personaggi anche dopo averli illustrati numerose volte o quando incontro qualcuno per la prima volta. Un nuovo Slam Dunk per coloro che sono nuovi per noi. Uno familiare, ma comunque nuovo, per coloro che non lo sono. Sarei felice se tutti fossero in grado di rilassarsi e goderselo come tale” - ha dichiarato il regista. Sulla scelta di cambiare i doppiatori rispetto all’anime televisivo mandato in onda nel 1993, Inoue ha spiegato che se avesse chiesto ai vecchi attori di tornare, questi avrebbero dovuto dimenticare il lavoro fatto sui loro personaggi nel corso degli anni. E non gli sembrava fattibile.

Ho affrontato questo film con la speranza che avrebbe avuto una vita propria. Un nuovo Slam Dunk per coloro che sono nuovi per noi. Uno familiare, ma comunque nuovo, per coloro che non lo sono (Takehiko Inoue)

CRITICA DI THE FIRST SLAM DUNK

Che si conosca il manga di Takehiko Inoue o meno, che si ami il basket o meno, quello che conta è che The First Slam Dunk è un grande film, in grado di coinvolgere, appassionare, emozionare col l’uso attento e misurato della retorica e dell'epica sportiva, ma anche e soprattutto con una vicenda privata e intima che è allo stesso tempo dolorosa, tenere, asciutta e commovente.
Sapientemente costruito su un doppio binario temporale (una partita cruciale, e una serie di flashback sul passato dei personaggi), The Slam Dunk è notevolissimo tecnicamente nel mescolare 2D tradizionale e 3D in CGI, ma è nel mix di piani, sentimenti, emozioni che Inoue si conferma un artista e si scopre regista capace di realizzare cinema di alto livello. (Federico Gironi - Comingsoon.it)
The First Slam Dunk: leggi la nostra recensione completa del film.

CURIOSITÀ SU THE FIRST SLAM DUNK

Basato sulla serie manga Slam Dunk, il film esce dopo 26 anni dall'ultima serie animata.

Il film segna l'esordio alla regia del mangaka Takehiko Inoue.

Uscita nei cinema italiani come evento dall’11 al 17 maggio 2023 in versione doppiata, preceduta dall'esclusiva anteprima del 10 maggio in lingua originale.

FOCUS SU THE FIRST SLAM DUNK

Da fumetto a film d’animazione campione d’incassi. Qual è la storia di Slam Dunk? Parliamo di un manga spokon scritto e disegnato da Takehiko Inoue che vede la sua prima pubblicazione del 1990 e, a oggi, si compone di oltre trenta volumi. La storia racconta il mondo del basket liceale, intrecciando le gare sportive a episodi tragicomici che coinvolgono i diversi personaggi, senza tralasciare temi importanti di attualità come il bullismo nelle scuole. Dopo l’uscita dei fumetti, numerosi fan hanno iniziato a inviare lettere a Inoue confidandogli di aver cominciato a giocare a pallacanestro dopo aver letto il manga, quasi a sdoganare quello che fino ad allora era visto come uno sport tabù in Giappone. Nel 1993 è stata realizzata una serie anime composta da 101 episodi. Tra il 1994 e il 1995 sono usciti 4 film che mantengono qualche elemento del manga, ma possono essere considerati indipendenti. Nel 2023 Inoue porta finalmente la sua creazione al cinema, dirigendo quella che è diventata un’opera di grande successo al botteghino

lascia un commento
Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale.
Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale.
I Programmi in tv ora in diretta, la guida completa di tutti i canali televisi del palinsesto.
Piattaforme Streaming